3 ricette senza lievito: come preparare gli impasti

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Non tutte le persone hanno la fortuna di non essere allergici a qualcosa. Chi ad un animale, chi ad una pianta, e c'è anche chi può essere allergico o intollerante al lievito. Eh si, esiste anche un allergia per questo alimento che serve per far, appunto, lievitare gli impasti di pane, pizze e qualsiasi tipo di pasta fatta in casa. Vediamo quindi, in questa piccola guida, 3 principali ricette senza lievito e come preparare gli impasti.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
36

Pane azzimo

L'alimento per eccellenza, che viene utilizzato quotidianamente, è il pane. Ora, sicuramente verrebbe da pensare che un pane senza una lievitazione di almeno un ora è impossibile da fare, ma non è così. Un metodo per fare il pane senza lievito è quello di utilizzare pochi ingredienti quali: farina, acqua calda, olio extravergine di olive e sale. Questo tipo di pane viene chiamato "pane azzimo", proprio perché è mancante di lievito. Esso veniva fatto nell'antichità, poiché a quei tempi il lievito non veniva proprio utilizzato. Il procedimento è molto semplice. Una volta creato l'impasto tramite gli ingredienti sopra citati, basterà metterlo dentro al vostro forno, ed il gioco è fatto!

46

Pizza senza lievito

Un'altra ricetta fondamentale, specialmente in Italia, è la pizza senza lievito. Gli ingredienti sono gli stessi del pane azzimo, ma in più dovrete utilizzare anche delle piccole dosi di bicarbonato. Una volta aggiunto al vostro impasto dovrete impastare bene per un breve periodo di tempo, avendo ottenuto alla fine un impasto liscio e duro. Esso è duro poiché un impasto senza lievito non otterrà mai la morbidezza e l'elasticità di un impasto con lievito. La cosa molto positiva a parer mio però è il fatto che a fine pasto non vi sentirete gonfi e pieni come quando mangiate della pizza con lievito. In 20 minuti circa potrete gustare una pizza fatta in casa che altrimenti vi avrebbe portato via almeno 1 ora di tempo!

Continua la lettura
56

Biscotti senza lievito

Un'ultima ricetta che potrete utilizzare per avere un impasto senza lievito è quella dei biscotti. Questi vi sorprenderanno poiché, come per la ricetta della pizza, dovrete aggiungere sempre un pizzico di bicarbonato di sodio alla ricetta. Ho detto vi sorprenderanno.. Sapete perché? Perché hanno lo stesso identico sapore dei biscotti preparati con il lievito e in più non saranno pesanti per il vostro stomaco. Insomma, sono degli antipasti da servire prima di una cena che non riempono il vostro stomaco, che sogno! Ovviamente però, vi consiglio di fare molta pratica prima di servirli, poiché lavorando con il bicarbonato non è sempre sicuro il risultato, soprattutto quando si sbagliano le dosi!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Molta pratica

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pasta per la pizza

La pizza è uno degli alimenti preferiti sia dagli adulti che dai più piccoli. Spesso è capitato di mangiare la pizza in alcuni ristoranti e di non riuscire a digerirla per bene a causa di una cattiva o assente lievitazione. Per evitare un problema...
Consigli di Cucina

Consigli per una buona lievitazione degli impasti

A tutti quelli che amano cimentarsi in cucina sarà capitato almeno una volta di mettere in forno una torta o una focaccia e vedere, ahimè, l'impasto accasciarsi su se stesso, molle e sgonfio, anziché lievitare come dovrebbe strabordando dallo stampo:...
Pizze e Focacce

Consigli su come utilizzare il lievito madre

Chi ama "l'arte bianca" è ben cosciente dell'importanza di un lievito di qualità. Chi si avvicina a questa tradizione impara presto a conoscere il lievito madre. Si tratta di un lievito che deriva dalla fermentazione lenta della farina. Questa subisce...
Consigli di Cucina

Come conservare il nero di seppia

Il nero di seppia è un liquido di colore molto scuro che viene estratto dalle vesciche o sacche delle seppie. Il colore scuro del nero di seppia è dovuto al contenuto di melanina. Spesso nel passato si utilizzava per scrivere come inchiostro naturale....
Pizze e Focacce

Ricetta: focaccia con funghi e radicchio, in padella

I prodotti da forno fanno parte da sempre della grande tradizione gastronomica italiana. La cosiddetta "arte bianca" è infatti molto rinomata nel nostro Bel Paese. Pane, pizza e focacce sono prelibatezze dalle origini povere ma dal gusto ricco. La pasta...
Pizze e Focacce

Le 10 pizze più strane del mondo

Qual è il cibo per eccellenza del nostro paese, quello per cui tutti al mondo ci invidiano? Naturalmente la pizza! Alta, bassa, fina, croccante, con pomodoro, senza pomodoro, con mozzarella, salsiccia, verdure grigliate e chi più ne ha più ne metta:...
Pizze e Focacce

Come preparare e conservare l'impasto per la pizza

In questo articolo cercheremo di preparare insieme una nuova ricetta e cioè quella della classica e famosa pizza. Nello specifico cercheremo d’imparare come poter preparare e conservare l’impasto per la pizza. Avere sempre a portata di mano, un impasto...
Pizze e Focacce

5 farine alternative per la pizza

La pizza è l'alimento italiano per eccellenza: sono italiani i migliori pizzaioli non solo nel nostro paese, ma in tutta Europa e in tutto il mondo. Nel corso dei secoli e con l'enorme sviluppo della cucina e dell'arte gastronomica avvenuto negli ultimi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.