5 modi per aromatizzare il the freddo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il the freddo è una delle bevande più gradite in estate da adulti e bambini. L’ideale è prepararlo in casa, senza ricorrere a prodotti industriali. In questa lista esamineremo 5 modi per aromatizzare il the freddo con ingredienti naturali, sia esso the nero, verde o rosso.
Il the nero, bevanda nazionale anglosassone, ha sapore deciso, proprietà stimolanti ed eccitanti.
Il the verde è un potente diuretico e antiossidante, aiuta a bruciare i grassi e contiene meno caffeina rispetto al the nero. E’ utilizzato da secoli in Giappone per le sue proprietà salutari.
Il the rosso o Rooibos è di origine africana, dal sapore delicato, ricco di vitamina C e antiossidanti.

26

The al limone e zenzero

Preparate il the verde secondo le istruzioni riportate sulla confezione. Quando lo filtrate o togliete la bustina dall'infusione, aggiungete per ogni bicchiere di the il succo di mezzo limone e un pizzico di zenzero in polvere e dolcificate a piacere, meglio con miele di acacia o fruttosio. Mescolate bene e lasciate raffreddare. Potete servire i bicchieri di the aggiungendo un paio di cubetti di ghiaccio e una fettina di limone. Ideale nei pomeriggi estivi.

36

The alla menta e cumino

Preparate il the verde. Mentre è in infusione aggiungere per ogni bicchiere di the due foglioline di menta fresca e qualche seme di cumino. Filtrate e lasciate raffreddare. Servite freddo di frigo, soprattutto come aperitivo analcolico o durante cene etniche a base di cucina indiana o mediorientale.

Continua la lettura
46

The al cocco e lime

Preparate un the rosso seguendo le istruzioni sulla confezione. Quando sarà pronto, aggiungere per ogni persona un cucchiaio di scaglie di cocco e lasciate raffreddare.
Filtrate il the, aggiungete il succo di mezzo lime in ogni bicchiere e, se lo gradite, un cubetto di ghiaccio.

56

The alla pesca e spezie

Preparate un the nero seguendo le istruzioni sulla confezione. Aggiungete all'acqua, mentre bolle, 2 chiodi di garofano e un pizzico di cannella per ogni persona. Mentre il the è in infusione, immergete in ogni bicchiere una piccola pesca sbucciata e lasciatela immersa per almeno cinque minuti. Togliete la pesca e filtrate il the, da servire quando sarà completamente freddo senza l'aggiunta di dolcificanti perché basterà l'aroma della pesca. Le pesche, che avranno assunto un sapore sciroppato, potranno essere servite come merenda o dessert, con una leggera crema alla vaniglia ed amaretti sbriciolati.

66

The ai frutti di bosco

Preparate un the nero o rosso seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Lasciate in infusione insieme al the frutti di bosco essiccati: mirtilli, more, ribes, lamponi, fragoline o anche bacche di goji, mirtilli rossi o uvetta. Filtrate, lasciate raffreddare e servite freddo di frigo, dolcificato con miele di acacia o sciroppo d'agave.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come cucinare con i fiori

La storia culinaria dei fiori ha origini antichissime: molte civiltà, tra cui quella greca e romana utilizzavano queste meraviglie della natura per arricchire le proprie pietanze. I sudditi di Elisabetta I, regina d'Inghilterra già ne facevano uso per...
Consigli di Cucina

Come preparare il tè alla vaniglia

La maggior parte delle persone ritiene che preparare un buon tè sia una delle operazioni più semplici e rapide che esistano: basta comprare le bustine preferite, scaldare l'acqua, inserirvi all'interno la bustina e lasciare in infusione per circa cinque...
Dolci

Come aromatizzare lo yogurt fatto in casa

Se in casa amate preparare tanti prodotti genuini come ad esempio quelli a base di latte, non c'è niente di meglio che cimentarvi nella realizzazione di uno yogurt. La ricetta è indubbiamente facile, e prevede anche l'uso di alcune altre sostanze naturali...
Analcolici

Come preparare l'olio d'oliva aromatizzato

L'olio d'oliva è senza dubbio uno degli elementi fondamentali presenti nella dieta mediterranea. Questo elemento è particolarmente indicato per la buona salute, in quanto contrasta i fastidiosi radicali liberi. In seguito, in questa guida vi verrà...
Vino e Alcolici

Come fare il “mandarinetto”

Il liquore al Mandarino o Mandarinetto, è un prodotto della tradizione siciliana. Viene servito come digestivo, a fine pasto, ma è ottimo per aromatizzare dolci e macedonie. Si ottiene mediante infusione di bucce di mandarini, in alcol cerealicolo...
Analcolici

Come preparare un ice tea

In questa guida vedremo come preparare un ice tea da sorseggiare tranquillamente in un caldo pomeriggio estivo per rinfrescarsi ed allietare il nostro palato. Ovviamente il gusto del nostro the ghiacciato potrà essere scelto in base alle nostre preferenze,...
Analcolici

Come aromatizzare l'acqua

Tutti noi oggi abbiamo un account sui social e possiamo vedere come star internazionali sponsorizzino degli infusi fai-da-te disintossicanti utilizzando semplicemente frutta e verdura. Ormai i tipi di bevande diffuse in commercio sono veramente una quantità...
Primi Piatti

Come usare la vaniglia in cucina

La vaniglia è una spezia molto profumata, usatissima in tanti dolci. La vaniglia nasce come una stecca, da cui poi vengono ricavate le essenze. L'odore della vaniglia è buono e delicato, per questo si presta molto ai dolci di ogni tipo. Non è raro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.