Come come fare il pane azzimo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come come fare il pane azzimo
16

Introduzione

Il pane azzimo è un pane ottenuto da un impasto che non prevede l'utilizzo del lievito e che quindi non è sottoposto a nessun tipo di fermentazione. Perfetto per chi ha problemi con i prodotti lievitati e con il pane industriale. Presente in moltissime culture, se ne conoscono di diversi tipi; può essere fatto con farine proteiche od integrali, cotto su piastre a gas o sulle pietre roventi dei forni a legna. In questo caso opteremo per una semplice ricetta realizzabile facilmente a casa. Ecco come fare il pane azzimo in casa, senza l'ausilio di particolari attrezzature.

26

Occorrente

  • 250 gr di farina 0
  • 125 ml di acqua
  • sale
  • Olio EVO q.b.
36

Preparate il necessario

Avrete bisogno solo di 250 gr di farina 0 (meglio se biologica), 125 ml di acqua tiepida, una presa generosa di sale e dell'olio extra vergine di oliva per ungere la padella.
Prendete poi una ciotola per iniziare ad impastare il panetto ed una tavola di legno leggermente infarinata che vi occorrerà invece sia per ultimarlo che per preparare le forme. Una padella antiaderente per la cottura, un coltello per creare i panetti singoli e se volete dei pani particolarmente morbidi vi serviranno anche un coperchio ed un canovaccio di cotone bianco.

46

Impastate il panetto

Prendete ora la ciotola ed inseritevi inizialmente solo la farina e la presa di sale. Girate questi due ingredienti così da ottenere una sapidità omogenea. Ora, un poco alla volta, incorporate l'acqua tiepida girando l'impasto lentamente. Potete aiutarvi inizialmente con un mestolo ed una volta che il panetto sarà rassodato, finite di impastare con le mani fino ad ottenere una massa liscia ed omogenea. All'occorrenza potete aggiungere pochissima farina qualora l'impasto risulti ancora troppo appiccicoso. Riponete l'impasto coprendolo con della pellicola trasparente per alimenti e lasciatelo riposare per almeno mezz'ora fino ad un massimo di un'ora.

Continua la lettura
56

Stendete e cuocete i pani

Prendete l'impasto e disponetelo lungo la tavola di legno. Ricavatene delle palline poco più piccole di un uovo. Date a mano una forma rotonda a ciascun panetto, più sottile sarà e più croccantezza otterrete. Mettete a scaldare la padella antiaderente che avrete leggermente unto. Per ogni panetto occorrerà solo un paio di minuti per lato, ma fate attenzione che la temperatura non sia mai nè troppo alta nè tantomeno troppo bassa. Utilizzando il coperchio ne preserverete l'umidità. Se volete invece conservarli ancora più morbidi, in stile pane arabo, disponeteli sul canovaccio immediatamente dopo la cottura e copriteli. Possono essere conservati in una busta per alimenti per qualche giorno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non preparate mai troppo impasto in una sola volta, è un pane che viene maggiormente apprezzato se consumato entro il giorno dopo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare il pane senza lievito

Se siete intolleranti al lievito o avete problema digestivi, ma non potete fare a meno del pane, provate a farlo azzimo con la ricetta che vi propongo. Vedrete che riuscirà a gonfiarsi ugualmente in cottura e risulterá leggero e molto digeribile; inoltre...
Cucina Etnica

Ricetta del pane chapati indiano

Il chapati, tradizionale pane indiano non lievitato, è una sorta di focaccia sottile e allo stesso tempo morbida. Simile al noto pane azzimo, la sua ricetta si tramanda ormai da millenni. Il chapati si prepara con ingredienti semplici e poveri, ovvero...
Cucina Etnica

Come fare il kebab

Siete a spasso, è l'ora di pranzo, avete una fame cieca, passate davanti a uno di quei locali in cui si fa il kebab, sentite quel profumo per qualcuno irresistibile, e la tentazione vi divora ma pensate alla dieta, avete pregiudizi su chi maneggia il...
Cucina Etnica

Come preparare l'humus di ceci

Se state cercando un piatto nuovo, originale, ma a base di un ingrediente che comunemente viene venduto in tutti i supermercati, ecco quello che fa per voi. L'humus di ceci è una deliziosa crema tipica del Medio Oriente; viene servita come "meze", per...
Cucina Etnica

Ricetta dal Libano: l'hummus

L'Hummus, è una tipica ricetta medio orientale, precisamente proveniente dal Libano e dai territori circostanti ad esso. L'Hummus, altro non è che una salsa a base di ceci e pasta di semi di sesamo, denominata Tahina in lingua locale. L'Hummus, viene...
Cucina Etnica

Ricetta dell'hummus

L'hummus è una deliziosa crema di ceci e semi di sesamo color ocra originaria dei paesi del Medio Oriente; essa può essere servita come antipasto o durante un aperitivo insieme a focacce di pane azzimo, oppure spalmata all'interno della pita (il tipico...
Pizze e Focacce

5 panini light per restare in forma

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di rimanere tutta la giornata fuori, o per lavoro o semplicemente per una bellissima gita fuori porta e generalmente in questi casi il cibo più comodo da mangiare è senza dubbio il classico panino che...
Antipasti

Come preparare hummus di ceci e cavolo

Oramai anche la nostra cucina è divenuta internazionale e fa uso di ricette estere. È il caso della realizzazione culinaria che indicheremo qui di seguito: l'hummus di ceci. Si tratta di un condimento a base di pasta di ceci e di tahina, una pasta di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.