Come conservare i ravioli freschi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come conservare i ravioli freschi
15

Introduzione

I ravioli freschi rappresentano una delle paste fresche più buone e complesse, per ragioni legate non solo alla loro preparazione, ma anche alla loro conservazione. A differenza di altri tipi di pasta fresca, come le tagliatelle, i tagliolini, i maltagliati ed altri ancora, tutti caratterizzati dal fatto che possono efficacemente essere conservati facendoli seccare all’aria o riponendoli in frigorifero, i ravioli, invece, presentano qualche difficoltà in più per la loro conservazione a causa soprattutto della loro farcitura.

25

Occorrente

  • Ravioli, Farina o Semola, Teglia o Vassoio, Canovaccio, Sacchetti, Freezer, Pennarello indelebile,
35

Avendo il ripieno costituito generalmente da ingredienti freschi come la ricotta, i funghi, gli spinaci, la zucca ed altri ancora, si conservano con maggiore difficoltà, proprio per questo solitamente si preferisce farli e mangiarli nella stessa giornata.. A volte capita, quando sono conservati in frigo, che all’interno di un vassoio, la sfoglia si inumidisca, con l’ovvio rischio che il raviolo si rompa già prima della cottura! Per non rinunciare alla comodità di gustarli anche in quelle occasioni nelle quali non è possibile perdere del tempo per la loro realizzazione e di conseguenza, per ovvie ragioni pratiche, ci si accontenterebbe dei ravioli confezionati, certamente gustosi, ma sicuramente meno tradizionali e genuini di quelli fatti con le proprie mani.

45

Per avere un buon raviolo i segreti essenziali sono: sfoglia sottile (quasi un velo sul ripieno), quantità giusta del ripieno, taglio netto e pulito del formato. Fatta questa premessa, i ravioli si possono conservare osservando i seguenti accorgimenti: dopo averli realizzati, si dispongono, bene infarinati (si può usare, oltre che per la farina di tipo "0", anche per il semolino o per la semola di grano duro perché sono meno soggetti all’umidità), in una teglia od in un vassoio (quelli di cartone o per i pasticcini sono ottimi), in cui si sarà precedentemente disposto un canovaccio asciutto e pulito; si ripone la teglia o il vassoio in freezer e qui si lasciano congelare i ravioli per almeno alcune ore; dopo essersi induriti, sarà possibile riporli in un sacchetto da freezer, senza che si rompano urtando tra di loro.

Continua la lettura
55

Si consiglia, per comodità, di scrivere sopra al sacchetto la data di realizzazione, il peso, e il contenuto. Non resterà che lasciarli cuocere, senza scongelarli, in abbondante acqua salata bollente, condirli a piacimento. Dopo questo terzo ed ultimo passo, sarete in grado di conservare i ravioli freschi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come chiudere i ravioli cinesi

Gli Jiaozi sono un piatto tipico della cucina orientale, meglio conosciuti in Europa come ravioli cinesi. Questo primo piatto viene cucinato molto in Cina e Giappone, ma ha riscosso successo anche negli altri paesi. Vuoi cucinare i ravioli cinesi a casa...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli zucca e gamberetti

Molte sono le ricette che fanno parte della nostra cucina, e la maggior parte sono tutte a base di pasta. Tra i tipi di pasta tipici che possiamo trovare, ci sono i ravioli, spesso ripieni di verdure o carne, ma che si prestano molto bene anche per accogliere...
Primi Piatti

Ricetta : ravioli gorgonzola e salmone

Organizzate un buon menù quando si hanno degli ospiti non è sempre cosa facile. Talvolta si cercano degli spunti per qualche ricetta veloce e di semplice realizzazione. Per fortuna esistono diversi piatti che soddisfano tali esigenze e di sicuro vi...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli calamari e patate

Se avete voglia di preparare un primo di pesce particolare, ma non vi viene in mente nulla che possa piacere anche ai vostri bambini, vi consiglio questa ricetta: i ravioli con i calamari e le patate. Sono abbastanza semplici da preparare, ma richiedono...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli di patate e mortadella

I ravioli sono soltanto alcuni tra i tanti tipi di pasta fresca fatta in casa. La loro bontà è resa tale grazie ai diversi metodi di farcitura, e tra questi, ne esistono alcuni poco conosciuti, ma ugualmente gustosi. Parliamo infatti, di patate e mortadella...
Primi Piatti

Ravioli con ripieno di mare e asparagi

Per stuzzicare il palato dei nostri commensali, perché non lasciarci ispirare da un morbido ripieno racchiuso in un goloso raviolo? Un primo piatto raffinato e originale che mescola una preparazione classica come quella del raviolo, ad un ripieno capace...
Primi Piatti

Ricetta vegana: ravioli di seitan in brodo

Oramai sono molti coloro che seguono un'alimentazione vegetariana ed anche la filosofia vegana è abbastanza diffusa. In verità si tratta di cibi alternativi che sostituiscono perfettamente la classica alimentazione alla quale siamo abituati, senza sottrarci...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli di formaggio al radicchio

Cucinare è sempre un piacere per tutti gli appassionati. Se state cercando una ricetta molto conosciuta e sicuramente molto buona siete nel posto giusto; di seguito infatti vi sarà spiegato come preparare i ravioli di formaggio al radicchio. Questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.