Come cucinare delle quaglie in salmì con polenta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per tutti coloro che sono amanti della cacciagione, ma anche per chi vuole cimentarsi in tale ambito pur non essendone intenditore, propongo una ricetta facile e gustosa: quaglie in salmì con polenta. Una ricetta completa che permette di assaporare non solo il gusto del selvatico ma anche l' aroma dell' habitat per eccellenza delle quaglie grazie all' impiego del grano. Considerata come volatile "nobile" della cucina nonostante la sua piccola taglia, la quaglia è versatile nel campo gastronomico: molte sono le ricette più o meno facili che presentano la quaglia come ingrediente principale. Tra le molte ricette questa spicca per semplicità e velocità di preparazione, oltre che per sapore. Con solo 2 ore del vostro tempo, dunque, potrete permette al vostro palato di deliziarsi con una ricetta facile e alla portata di tutti. Inoltre l' apporto calorico è anche limitato: si parla infatti di sole 750 calorie per porzione nonostante sia un pasto completo grazie alla presenza della polenta. Basta divagare, cominciamo a cucinare.

26

Occorrente

  • Dosi occorrenti per 4 persone: 8 quaglie grosse non frollate, 400 gr di farina di granoturco, 50 gr di pancetta affumicata, 40 gr di burro, 2 fegatini di pollo, olio, 1 cipolla, alloro, 1 bicchiere di brodo, 1/2 bicchiere di Marsala, sale, pepe.
36

Innanzitutto prendete le quaglie, spiumatele delicatamente e apritele per estrarre le interiora che poi butterete. Passate le quaglie svuotate alla fiamma per bruciare eventuali piume residue e lavatele. Una volta lavate adagiatele dopo averle asciugate all' interno di un tegame con burro e olio già scaldati. Rosolate da ogni parte le quaglie, toglietele dal fuoco e tenetele in caldo. Nel frattempo mondate, lavate e tagliate a pezzettini una cipolla, ponetela nel tegame di cottura delle quaglie e aggiungete la pancetta precedentemente tagliata a dadini e l'alloro.

46

Rosolate lentamente le verdure e, prima della fine della cottura, rimettete nel tegame le quaglie condite con sale e pepe sgranato e, non appena si saranno scaldate, bagnatele con mezzo bicchiere di Marsala. Appena questo sarà evaporato, aggiungete un bicchiere di brodo e finite di cuocere per ancora 20 minuti a fiamma non troppo alta.

Continua la lettura
56

Poco prima di togliere dal fuoco le quaglie aggiungete i due fegatini di pollo già tagliuzzati e mescolate per rendere il tutto omogeneo. Infine ponete sul piatto da portata le quaglie. Sgrassate poi il fondo di cottura, passatelo al setaccio, riscaldatelo e versatelo sulle quaglie. Accompagnate il tutto con della polenta non troppo densa. Per gustare al meglio tale pietanza si consiglia l' accompagnamento di vini come: Frecciarossa dell' Oltrepò Pavese, Chianti Colli Fiorentini, Taurasi (Campania).

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il riso al radicchio e panna

Senza dubbio il risotto è in piatto sempre più apprezzato da chi cerca un'alternativa alla pasta. Sono moltissime le ricette che propongono risotti vari, con combinazioni di sapore che si possono ottenere a seconda degli ingredienti impiegati. Possono...
Primi Piatti

Ricetta: risotto al radicchio rosso con quagliette, panna e salvia

Il riso, anche se considerato come primo piatto, trova abbinamento con numerosi ingredienti, divenendo un pasto completo. Infatti si tratta di un tipo di pasta, che grazie all'assenza di glutine, è piuttosto leggero e per questo motivo può essere abbinato...
Carne

Coniglio in salmì con polenta di grano saraceno

Tratteremo più in avanti di una ricetta tipica e di antica tradizione del nord Italia, nata per affrontare il freddo delle serate invernali e che si presenta come piatto unico e molto sostanzioso: il coniglio in salmì con polenta di grano saraceno....
Carne

3 segreti per cuocere la selvaggina

Chi si reca a fare battute di caccia per procurarsi selvaggina, si troverà poi a dover cucinare le prede con fatica conquistate, pratica che si rivela un po' diversa dalla cucina comune, soprattutto a riguardo della cottura, ma anche in base all'esemplare...
Carne

Come condire la carne di selvaggina

Ecco come condire la carne di selvaggina.La selvaggina costituisce quell'insieme di fauna commestibile dall'uomo e che in genere è preda dei cacciatori, ma che in certi casi può essere allevata a questo scopo, come il coniglio, che si può acquistare...
Antipasti

Come preparare la salsa salmì

Ecco una bella ed interessante guida culinaria, tramite il cui aiuto poter essere in grado d'imparare come poter preparare nella maniera più semplice e veloce possibile, la salsa salmì, un tipo particolare di salsa, da poter utilizzare al meglio nella...
Carne

Come cucinare la lepre in salmì

In cucina anche il cibo derivante da animali, ottiene ottimi risultati dal punto di visto del palato e del gusto. Esso è rappresentato anche dalla lepre, appartenente alla famiglia della selvaggina da pelo, può essere mangiata freschissima o anche dopo...
Consigli di Cucina

Le migliori ricette con le uova di quaglia

Le uova di quaglia rappresentano un ingrediente molto versatile da utilizzare in cucina, in grado di conferire un tocco di originalità alle proprie ricette. Sono infatti perfette come antipasto sfizioso, fritte, in aggiunta ad una gustosa insalata o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.