Come cucinare gli spinaci senza perdere il contenuto di ferro

di Monica Macchia difficoltà: difficile

Come cucinare gli spinaci senza perdere il contenuto di ferro Gli spinaci, sono una pianta erbacea, nata in Nepal che può raggiungere l' altezza di 70 cm circa, con grosse foglie verde scuro, grosse foglie verde scuro. Gli spinaci, solitamente si raccolgono da novembre fino a marzo.  Sono ricchissimi di ferro e, grazie ai loro 2,9 mg di minerale per 100 grammi di prodotto fresco, ne detengono il primato fra gli ortaggi.  

1 Purtroppo però, pur essendo così abbondante, il 95% del ferro contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente per la presenza dell'acido ossalico, altro componente vegetale contenuto in questo ortaggio. Molto difficile diventa quindi assimilarne il contenuto, ma grazie a qualche valido consiglio, anche tu potrai imparare a consumare i tuoi spinaci in modo efficiente ed dispendioso.

2 Come cucinare gli spinaci senza perdere il contenuto di ferro La migliore soluzione sarebbe quella di consumarli sempre freschi, preparando per esempio delle insalate che vanno molto bene per il periodo estivo, perché la conservazione fa perdere molte delle loro proprietà nutritive. Per quanto riguarda l'ortaggio cotto, è possibile comunque conservarlo in frigorifero in un contenitore ermetico per 1 o 2 giorni al massimo oppure congelarlo riponendolo in un sacchetto di plastica apposito. Per quanto riguarda invece l'ortaggio fresco, è possibile conservarlo in frigorifero per un massimo di 2 o 3 giorni in un sacchetto di carta, come quello utilizzato per il pane (si consiglia di evitare i sacchetti di plastica nei quali spesso si crea condensa), quindi vi conviene, se volete gustarveli buoni e ancora ricchi, dovete, una volta comprati, consumare una parte cruda, e un' altra parte dovrete cucinarla per conservarla meglio.

Continua la lettura

3 Come cucinare gli spinaci senza perdere il contenuto di ferro Gli spinaci, si possono cuocere al vapore, si possono fare lessati o stufati per gustarli in deliziosi sformati, zuppe e minestroni.  Durante la preparazione di un piatto con gli spinaci, bisogna porre la giusta attenzione già dal momento del lavaggio: si consiglia di lavare gli ortaggi in acqua fredda con molta cura ma di non lasciarli in ammollo in quanto perderebbero molti dei loro principi nutritivi.  Approfondimento Come evitare l'amaro negli spinaci cotti (clicca qui) Per quanto riguarda la cottura degli spinaci, si consiglia una breve cottura a vapore ed un trucco per conservare la maggiore quantità possibile di proprietà è utilizzare per la cottura l'acqua dell'ultimo lavaggio.  Per favorire l'assunzione del ferro, si consiglia di abbinare gli spinaci ai molluschi ed ai legumi (che forniscono molto rame), oppure al succo di limone il cui acido citrico e acido ascorbico solubilizzano parzialmente gli ossolati del ferro e gli altri composti insolubili di questo minerale.  Queste ultime sostanze ostacolano l'assorbimento del calcio e per questo motivo se si abbinano ferro e calcio nello stesso pasto, l'organismo da la precedenza all'assorbimento di quest'ultimo e non assorbe il ferro.  È perciò consigliato che la prima colazione sia ricca di calcio e che sia lontana da tutti i piatti con gli spinaci ingeriti nell'arco della giornata che contengono ferro.. 

4 ATTENZIONE: In caso di donna in cinta o di persone molto sensibili, lavate gli spinaci molto bene cambiando l’acqua molte, anzi moltissime volte. Se volete stare più tranquilli, nel caso di donne in gravidanza, dopo averli lavati lasciateli dieci minuti in acqua a cui avete aggiunto un cucchiaio di bicarbonato. Poi risciacquateli e fateli sgocciolare e tamponateli con un canovaccio pulito.  

Ricetta: Rotelline di pollo Come preparare le trofie alla crema di spinaci Come si fanno le pizzette integrali agli spinaci 3 antipasti a base di spinaci

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili