Come cucinare il pane fritto

di Enrico Uccheddu difficoltà: facile

Come cucinare il pane fritto Cucinare il pane fritto: questa è una pietanza antica "sarda", veniva cucinata nell'intento di sfruttare al meglio ogni piccola risorsa, pane, verdure, animali domestici. "Non buttare via niente", questo era il moto delle donne di allora, quando non esisteva il benessere, le donne tendevano a sfruttare tutto in piccoli accorgimenti che ora quasi non esistono più. Il pane, in casa non doveva mai mancare; però capitava che spesso gli uomini non tornassero a casa per continuare le loro faccende negli orti o nelle stalle e quindi esso si induriva e le massaie, attente agli sprechi preparavano il il tutto utilizzando solo ed esclusivamente i prodotti propri come le uova delle loro galline, il latte delle loro pecore o delle loro mucche e infine l'olio ricavato dalle piante di olivo che non mancavano mai dai loro frutteti. Foto: aifornelliconelena2012.blogspot.com

Assicurati di avere a portata di mano: Per preparare questa pietanza occorre avere a disposizione una padella capiente, due ciotole, scottex, piatto ovale di portata. Per gli ingredienti serve: otto fette di pane, olio per frittura, sale, latte, tre uova.

1 Come cucinare il pane fritto Molte persone in una casa compra del pane ed a volte non tutto si consuma quindi il mio consiglio e questo: conservatelo in una busta di carta ( la stessa che vi danno quando lo comprate ), dopo due giorni al massimo potete constatare che si sia indurito abbastanza. Tagliarlo a fette, larghe almeno 1,5 cm. e in una terrina sbattere le uova con un pizzico di sale ( potete farlo con due forchette affiancate ), in una altra ciotola versare del latte. Inzuppare le fette ( senza soffermarsi troppo ) nel latte e successivamente nelle uova.

2 Come cucinare il pane fritto Ora versate l'olio in una padella ( meglio se olio di semi per frittura ), fatela scaldare per bene nei fornelli, quindi immergere le fette ben inzuppate nei due composti; cuocete per circa un minuto in ambo le parti o sino a quando non abbiano ottenuto la doratura desiderata. Prendere ora un piatto ovale abbastanza capiente sovrapponendo della carta assorbente ( o carta tipo quella che vi danno per il pane ) per poter assorbire l'olio in abbondanza. Molte massaie per far si che il pane non rimanga molto unto, prima di metterlo a friggere gli da' una piccola impanatura con il pane grattugiato (ottenuto sempre dallo stesso, ma macinato)

Continua la lettura

3 Come cucinare il pane fritto Questo è un alimento che le donne sarde preparavano non solo per non buttare e per risparmiare, ma soprattutto per avere sempre dei cibi a lunga durata per far si che gli uomini di casa che andavano a lavorare negli orti o nelle stalle, spesso nei periodi di mietitura, vendemmia, tosatura o pascolo, rimanevano per lunghi peridi fuori casa.  Questo vuole dire che è un alimento che dopo cotto può conservarsi per altri due giorni.. 

Non dimenticare mai: Il pane dopo cotto conservatelo in un luogo asciutto e non ventilato ( meglio in frigorifero )

Come cucinare il Pane Arabo Ricetta: crostini alle melanzane e grana Come preparare le frittatine di pane Dieci modi per cucinare le carote

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili