Come cucinare le cozze con le uova

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Questa è una ricetta molto particolare, un modo diverso e originale di preparare e servire le classiche cozze. Attraverso questa ricetta saremo in grado di dare un sapore del tutto nuovo a questo mollusco. Potremo tranquillamente usare questa ricetta come antipasto o come secondo a base di pesce, ottimo da presentare ai nostri invitati. E’ un piatto completo, che unisce il sapore e le proprietà delle cozze alle proprietà delle uova, ricche di proteine. Nella seguente guida, vedremo quindi come cucinare le cozze con le uova.

26

Occorrente

  • Cozze, 4 uova
  • Prezzemolo, pepe nero, sale, formaggio pecorino, olio d'oliva q.b.
  • Una cipolla, una carota, pomodori pelati
36

Per preparare questo piatto abbiamo bisogno delle cozze tarantine, quattro uova, formaggio pecorino (o parmigiano grattugiato), un pizzico di sale, pepe nero, una cipolla, una carota, qualche ciuffo di prezzemolo, un bicchiere di vino bianco e i pomodori pelati. La prima cosa da fare è quella di pulire per bene le cozze. Per pulirle dovrete eliminare il bisso e, con l’aiuto di una spugna, grattate per bene il loro guscio, in modo da eliminare la presenza di terriccio su di esse (https://www.youtube.com/watch?v=_knkyF_j6iM).

46

Quando le avrete pulite, potete iniziare la preparazione delle cozze con le uova. Prendete una padella molto larga e versate al suo interno un goccio di olio d’oliva; successivamente, tagliate a listarelle sottili la cipolla e la carota. Accendete il fornello e fate soffriggere il tutto in modo che la cipolla inizi a dorare. Nel frattempo, tagliate a dadini cinque o sei pomodori pelati che andrete ad aggiungere al soffritto. Fate cuocere per bene anche il pomodoro ed insaporite con un po’ di sale ed una spolverata di pepe nero. Infine, aggiungete anche il prezzemolo che avrete tritato finemente.

Continua la lettura
56

Quando i pomodori pelati si saranno cotti, aggiungete le cozze, avendo l’accortezza di chiudere la padella con un coperchio. Attraverso il calore che si formerà, le cozze riusciranno ad aprire il guscio e a cuocersi all'interno. Una volta che tutte le cozze saranno aperte, potete bagnarle con un bicchiere di vino bianco. Fatto questo, dovete lasciare cuocere il tutto per altri quindici minuti.

66

Nel frattempo, in una ciotola a parte, prendete le uova e sbattetele con una forchetta. Aggiungete un pizzico di sale, del pepe nero ed il formaggio grattugiato, meglio se pecorino romano, in modo da dare più sapore al piatto. Quando saranno passati i minuti necessari per ultimare la cottura delle cozze, potete aggiungere le uova con il formaggio. Alzate la fiamma del fornello e mescolate per bene le uova, in modo che esse possano dividersi ed inserirsi in ogni cozza. Lasciate cuocere per dieci minuti e quando le uova si saranno addensate, spegnete il fornello e servite le cozze ancora calde.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come fare la frittata di cozze

Le cozze sono spesso sottovalutate: in molti, infatti, le considerano lo scarto del mare. La loro pulizia è abbastanza impegnativa e si impiega molto tempo per completarla al meglio. Sul loro guscio troviamo attaccate diverse sporcizie provenienti dagli...
Primi Piatti

Ricetta: pasta cozze e pecorino

Tra le ricette della cucina italiana da poter preparare per un pranzo tra amici potete optare per un primo a base di cozze. Questo ingrediente ha il vantaggio di costare veramente poco, essere facilmente reperibile e anche molto versatile in cucina. Sicuramente...
Pesce

Come fare le cozze fritte

Quella delle cozze fritte, è una ricetta di origine Pugliese, proveniente probabilmente dalla provincia di Taranto, città famosa per la pesca e l'allevamento di cozze, considerate patrimonio gastronomico locale. È una ricetta gustosa e sfiziosa, che...
Primi Piatti

Ricetta: paccheri cozze e pecorino

Cozze e pecorino, vi suona strano? Fino a poco tempo fa, azzardare il binomio pesce-formaggio era come peccare di brutale eresia: risultato.... Un feroce storcere nasi e barricarsi dietro l'ottusa consuetudine (il pesce con aglio, olio, prezzemolo e nulla...
Primi Piatti

Trofie ai fiori di zucca, cozze e zafferano

In questa guida ci occuperemo di cucina, attraverso la ricostruzione di una ricetta davvero ottima. Andremo a spiegare la preparazione delle trofie ai fiori di zucca, cozze e zafferano.Un piatto ottimo, semplice da fare, che proveremo a rendere ancora...
Primi Piatti

Gnocchi di patate al pesto con cozze e vongole

Se state cercando una ricetta tipicamente italiana che però vi consenta di ottenere un grandissimo successo in una cena speciale avete trovato la guida che fa per voi. Infatti nella guida che segue vi insegnerò come preparare gli gnocchi di patate al...
Primi Piatti

Come preparare le cozze alla spezzina

La ricetta delle cozze alla spezzina è una ricetta tipica della provincia de La Spezia dove, ancora oggi, le cozze vengono allevate in maniera tradizionale in veri e propri vivai nei quali gli allevatori, con molta cura, si occupano di controllare costantemente...
Primi Piatti

Come preparare i maltagliati in padella con cozze e ceci

i maltagliati in padella con ceci e cozze sono un gustoso piatto autunnale, perfetto da mettere in tavola durante le serate più fredde. Sono semplici da preparare e solitamente vengono graditi da tutti. Bastano pochi ingredienti di qualità per ottenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.