Come cucinare le fave fresche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come cucinare le fave fresche
16

Introduzione

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente tra la primavera e l'estate. In queste stagioni, quindi, possiamo trovare facilmente le fave. Questo legume è oltretutto buonissimo da consumare sia cotto che crudo. Nella seguente guida vedremo insieme come cucinare le fave fresche.

26

Occorrente

  • Fave fresche
36

Le fave possono essere preparate per essere mangiate come antipasto. Sono ottime nei vol-au-vent oppure spalmate sulle tartine. Come prima cosa, prima di utilizzare le fave come ripieno o crema, dovete sgranarle e privarle della pellicina che le ricopre; dopodiché versate in una padella capiente un goccio d'olio e della cipolla tritata finemente. Fate rosolare il tutto e quando sarà pronto, aggiungete le fave e lasciatele cuocere per circa 10 minuti. Una volta che queste saranno cotte, potrete scegliere se frullarle, ed ottenere una purea, oppure se lasciarle intere. Qualora decideste di frullarle, una volta fatto potrete utilizzarle come ripieno. Le fave possono essere accompagnate con la pancetta croccante, con il salame, con il formaggio grattugiato o con delle semplici spezie (come pepe o peperoncino).

46

Con le fave può essere preparata anche una deliziosa frittata di piselli e fave. In una padella dovete mettere un filo d'olio e, quando sarà caldo, aggiungere le fave ed i piselli (i piselli in scatola sono più veloci da preparare); in una terrina sbattete cinque uova ed aggiungete il sale e del formaggio grattugiato. Quando avrete sbattuto il composto, versatelo nella padella assieme alle fave e ai piselli. Basteranno pochi minuti di cottura per ogni lato e la frittata sarà pronta per essere servita. Potete sostituire i piselli anche con i fagiolini, i carciofi, i funghi o gli asparagi.

Continua la lettura
56

Le fave sono perfette da accompagnare alla pasta. La ricetta più classica e conosciuta è senza ombra di dubbio la zuppa con le fave. Dovete cuocere, semplicemente, le fave in una pentola con olio, cipolla, sale e del brodo vegetale. Un altro modo per utilizzare le fave come condimento per la pasta è di farne un pesto: le fave cotte devono essere frullate in un mixer assieme all'olio, una spolverata di pecorino, dell'aglio e della menta; una volta che avrete ottenuto la consistenza desiderata, potrete unire la crema alla pasta e mantecarle con una noce di burro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando sgranate e private della pellicina le fave, queste possono essere consumate subito

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Frittata con fave pecorino e timo: ricetta

La ricetta della frittata con fave pecorino e timo permette di realizzare un piatto completo e delizioso. Se non trovate le fave fresche, acquistatele surgelate. L'importante è che non siano in barattolo. La preparazione è abbastanza semplice ma occorre...
Cucina Etnica

Ricetta: riso persiano con fave e piselli

Il riso persiano è una particolare tipologia di riso utilizzato solitamente come contorno, ma che oggi trova largo uso anche per la preparazione di ottimi primi piatti. La cottura di questa tipologia di riso per un primo piatto è piuttosto diverso,...
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti con fave e guanciale

Con l'arrivo delle temperature miti, è possibile gustare spesso delle fave fresche. Le fave fresche, possono essere preparate in svariati modi. Possono infatti essere cotte insieme a dei piselli, a dei carciofi o possono essere anche inserite all'interno...
Primi Piatti

Come fare i maccheroni salsicce e fave

Le fave sono dei legumi che possono essere consumati sia crudi che cotti. Con le fave si possono fare delle zuppe gustosissime ma anche dei contorni. Meno frequente è l'impiego di questi legumi per preparare dei primi asciutti. In questa ricetta vi proporremo,...
Primi Piatti

Come preparare la pasta fredda con salame, fave e baccellone

Volete preparare un piatto goloso, ricco di sapore e che potete realizzare anche qualche ora prima di servirlo in tavola? Ecco a voi la pasta fredda con salame, fave e baccellone. Potete adoperare qualsiasi formato di pasta corta ma è preferibile optare...
Primi Piatti

5 modi per cucinare le fave

Le fave sono legumi dal gusto gradevole e delicato. Ricche di ferro, risultano particolarmente adatte per chi soffre di anemia. Apportano una notevole quantità di fibre all’organismo, favorendo il corretto processo intestinale. Inoltre, sono fonte...
Antipasti

Come preparare una salsa di fave

Le fave sono un alimento tipico dell'Italia centro - meridionale, infatti, fanno parte della tradizione romana che le pone come protagoniste nella ricorrenza del Primo Maggio. In questa giornata tutti i cittadini si muovono verso la campagna romana dove,...
Primi Piatti

Ricetta: fave e cicorie impanate

La ricetta delle fave e cicorie impanate è un piatto tipico della provincia di Bari, particolarmente diffuso presso Polignano a Mare, paese turistico particolarmente famoso per aver dato i natali a Domenico Modugno. L'origine di tale piatto risale ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.