Come cucinare le lenticchie secche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La lenticchia si potrebbe considerare come la più modesta e, al tempo stesso, la più importante fra i vari tipi di legumi. Già nel Vecchio Testamento si parla delle lenticchie: vi ricorderete senz'altro che Esaù per un piatto di lenticchie cedette la primogenitura a Giacobbe. Le lenticchie sono legumi rotondi e schiacciati; la loro età si riconosce dal colore: subito dopo la raccolta sono di colore verde-giallo, un anno più tardi diventano giallo-marrone. Comunque l'età delle lenticchie non ha importanza, poiché esse sono gustose e saporite anche dopo 5 anni, l'importante è che vengano conservate in un luogo fresco, asciutto e buio. Però, più sono stagionate, più è lungo il tempo di cottura, che può quindi variare da mezz'ora a due ore. In questa guida cercheremo di illustrarvi come cucinare le lenticchie secche senza perdere alcun beneficio che esse apportano al nostro organismo.

28

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Lenticchie
  • acqua
  • sedano
  • carota
  • cipolla
  • aglio
  • foglia di alloro
38

I metodi principali di cottura sono due, che si differenziano moltissimo tra di loro a seconda del paese in cui è stata creata la ricetta. Il primo percorso da svolgere, valido in entrambi i casi, è quello di pulire attentamente i legumi, privandoli di impurità, come sassolini, bucce o lenticchie rovinate. Quindi sciacquarle in abbondante acqua fredda, in modo da poter toglier altre impurità, e farle asciugare bene. Se volete potete lasciarle a bagno per un'oretta, in modo che il ferro venga assorbito con più facilità dal vostro corpo. Passato il tempo necessario, scolarle agitandole con molta delicatezza così da far perdere l'acqua in eccesso.

48

A questo punto le teorie sulla cottura si dividono in due filoni di pensiero. In un caso dovete metterle in una pentola di acciaio, con abbondante acqua, in proporzione una porzione di lenticchie per due di acqua, uno spicchio di aglio e una foglia di alloro. Lasciate cuocere per circa una mezz' ora a fuoco lento, evitando di far bollire troppo forte l'acqua altrimenti potreste rischiare che si attacchino al fondo e si brucino. Trascorso il tempo spegnete, assicurandovi che siano ancora al dente, e salate, senza esagerare. A questo punto potete o ripassarle in padella, facendo un soffritto delicato, o condirle con sale e olio.

58

Guarda il video

Continua la lettura
68

Nel secondo caso dovete realizzare un trito di cipolla, sedano, carota, peperoncino e aglio. Immergete le lenticchie con abbondante acqua, facendo uso della stessa proporzione sopra citata. Mettete un po' di pomodoro, così da creare un sughetto biondo, e qualche bicchiere di brodo. Anche in questo caso lasciate cuocere a fiamma molto bassa per una quarantina di minuti. Passato il tempo necessario, spegnete, aggiustate con del sale e servite ancora calde.

78

Potete utilizzarle sia come contorno ma anche come primo creando zuppe o semplicemente aggiungendo alle lenticchie della pasta precedentemente cotta. Vi consiglio di utilizzare le lenticchie marroni e verdi quando volete mischiarle con cereali varie o mangiare come contorno, mentre usare quelle arancioni, rosse e gialle per creare zuppe e passate.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete cuocerne anche più di quelle che dovete utilizzare così da poter conservarle in frigo per qualche giorno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: zuppa di tonno, lenticchie e curcuma

La zuppa di lenticchie è, di per sé, una ricetta semplice, salutare e gustosa, tipica della cucina mediterranea ed ottima da gustare nelle fredde giornate ...
Primi Piatti

Come preparare la vellutata di lenticchie

La vellutata di lenticchie è un ottimo piatto caldo, adatto per le giornate invernali o per variare un po' il modo con il quale mangiamo ...
Consigli di Cucina

Polpette vegan alle lenticchie

Volete un'idea per far mangiare i legumi ai vostri figli? O semplicemente avete voglia di qualcosa di sfizioso, ma allo stesso tempo sano, da ...
Antipasti

Ricetta vegana: le polpette di lenticchie

La cucina vegana non prevede l'uso di alimenti di origine animale e sostituisce le proteine di carne e pesce, con quelle di origine vegetale ...
Consigli di Cucina

Bimby: come cucinare le lenticchie

Nelle fredde giornate invernali cosa c'è di meglio che un bel piatto di lenticchie condite con pochi ingredienti, sani genuini e saporiti? Le lenticchie ...
Carne

Come fare le lenticchie e salsiccia

Le lenticchie e salsiccia sono un secondo dal carattere rustico. Sono un piatto sostanzioso ed invitante. Sono perfette da presentare ad una cena informale tra ...
Pizze e Focacce

Come preparare la zuppa di lenticchie, curcuma e zenzero

Iniziano le prime giornate di pioggia e la temperatura cala. Così arriva anche la voglia di preparare qualche buona zuppa invernale come coccola calda per ...
Consigli di Cucina

Come cucinare le lenticchie rosse

Si preparano in poco tempo, si digeriscono in fretta e sono ricche di ferro. Sto parlando delle lenticchie rosse. Nel dettaglio all'interno di questo ...
Primi Piatti

Come fare la zuppa di lenticchie alla boscaiola

La zuppa di lenticchie è un tipico piatto della cucina meridionale, facile nella preparazione e al contempo nutriente, da consumare durante le giornate fredde invernali ...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti al ragù di lenticchie e pesto

Tra i primi piatti della cucina italiana, gli spaghetti sono senza dubbio tra i preferiti. Anzi, potremmo considerarli i dominatori assoluti della nostra tavola. Gli ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.