Come fare i maccheroni salsicce e fave

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le fave sono dei legumi che possono essere consumati sia crudi che cotti. Con le fave si possono fare delle zuppe gustosissime ma anche dei contorni. Meno frequente è l'impiego di questi legumi per preparare dei primi asciutti. In questa ricetta vi proporremo, appunto, un primo con i maccheroni, che con l'aggiunta della salsiccia permetterà di preparare un primo piatto saporito e bilanciato dal punto di vista nutritivo tanto da poterne soddisfare il contenuto calorico e presentarlo come piatto unico. In questa guida illustreremo come fare i maccheroni salsicce e fave.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 400 gr. di fave fresche o secche
  • due spicchi d'aglio
  • una cipolla piccola
  • tre cucchiai d'olio d'oliva
  • 4 salsicce di maiale
  • un ciuffo di prezzemolo e uno di basilico
  • 250 gr. di pomodorini rossi da sugo
  • un bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe
  • due mestoli di brodo di carne o di verdure
  • 50 gr, di grana o pecorino
  • 150 gr. di pancetta tesa o affumicata
35

Per prima cosa acquistate delle fave fresche e pulitele come si fa con i piselli eliminando il baccello esterno. Se volete preparare questo piatto in un periodo dell'anno in cui non sono reperibili le fave fresche basta che acquistate quelle congelate o meglio ancora quelle secche, basta che le mettete in ammollo in acqua fredda per almeno 24 ore. Trascorso questo tempo, sciacquate le fave e incidete la parte esterna con un coltellino. Tagliate la pancetta a quadratini; sbucciate gli spicchi d'aglio e schiacciateli; pelate la cipolla e tritatela finemente con un tritaverdure.

45

Mettete pancetta, aglio e cipolla in una padella antiaderente dai bordi alti insieme a due o tre cucchiai d'olio extravergine d'oliva, fate soffriggere a fuoco dolce. Quando il soffritto avrà raggiunto un aspetto dorato, unirvi le salsicce private della pelle e ridotte in un trito sottile, unirvi le fave e poi aggiungete prezzemolo e basilico, i pomodorini rossi da sugo o i pelati, un po' di peperoncino, sale fino e vino bianco. Rimestate con un mestolo di legno e poi aggiungete un mestolo di brodo di carne o se lo preferite di brodo vegetale e iniziare a cuocere coprendo con un coperchio e mantenendo la fiamma bassa.

Continua la lettura
55

Fate cuocere gli ingredienti per un ora, controllando frequentemente per evitare che si secchi troppo, in tal caso aggiungere un altro po di brodo e mescolare ogni tanto. Trascorso il tempo di cottura spegnete la fiamma e mettere sul fuoco una capace pentola piena d'acqua salata, quando l'acqua bolle mettete al suo interno i maccheroni che cuoceranno per il tempo indicato sulla confezione. Scolate i maccheroni al dente e versateli nella padella insieme alle salsicce e alle fave dove cuoceranno per altri due minuti. Fate saltare in padella e poi se lo gradite aggiungete un po' di grana grattugiato, o, se preferite un sapore più intenso, del pecorino romano. Servite ben caldo accompagnando con del vino rosso corposo.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: pasta fave pancetta e pomodorini

Inutile negarlo: la pasta è il piatto a cui è davvero difficile rinunciare! La dieta mediterranea la considera come l'alimento indispensabile per dare all ...
Primi Piatti

5 modi per cucinare le fave

Le fave sono legumi dal gusto gradevole e delicato. Ricche di ferro, risultano particolarmente adatte per chi soffre di anemia. Apportano una notevole quantità di ...
Antipasti

Come preparare il purè di fave

Le fave contenute in un baccello verde sono coltivate in tutto il bacino del Mediterraneo. Si consumano fresche per accompagnare salumi e formaggi e secche ...
Primi Piatti

Ricetta paste con le fave e ricotta

Ricetta della tradizione siciliana, la pasta con le fave e ricotta è un piatto povero, ma ricco di gusto. I protagonisti indiscussi sono la cipolla ...
Antipasti

Come fare la vellutata di fave e sedano

Le vellutate sono delle preparazioni a base di verdure o legumi che vengono servite come antipasto o come contorno. Accompagnate con i crostini o insaporite ...
Antipasti

Come preparare una salsa di fave

Le fave sono un alimento tipico dell'Italia centro - meridionale, infatti, fanno parte della tradizione romana che le pone come protagoniste nella ricorrenza del Primo ...
Antipasti

Come preparare i carciofi e le fave in agrodolce

Ci sono ricette che per prepararle non occorrono grandi doti culinarie. Esse vanno eseguite usando ingredienti sani e particolarmente facili da realizzare. Le verdure e ...
Antipasti

Come preparare i tortini di riso alle fave

Se volete deliziare i palato dei vostri amici oppure volete stupire i vostri invitati con qualcosa di veramente particolare, provate a realizzare questi gustosi tortini ...
Antipasti

Come utilizzare le fave secche

In commercio è possibile trovare due tipi di fave secche: quelle con la buccia e quelle decorticate. La differenza tra le due è solo nel ...
Antipasti

Frittata con fave pecorino e timo: ricetta

La ricetta della frittata con fave pecorino e timo permette di realizzare un piatto completo e delizioso. Se non trovate le fave fresche, acquistatele surgelate ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.