Come fare il prosciutto cotto in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il prosciutto cotto è un salume tipico italiano, rientra nella categoria degli affettati. Questi ultimi sono un prodotto di largo consumo, l'ideale per un tramezzino o un panino veloce, la soluzione giusta per una merenda pomeridiana. Il prosciutto cotto è al primo posto nella classifica delle vendite, per i suoi molti meriti, tra cui il suo gusto naturale, la sua non eccessiva salatura, e inoltre la possibilità di abbinarlo ad ogni contorno di verdura. In seguito, in questa guida vi verrà spiegato nel modo più semplice e chiaro possibile come fare il prosciutto cotto in casa.

25

Occorrente

  • coscia di maiale da 4/5 kg
  • spezie e aromi assortiti
  • salnitrato
  • zucchero
  • ortaggi
35

Come prima cosa dovrete fare la salumificazione, questo primo passo richiede molto tempo, attenzione e passione. La selezione delle carni deve essere di primissima qualità: solo in questo modo ci si assicura un prodotto di gusto, sano e dal sapore equilibrato. Le materie prime si riconoscono anche solo dall'aspetto, dal colore e dalla consistenza delle fibre che compongono il taglio delle carni.

45

A questo punto dovrete procurarvi una coscia di maiale del peso di 4/5 kg. Dovrete dedicarvi alla preparazione della salamoia con una foglia di alloro, delle spezie assortite, sale e zucchero (rispettivamente 140 grammi per litro, in una pentola molto capiente e 18 g/litro) e salnitro (2 g/litro). Servirà che porterete gli ingredienti a ebollizione, addizioniate il mix di spezie, erbe e aromi: fate bollire ancora per creare il liquido che non è altro che un brodo particolarmente saporito e aromatico. Giunti a questo punto, non dimenticate di coprire con un coperchio tutto il vostro preparato, quindi spegnete e aspettate facendo raffreddare. A questo punto, potrete sistemare la carne in un contenitore con tanto di brodo, la carne dovrà galleggiare su quest'ultimo.

Continua la lettura
55

A questo punto, dovrete fare riposare il tutto frigorifero. Ogni 24 ore dovrete ricordarvi di estrarre la carne, posizionatela su un tagliere e massaggiate affinché gli odori vengano integrati nelle fibre del taglio e il prosciutto divenga saporito, continuate questo procedimento per circa 10 giorni. A questo punto, servirà passare alla cottura, mettete il forno a vapore ventilato, la temperatura a 80 gradi per 6 ore, non dimenticate di avvolgere la carne con della carta. In forno, per mantenere l'ambiente umido, potrete per esempio inserire un contenitore in metallo con acqua che evaporerà progressivamente. Quando la cottura sarà terminata, potrete estrarre il prosciutto dal forno e fare quindi raffreddare; infine, avvolgete il tutto in una pellicola e mettetelo in frigo per almeno 2 giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

I differenti tagli del bovino

Quando una bestia viene macellata, le sue carni vengono suddivise in due quarti, il quarto anteriore e quello posteriore. I genere i tagli provenienti dal quarto posteriore sono quelli più pregiati, mentre invece quelli appartenenti ad taglio anteriore,...
Carne

Come preparare lo stracotto di carni bianche miste

Se desiderate proporre in tavola un secondo piatto gustoso ma semplice da realizzare, ecco a voi lo stracotto di carni bianche. Ha un sapore delizioso e solitamente piace sia agli adulti che ai bambini. Viene preparato con carne di pollo e tacchino e...
Carne

Come marinare la carne per il barbecue

La cottura di carni alla griglia o allo spiedo è una delle basi della nostra cucina. E’ uno dei metodi di cottura più ‘naturali’. Ben si presta anche alla cucina all’aperto e a occasioni conviviali come i pic nic fuori porta, ormai tradizionali...
Carne

Come fare la fesa di maiale al pepe

Tra le carni da preparare per un secondo sfizioso da fare in casa, solitamente si propende per la vitella, il manzo o le carni bianche, come pollo e tacchino. La carne di maiale viene spesso accantonata, perché "colpevole" di diventare troppo asciutta...
Carne

Carne e salumi: consigli per la scelta

Quante volte avete sentito ripetere da medici ed esperti, in televisione oppure sui giornali, che un consumo eccessivo di carni rosse ed insaccati nuoce alla salute? Naturalmente ognuno conosce le proprie esigenze alimentari e segue la dieta che meglio...
Carne

10 segreti per cucinare la carne alla griglia

La carne alla griglia è una vera e propria prelibatezza per gli amanti della carne. Che si tratti di salsicce, di pollo, di abbacchio o persino di coniglio la griglia è un metodo di cottura che non delude. Permette di ottenere una carne croccante fuori...
Pesce

Come spinare una sogliola

Il pesce è un alimento importante per la nostra alimentazione. Le sue carni sono leggere, magre, ricche di ottime proteine e di acidi grassi Omega-3. Anche tra la fauna marina esiste tantissima varietà. Possiamo gustare tanti pesci diversi, alcuni dal...
Consigli di Cucina

Come disossare un petto di pollo

Com'è ben noto, le carni bianche sono le più salutari e leggere. Sono ottime fonti di proteine e si possono cucinare in tanti modi diversi. La carne del pollo è certamente tra le più apprezzate. Possiamo assaporarla tanto in invitanti arrosti quanto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.