Come fare la cremina per il caffè

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il caffè è una pianta tipica delle zone tropicali, caratterizzata dalle drupe rosse. La nota bevanda si ricava dalla macinazione e dalla torrefazione dei semi contenuti nel frutto. Già dai tempi più antichi, il caffè veniva considerato un potente afrodisiaco. Tutt'oggi è parte integrante della nostra tradizione. Il mercato ne offre diverse varietà e svariate miscele, ideali per carburare al mattino, da sorseggiare dopo i pasti o durante una pausa. Un buon caffè si riconosce dalla sua cremosità. Ecco come fare la cremina densa come quella del bar.

28

Occorrente

  • Caffè
  • Zucchero
  • Caffettiera
  • Cucchiaino
38

La moka

Fare un buon caffè in casa non è un'impresa impossibile. Anzi, bastano pochi accorgimenti per renderlo veramente buono come al bar! La deliziosa cremina sulla superficie arricchisce di valore la bevanda. Non è una prerogativa delle macchinette del caffè, ma puoi realizzarla anche con la classica moka. Pertanto, monta la caffettiera come al solito e mettila sul fuoco. Fai uscire appena le prime gocce di caffè e toglila dal fornello.

48

Il composto

In un bricco versa due cucchiaini di zucchero preferibilmente semolato e le poche gocce di caffè ottenute in precedenza. Gira energicamente con un cucchiaino lungo per sciogliere lo zucchero. Amalgamandosi, il caffè apparirà più chiaro nonché denso. Per una buona riuscita della bevanda, la cremina non deve risultare troppo liquida né granulosa. Anzi, più cremoso sarà il composto, migliore sarà il risultato finale! Terminata questa prima fase, metti il bricco temporaneamente da parte.

Continua la lettura
58

La cremina

Sistema nuovamente la moka sul fornello, a fuoco basso. Fai salire il resto del caffè. Quindi, aggiungilo alla cremina contenuta nel bricco e mescola delicatamente. A questo punto, versa la bevanda nelle tazzina e gustala al naturale oppure con una golosa schiuma leggera realizzata con il latte freddo. Per prepararla, basta mettere un dito di latte in un bicchiere e montarlo con un frustino elettrico per qualche secondo. In questo modo, creerai un piacevole contrasto caldo-freddo al caffè!

68

La schiuma

Per aggiungere la schiuma di latte al caffè, mantenendo la cremina intatta, versala sul fondo della tazzina. In questo modo si legherà facilmente alla bevanda scura. Successivamente, aggiungi il caffè e per guarnire dai una spolverata di cacao amaro o in alternativa di cannella. Qualcuno aggiunge anche dei ciuffetti di panna. In questo modo avrai ottenuto una buonissima cremina per il caffè come quella del bar da offrire in qualsiasi occasione ai tuoi golosi ospiti.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per la cremina è necessario adoperare il primo caffè in uscita.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare le arancine al pistacchio

Le arancine o arancini siciliani si caratterizzano per la loro forma rotondeggiante oppure a piramide, in base al ripieno ed alla localizzazione geografica. A prescindere dalla forma o dal nome, queste bionde golosità rappresentano una delle leccornie...
Cucina Etnica

Come preparare il caffè alla turca

Il caffè non è soltanto un'ottima bevanda da gustare ma è anche un buon modo per concedersi una pausa, da soli o in compagnia. Si tratta di un rituale giornaliero al quale milioni di persone non possono fare a meno. Che sia a colazione o dopo pranzo,...
Dolci

Ricetta: torta carote e nocciole

Chi riesce a rinunciare alla torta carote e nocciole? Probabilmente pochissimi, in quanto si tratta di un dolce leggero e dal gusto delicato, capace di accontentare anche i palati più difficili. La ricetta, inoltre, è molto semplice da preparare e poco...
Pesce

Come cucinare il rombo

In tale articolo, vi spiegheremo come cucinare il rombo. Il rombo è uno dei pesci maggiormente economici e buoni che si potranno trovare sul mercato. Così come la razza, ci sono carni molto delicate. Le ricette per cucinare il rombo sono tantissime...
Consigli di Cucina

Come fare l'agliata

Sono moltissime le pietanze che possono essere accompagnate da delle salsine deliziose, per rendere ogni piatto ancora più accattivante e sicuramente ancora più saporito. Tra le varie salse da poter preparare in casa attraverso l'utilizzo di pochissimi...
Primi Piatti

Ricetta: penne speck e scamorza

La pasta è un alimento tra i più gustosi del mondo: ogni formato, ogni ricetta ha un suo diverso carattere. La cucina italiana è tra le più copiate del mondo, perché con pochi ingredienti riesce ad ottenere dei piatti dal risultato eccellente. Vediamo...
Primi Piatti

Ricetta: tortiglioni al forno con salsiccia, provola e zafferano

La pasta è un alimento che si presta ad un'infinità di combinazioni: dai miscugli di creme a base di latte, agli abbinamenti con carni, pesci, eccetera. La ricetta di oggi riguarda i tortiglioni, pasta molto corposa e soprattutto indicata per la cottura...
Primi Piatti

Ricetta: tortellini al mascarpone

Quando si ha poca voglia di stare dietro ai fornelli o si ha pochissimo tempo per preparare qualcosa di buono per parenti o amici, l'ideale sarebbe quella di realizzare una ricetta facile ma di grande effetto. In questa guida spiegherò come unire la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.