Come fare la grappa barricata

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Molta gente adora gustare un bicchierino di grappa dopo un bel pranzo o una bella cena abbondante. Il suo consumo avviene soprattutto quando ci si rilassa sopra una poltrona comoda. Le tipologie di grappa presenti in commercio sono numerose. Le differenze riguardano il tipo di produzione, l'invecchiamento ed il sapore. Ad esempio, la grappa barricata è una tipologia di grappa che va sottoposta ad un processo di invecchiamento speciale dentro fusti in legno. Questa procedura deve avvenire sempre al termine della distillazione. Nel presente tutorial sulle bevande alcoliche, vediamo appunto come fare la squisita grappa barricata.

27

Occorrente

  • Grappa
  • Barrique in legno
37

Versare la grappa distillata in barrique di legno

Il processo di invecchiamento della grappa barricata consiste in una conservazione particolare della grappa distillata, la quale dura un periodo ben determinato. I contenitori da adoperare sono le classiche barrique in legno, ritenute spesso le migliori per fornire un sapore intenso al distillato. Il legno impiegato dovrà risultare di frassino, ciliegio o rovere. Le barrique in legno non vanno assolutamente impermeabilizzate prima, altrimenti il sapore ed il profumo della grappa distillata non vengono arricchiti. Ciascuna botte di questo tipo possiede una capacità variante dai "2250 dl" fino ai "2280 dl".

47

Lasciar riposare la grappa nelle barrique di legno

La barrique in legno di origine francese viene adoperata per lasciar fermentare o invecchiare il vino. All'inizio veniva considerata come una speciale unità che misurava il volume. Negli anni a seguire, la particolarità della barrique in legno si tramutò nell'opportunità di permettere un'ossigenazione maggiore del suo contenuto di grappa. Questo grazie al rapporto tra volume e superficie con la quale viene a contatto il liquido, sicuramente più favorevole delle botti in legno notevolmente più grandi. I periodi di invecchiamento della grappa nelle barrique di legno possono risultare più o meno lunghi.

Continua la lettura
57

Eseguire cessioni e scambi della grappa con la barrique in legno, secondo vari fattori

Nel caso della grappa barricata, il processo di invecchiamento ha una durata abbastanza breve. Per questo motivo, questa procedura viene definita affinamento nel legno. Generalmente, il periodo di invecchiamento della grappa barricata varia dai 6 mesi fino ad 1 anno. Le cessioni e gli scambi della grappa con la barrique in legno dipendono dalla capacità dei fusti e dalla porosità del legno. Un altro fattore di dipendenza sono le caratteristiche termiche e igrometriche, Queste riguardano la temperatura e l’umidità del locale dove viene lasciato invecchiare il distillato della grappa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le barrique devono essere di legno specifico (ciliegio, rovere o frassino).
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come produrre la grappa in casa

La grappa è un distillato alcolico di origine italiana. Non si è in grado di fornire una data precisa della sua comparsa sul territorio italico, ma si ipotizza intoono al XV secolo. La grappa era un distillato destinato ai ceti più bassi della popolazione,...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alle more

Un pranzo o una cena con degli ospiti stimola i padroni di casa a presentare dei menù ricchi di portate. Spesso si cerca il piatto da ricordare, insieme all'occasione d'incontro. Alla fine tra una chiacchiera e l'altra, ci si ritrova col bicchiere in...
Vino e Alcolici

Come si distilla la grappa

Con il nome Grappa dal 1984, si intende solo e unicamente l'acquavite di vinaccia prodotta in Italia. La distillazione è una pratica di cui si ha documentazione dall'anno 1000 e nasce nelle regioni del nord, quali Piemonte, Lombardia e Triveneto. Ecco...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa al miele

La ricetta che stiamo per preparare ha un alimento come unico protagonista: il miele. Questo ingrediente è completo, sano e funge da dolcificante naturale. Nell'antichità veniva utilizzato non solo per dolcificare ma anche come rimedio a diverse sintomatologie...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa alla rosa

Avete mai pensato di preparare la grappa alla rosa a casa vostra, con pochi semplici ingredienti? Non occorre essere esperti distillatori per fare in casa questo delizioso liquore, ad alto tasso alcolico quanto delicato nel sapore, per gustarlo voi stessi...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alla pesca

La grappa è una bevanda che risale addirittura agli inizi del medioevo, essa va di pari passo con la produzione di vini pregiati. Una volta era considerata anche una specie di birra primitiva ma, col tempo si è trasformata nel tempo in una bevanda spesso...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa al limone

La grappa è una bevanda alcolica costituita da una miscela. Essa viene ottenuta attraverso una distillazione e viene classificata un acquavite di vinacce. Mentre, per farla si utilizzano prodotti di origine vegetale. Numerose sono le ricette che si...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa all'arancio e caffè

Molto spesso dopo un bel pranzo o una cena coi fiocchi sarebbe il caso di concludere con un grappa. Esistono svariate tipologie di grappa, che possiamo gustare e assaporare. In questa guida molto semplice e chiara vedremo come poterla preparare un tipo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.