Come fare la pignolata calabrese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La pignolata calabrese per la sua composizione è simile agli struffoli napoletani, si differenzia soltanto per pochi ingredienti e per la classica disposizione a pigna. Il dolce va decorato con miele liquido e diavoletti colorati. La pignolata calabrese è deliziosa, anche se ipercalorica vale la pena almeno una volta assaggiarla. La sua preparazione non richiede troppo tempo, basterà seguire attentamente questo tutorial per apprendere alcuni utili consigli su come fare la pignolata calabrese.

27

Occorrente

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • 100 g di zucchero
  • 1 bicchiere di liquore
  • 1/2 bustina di lievito in polvere
  • 25 g di burro
  • Miele
  • Latte
  • Vanillina
  • Olio per fritture
  • Confetti colorati/diavoletti
37

Lavorate l'impasto a mani nude

Per la sua realizzazione bisogna disporre su una spianatoia la farina a fontana, creando una sorta di cratere dove al centro incorporare via via gli ingredienti. Si comincia aggiungendo lo zucchero e si prosegue con le uova. Successivamente unire anche la vanillina ed un liquore di proprio gusto. Poi, si dovrà aggiungere il lievito per dolci ed il burro sciolto in un po' di latte. Adesso amalgamate il tutto partendo dai bordi del cratere e poi, lavorate a mani nude fino a quando non otterrete un composto omogeneo, non eccessivamente morbido. In seguito mettete l'impasto in un contenitore infarinato, coprite con un canovaccio pulito ed umido e, fate riposare per circa mezz'ora.

47

Formate con la pasta dei salsicciotti

Trascorso questo preciso lasso di tempo, prendere delle piccole porzioni di pasta con le dita. Impastate queste piccole porzioni di pasta fino a formare dei salsicciotti dal diametro di 1 cm che, andrete a tagliare a tocchetti con un coltello. Questo procedimento è simile a quello per la preparazione degli gnocchi di patate. Adesso mettete da parte i tocchetti per la pignolata calabrese e poggiandoli su di un canovaccio cospargeteli interamente di farina. Procedendo in questo modo non si attaccheranno tra loro. Ora versate in una padella aderente un po di olio, lasciate riscaldare e, quando sarà caldo disponete i dadini della pignolata calabrese pochi per volta, a fuoco lento, fino alla completa doratura.

Continua la lettura
57

Coprite con il miele i salsicciotti fritti

Successivamente prelevate i tocchetti della pignolata calabrese con una schiumarola e, disponeteli su un piatto da portata foderato con un foglio di carta assorbente, per eliminare l'olio in eccesso. Adesso prendete il miele, versatelo in un pentolino e fatelo sciogliere a bagnomaria. Dopo, unite la scorza di limone oppure d'arancia, aggiungete i dadini di pignolata nel miele fuso e mescolate. Si dovranno coprire totalmente e poi, sistemerete la pignolata calabrese su un vassoio abbastanza ampio. Cospargete il dolce di confetti colorati per conferire più allegria. A questo punto il dolce è pronto per essere gustato.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare i jamoncillos

Il Messico è uno Stato molto importante del continente americano, famoso soprattutto per una varietà culinaria non indifferente, in particolar modo nel campo del salato. Sicuramente molte di queste ricette sono state esportate dai conquistadores, durante...
Primi Piatti

Come preparare il pesto alla calabrese

Il pesto è una tipica ricetta genovese, ma forse non tutti sanno che esistono anche delle varianti in base all'arte culinaria di svariate regioni; infatti, per esempio troviamo anche quello calabrese che è diverso dal tradizionale ed è tutto sommato...
Antipasti

Ricetta "antipasto silano" calabrese.

Il Parco Nazionale della Sila si estende in un'area compresa tra le provincie di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria. Si tratta di un luogo gradevole, ricco di natura, tradizioni e, naturalmente, buona cucina, in cui la monotonia della vita cittadina...
Pizze e Focacce

Ricetta: come preparare la pizza calabrese

Quando non si ha la minima idea di cosa mangiare, cosa c'è di meglio di una bella pizza fumante fatta in casa? Ebbene si, la pizza rappresenta, come la pasta, uno degli alimenti tipici della cucina italiana che ci rendono famosi in tutto il mondo. Di...
Carne

Come preparare la nduja calabrese

La nduja calabrese è un insaccato morbido, preparato con ingredienti semplici quali carne suina, sale e peperoncino, senza aggiunta di coloranti o di conservanti. Nasce come piatto povero, infatti i contadini del luogo solevano prepararlo con i rimasugli...
Pesce

Ricetta: cozze ripiene alla calabrese

Oggi vi presentiamo un piatto a base di cozze ideale da servire come antipasto: le cozze ripiene alla calabrese. Quando acquistate le cozze, qualsiasi sia il periodo dell'anno, controllate che ci sia la luna crescente o piena; vi assicurerete di trovare...
Dolci

Ricetta: pitta 'nchiusa calabrese

La pitta 'nchiusa è un piatto tipico calabrese, molto in uso nelle festività natalizie. I tantissimi dolcetti di pasta sfoglia al vino bianco sono farciti e addolciti con varie spezie, miele e frutta secca di diverso genere. Si tratta quindi di un'elaborazione...
Antipasti

Frittelle con nduja calabrese

Un buon pranzo o una buona cena, iniziano sempre con un bell'antipasto, che deve avere un bell'aspetto e deve essere soprattutto buono. La nduja è un salume tipico della Calabria, di consistenza morbida e dal gusto particolarmente piccante. Preparata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.