Come fare la pizza di scarola e taleggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se per pranzo o per cena intendiamo fare in casa una gustosa pizza e soprattutto innovativa ai fini del gusto, possiamo optare per una davvero originale come ad esempio quella con scarola e formaggio taleggio. La ricetta non è difficile da realizzare, ma basta soltanto seguire alcune linee guida ben precise, che nei passi successivi ci apprestiamo a descrivere.

25

Occorrente

  • Scarole 3 fasci
  • Taleggio 200 gr.
  • Farina 600 gr.
  • Lievito 1
  • Sale 1 cucchiaino
  • Olive nere e capperi 100 gr.
  • Uva passa e pinoli 50 gr.
  • Olio extravergine di oliva 50 ml.
35

La prima operazione da eseguire riguarda proprio la scarola che dopo aver accuratamente pulita e lavata sotto l'acqua corrente, la sminuzziamo e la facciamo bollire in una grossa pentola. Nel frattempo, ci dedichiamo alla preparazione dell'impasto usando gli ingredienti tradizionali, quindi lavorandolo con farina, lievito e acqua.

45

Una volta ottenuto un panetto, lo riponiamo in un luogo non freddo della casa per farlo lievitare. A questo punto prendiamo la scarola ormai lessata, e la strizziamo con le mani dopo aver colato l'acqua. Adesso in una padella soffriggiamo aglio ed olio, dopodichè aggiungiamo olive nere snocciolate, capperi, uva passa e pinoli, facendo insaporire il tutto per circa due minuti. A questo punto aggiungiamo le scarole, saltandole per altri tre minuti, e girandole di continuo per ottenere la giusta amalgama con gli altri ingredienti utilizzati. Una volta preparata la scarola ritorniamo sull'impasto, e con un mattarello lo stendiamo sul ripiano di un tavolo e poi lo inseriamo nel tegame preventivamente oleato sul fondo. A questo punto fatta la sfoglia di uno spessore di circa due centimetri, versiamo all'interno le scarole e poi in un piatto tagliamo a dadini un bel pezzo di taleggio. La procedura a questo punto prevede di inserire i cubetti del formaggio sull'intera superficie della scarola, in modo che nessuna parte ne rimanga completamente esente.

Continua la lettura
55

Adesso ricopriamo la verdura con un'altra sfoglia di impasto precedentemente lavorata, e poi schiacciamo con le dita tutta la circonferenza che aderisce al tegame. Fatto ciò, cospargiamo la pizza con dell'olio extravergine di oliva ed un pizzico di sale. Adesso possiamo infornarla ad una temperatura di 180 gradi, ed attendere la cottura che avviene in circa 40 minuti. Periodicamente è opportuno fare la prova dello stuzzicadenti, per verificarne lo stato. Una volta terminata la cottura, la facciamo raffreddare, riponendola in un luogo ventilato della casa magari accanto ad una finestra, dopodichè tagliamo la pizza di scarole e taleggio a fette e la impiattiamo, consapevoli che il gusto insolito grazie a questo tipo di formaggio, sarà apprezzato sicuramente dai nostri ospiti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare le scarole stufate

La scarola (o indivia) è un ortaggio che ormai si può trovare tutto l'anno, benché la sua stagione naturale sia l'inverno. Gustosa e versatile, può essere gustata sia cruda, come una normale insalata, oppure cotta, arricchita con aromi e condimenti...
Pizze e Focacce

Pizza fritta di scarola

Ecco una nuova ed interessante ricetta, attraverso il cui aiuto poter preparare nella nostra cucina un sapore veramente unico. Abbiamo pensato di proporre ai nostri lettori, il modo per imparare a realizzare una buonissima pizza fritta di scarola.E’...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza con speck e scarola

Una ricetta che si può preparare quando non si sa cosa cucinare e che sicuramente soddisferà i gusti di tutti è la pizza rustica con scarola e speck. È ideale da preparare soprattutto quando ci sono degli ospiti a cena e si ha difficoltà a decidere...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza con scarola, speck e formaggio

Quando avete ospiti non sapete mai cosa preparare perché non siete sicuri di incontrare i gusti di tutti. Allora riversate quasi sempre su pizze o piadine. E allora io vi consiglio una ricetta che di sicuro accontenterà tutti, grandi e piccini: la pizza...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza bianca ai wurstel e scarola

La pizza è una delle ricette più adorate da grandi e bambini in ogni Paese del mondo. Si inizia con un impasto di base, il quale viene farcito con diversi ingredienti (verdure, pesce, carne o salumi). Un componente presente sulla maggioranza delle pizze...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza di scarola

La pizza di scarola è una preparazione tipica della cucina napoletana ed è una ricetta perfetta da servire come antipasto durante una cena estiva con gli amici. Prepararla è veramente semplice e veloce ed inoltre, al suo interno, potrete mettere tutti...
Antipasti

Come fare la scarola con acciughe e pinoli

La scarola è una verdura a foglia larga molto usata in Campania. La ricetta seguente si prepara a Napoli durante le feste natalizie e il suo sapore è particolare poiché c'è il contrasto tra il dolce e il salato. La preparazione è molto facile, basta...
Pizze e Focacce

Come fare lo sformato di scarole

In cucina ci si può davvero sbizzarrire, mettendo insieme moltissimi ingredienti genuini, semplici e sani. Anche chi non è molto pratico a creare dei piatti elaborati, può realizzare delle ricette molto semplici e facili da eseguire, usando davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.