Come fare le mandorle ricoperte di cioccolato

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare le mandorle ricoperte di cioccolato
17

Introduzione

Se state cercando un modo per fare delle praline squisite di semplice realizzazione questa è la ricetta che fa per voi: mandorle ricoperte di cioccolato. Si tratta di una preparazione particolarmente adatta al periodo natalizio o comunque invernale, data la copertura di cioccolato, ma se siete particolarmente amanti di questi due ingredienti potete prepararle tutto l'anno. Inoltre, dato l'aspetto particolarmente gradevole del risultato finale, potete anche decidere di regalarle, confezionandole in un sacchetto di plastica per alimenti trasparente. Vediamo come procedere.

27

Occorrente

  • 300 gr di mandorle
  • 300 gr di cioccolato fondente (o al latte o bianco)
37

Scelta del cioccolato

Per prima cosa procuratevi la materia prima e cioè le mandorle e del cioccolato di ottima qualità: quella delle mandorle ricoperte di cioccolato è una preparazione che richiede solo questi due ingredienti, per cui l'utilizzo di prodotti scadenti verrebbe subito notato e rovinerebbe la preparazione finale. Per quanto riguarda il cioccolato il migliore per questa preparazione è quello fondente, almeno al 70%, ma se non è di vostro gusto potete anche decidere di sostituirlo con del cioccolato fondente meno puro o del cioccolato al latte. Se amate un gusto ancora più dolce va bene anche il cioccolato bianco, anche se quest'ultimo fa più fatica a sciogliersi.

47

Tostatura delle mandorle

Prendete le mandorle, sgusciatele senza romperle e mettetele per circa dieci minuti in una ciotola contenente acqua bollente così da riuscire ad ammorbidire la pellicina rossa esterna. Trascorso questo tempo togliete via la pellicina dalle mandorle sfregandole delicatamente con un canovaccio pulito. Potete saltare questo passaggio acquistando mandorle già spellate, purché siano intere. A questo punto mettete le mandorle sulla placca del forno ricoperta dell'apposita carta e fatele tostare a una temperatura di circa 180° per qualche minuto, o fino a quando cominciano a dorarsi in superficie.

Continua la lettura
57

Fusione del cioccolato

Nel frattempo prendete il cioccolato e mettetelo a sciogliere in un pentolino con la tecnica del bagnomaria. È molto importante tenere la fiamma bassa perché se il cioccolato dovesse bruciare assumerebbe uno sgradevole sapore amarognolo rovinando completamente il gusto delle mandorle. Nel frattempo togliete le mandorle dal forno e lasciatele raffreddare bene. Quando anche il cioccolato sarà pronto immergetecele in modo tale che ne vengano perfettamente ricoperte in ogni punto. Ora prelevate con un cucchiaino alcune mandorle ricoperte e adagiatele all'interno di un pirottino di carta. Lasciate solidificare il cioccolato e la preparazione è finita e pronta da gustare.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Curate con la massima cura la scelta degli ingredienti e la fase di fusione del cioccolato: gran parte della riuscita di questo piatto dipende proprio da questi due fattori.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Colazioni dal mondo per iniziare bene la giornata

Paese che vai, colazione che trovi....... Possiamo riassumere così l'argomento che tratteremo in questo articolo, ovvero "le colazioni dal mondo". Basta fare un viaggio all'estero per vedere le differenze che ci sono rispetto al nostro paese, dove la...
Dolci

Un dolce di castagne: Il Montebianco

Chi è che non ha mai assaggiato il famoso dolce Montebianco? È un dessert conosciuto quasi in tutto il mondo ma le sue origini possono essere situate nella zona transalpina che comprende la Francia, il Piemonte e la Lombardia. Non si conosce il periodo...
Primi Piatti

Come fare la vellutata di fave e cicorie

Nella cucina italiana, sono numerose le ricette da cui poter prendere ispirazione nella realizzazione dei piatti da servire ai propri commensali. La stragrande varietà degli ingredienti sarà in grado di appagare anche i palati più esigenti, sempre...
Analcolici

Ricetta: latte di mandorle senza lattosio

Il latte di mandorle è una bevanda dolce che viene consumata, in modo particolare, nella stagione estiva grazie al proprio potere rinfrescante e dissetante, specie se consumata fresca o con del ghiaccio. Il latte di mandorle non contiene lattosio, per...
Primi Piatti

5 mousse per intolleranti al lattosio

Crampi, pancia gonfia e dolente, disturbi intestinali: sono i sintomi ben noti che si manifestano quando chi è intollerante al lattosio ingerisce ricette a base di latte e derivati. Per evitare tali fastidiose conseguenze, spesso ci si priva di tante...
Dolci

Come preparare gli struffoli napoletani senza glutine

Se siete di Napoli, o comunque delle zone limitrofe, conoscerete sicuramente gli struffoli napoletani, questi ultimi sono una ricetta tipicamente natalizia e consistono nella preparazione di palline di pasta fritte che successivamente vengono ricoperte...
Pesce

Come cucinare pesce spada in padella

Quando si pensa al pesce spada, solitamente si considera solo la classica cottura sulla piastra, sia per la semplicità nell'esecuzione che per la rapidità della procedura stessa. In realtà, questo tipo di pesce può essere cucinato egregiamente anche...
Pizze e Focacce

5 tartine salate per il brunch

Il brunch, risulta essere un pasto che si consuma tra le 10:00 e le 12:00 e unisce elementi della prima colazione, a elementi tipici di un pranzo. In questa guida troverete 5 simpatiche idee per presentare ai vostri commensali delle tartine salate gustosissime...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.