Come fare lo sciroppo di rosa canina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La rosa canina è un fiore le cui proprietà terapeutiche erano già note dall'antichità in quanto la sua acqua era spesso impiegata dai medici per il trattamento di alcune patologie oppure per curare certe ferite. Lo sciroppo di rosa canina inoltre veniva somministrato alle persone che soffrivano di patologie ai reni o al cuore. La rosa canina è un fiore molto profumato e si differenzia dalla rosa tradizionale per il fatto di produrre dei frutti ed anche per i suoi petali molto sottili. I frutti della rosa canina sono molto ricchi di vitamina C quando giungono a piena maturazione ed è proprio per questo che lo sciroppo realizzato con essi ha effetti benevoli sull'organismo. In questa breve guida verranno dati dei consigli proprio su come fare lo sciroppo di rosa canina.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 500g di frutti di rosa canina
  • 350g di zucchero
  • 2l d'acqua
  • Estratto di menta (opzionale)
  • Una stecca di cannella (opzionale)
36

Raccolta dei frutti

La prima cosa da fare per poter realizzare lo sciroppo di rosa canina è ovviamente la raccolta dei frutti. Questi devono essere ben maturi e di colore rosso; il loro colore rosso infatti indicherà che hanno raggiunto la piena maturazione e che quindi è possibile raccoglierli. Per realizzare lo sciroppo sarà necessario raccoglierne circa 500g ed avere a disposizione anche 350g di zucchero e 2l d'acqua. La bevanda potrà essere inoltre aromatizzata ed addolcita mediante l'aggiunta di zucchero e di foglie di menta.

46

Preparare l'infusione

Dopo aver raccolto i frutti, lasciarli asciugare al sole per circa 2-3 giorni. Trascorso questo tempo procedere ad eliminare la buccia dai frutti, tagliarli a metà e rimuovere i semi presenti al loro interno mediante l'utilizzo di un coltello. Per facilitare la preparazione dello sciroppo sarà possibile anche tritare i frutti. Dopo averli puliti e privati dei semi, mettere i frutti in una pentola con un litro d'acqua e portare il tutto ad ebollizione. Non appena l'acqua inizierà a bollire, aspettare un paio di minuti e poi spegnere il fuoco e lasciare tutto in infusione per circa 15 minuti.

Continua la lettura
56

Ultimare la preparazione

Appena l'infusione avrà raggiunto la temperatura ambiente, filtrarlo per eliminare eventuali semi ancora presenti, unire la rimanente acqua e portarlo di nuovo ad ebollizione. Successivamente ripetere ancora questa procedura fino al punto in cui il volume del composto non risulterà essere dimezzato. Se si vuole ottenere uno sciroppo dal sapore dolce ed aromatico, aggiungere lo zucchero e l'estratto di menta quando il composto sarà raffreddato e mescolarlo. Aggiungete lo zucchero e lasciarlo ancora cuocere fino a quando il composto non risulterà denso. Lasciare ancora raffreddare e riempire le bottiglie con lo sciroppo così ottenuto. In base al proprio gusto, si potrà anche aggiungere allo sciroppo una stecca di cannella per ottenere un sapore ancor più speziato e caratteristico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere un sapore più particolare aggiungere menta o cannella

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Impiegate nel passato soprattutto come mangime per gli animali, le carrube sono oggi poco consumate. Frutti quasi del tutto dimenticati, si coltivano oggi solamente in ...
Dolci

Come si preparano i Marron glacé

Il marron glacé nasce da un particolare processo pasticcero di una castagna sciroppata ricoperta interamente da una glassa di zucchero! P. Le castagne, oltre ad ...
Dolci

Come preparare il sorbetto ai frutti di bosco

Il sorbetto è un dessert freddo le cui origini risalgono ai tempi dei romani. Lo potete trovare al limone, al caffè, al mandarino, ma quello ...
Dolci

Come fare lo sciroppo di mirtilli

Il mirtillo nasce e cresce spontaneamente da arbusti in località a clima temperato. Le varietà di mirtilli sono moltissime, ma i più noti sono quelli ...
Vino e Alcolici

Come confezionare liquori da regalo

I liquori fatti in casa sono un graditissimo regalo per amici e parenti. Prima di darvi qualche ricetta sfiziosa dovete sapere che esiste un procedimento ...
Analcolici

Come preparare lo sciroppo di rose

Tra i fiori più profumati e più belli da poter tenere in casa o da tenere in giardino, vi sono sicuramente le rose. Le rose ...
Dolci

Castagne sciroppate: la ricetta tradizionale

Quando arriva l'autunno, la prima immagine che ci viene in mente è quella degli alberi che cambiano colore. Con la nuova stagione cambiano anche ...
Dolci

Come preparare la bavarese ai frutti di bosco

La bavarese ai frutti di bosco è una ricetta piuttosto facile da preparare. Se non hai molta esperienza in cucina non disperare. La preparazione richiede ...
Analcolici

10 cocktail a base di ciliegia

Rosse, gustose ed estive le ciliegie sono l'accompagnamento ideale di tanti piatti, insalate e dolci. Le ciliegie sono ottimi ingredienti per la preparazione di ...
Dolci

Ricetta: cheesecake con marmellata alla rosa canina

La cheesecake è un dessert tipico della tradizione culinaria americana che al giorno d'oggi è conosciuto ed apprezzato in ogni parte del mondo. Si ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.