Come fare un tè alla salvia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La salvia è una delle piante che più facilmente si adattano al clima divenendo facilmente coltivabile e, in alcuni casi, crescendo spontaneamente. Il nome di questa pianta, originaria del Mediterraneo, deriva da "salus", una parola latina che oggi traduciamo con "salute". Proprio il suo nome fa presagire le numerose proprietà benefiche della salvia che non solo è ottima in cucina per insaporire primi e secondi piatti, ma è anche una gustosa bevanda se messa in infusione. A tal proposito, nei passi a seguire vedremo come fare un tè alla salvia e quali sono le proprietà benefiche di questa pianta sempreverde.

25

Occorrente

  • Per 4 persone: 4 cucchiaini di tè nero - 10 foglie di salvia - 1 litro di acqua minerale naturale - zucchero di canna - miele di acacia o timo
35

Proprietà della salvia

Come accennavamo, la salvia è una pianta ricca di proprietà benefiche per la nostra salute. La presenza di oli essenziali, acido tannico e resine, rende le foglie di salvia un efficace digestivo ma anche un ottimo rinfrescante nei periodi di calura estiva. Come non bastasse, la salvia si rivela anche un decongestionante e cardiotonico, dunque, un toccasana per il benessere del cuore. Di grande aiuto anche nei periodi invernali quando, le malattie da raffreddamento, sono molto diffuse. La salvia infatti aiuta ad accelerarne il processo di guarigione.

45

Preparazione

Ora che conoscete tutti i benefici di cui godrete utilizzando la salvia, vediamo finalmente come preparare il nostro tè. La preparazione è molto semplice e saranno sufficienti pochi minuti. Iniziate mettendo a bollire un litro di acqua, possibilmente imbottigliata per impedire che i sali minerali presenti nell'acqua del rubinetto alterino il gusto della bevanda che andiamo a preparare. Solo quando l'acqua sarà giunta a ebollizione, aggiungete alcune foglie di salvia e qualche cucchiaino di tè nero che troverete in erboristeria o al supermercato nelle classiche bustine. Se ne avete uno, potete riempire un infusore con il tè nero macinato in modo da facilitarvi il compito al momento di filtrare la bevanda. Il tempo di infusione è di almeno dieci minuti.

Continua la lettura
55

Servire il tè

Prima di servire il tè alla salvia dovrete filtrarlo e lasciarlo decantare, in una caraffa, per alcuni minuti. Il tè alla salvia può essere servito sia caldo che freddo a seconda che vogliate rinfrescarvo o alleviare il raffreddore. Nel primo caso, servitelo in bicchieri lunghi e aggiungete del ghiaccio. Altrimenti servitelo nelle classiche tazze da tè decorandone il bordo con delle foglioline di salvia. Come dolcificante usare zucchero di canna o in alternativa è ottimo anche del miele di acacia o di timo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come preparare la salvia fritta in pastella

In cucina, oltre alle salse ed ai condimenti, si utilizzano moltissimo anche le erbe aromatiche. Esse conferiscono un particolare aroma ad ogni genere di piatto. Una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina è la salvia che, in abbinamento al burro,...
Antipasti

Come preparare i crostini con salvia

Per essere davvero completo, un pasto che si rispetti deve presentare più portate. Per ingolosire e stuzzicare i commensali non può mancare uno sfizioso antipasto. Gli antipasti possono essere di vario tipo, a base di carne, pesce, verdure o farinacei....
Antipasti

Come conservare la salvia

La salvia è una pianta intensamente aromatica che cresce in luoghi erbosi e che, a differenza dei suoi "cugini", ovvero il basilico e il prezzemolo, le sue foglie sono molto più robuste e hanno una consistenza resinosa. Ma una volta raccolta, tutte...
Primi Piatti

Come preparare il pesto di salvia

Il pesto è uno dei condimenti più amati dagli italiani. Esistono molte varianti del pesto alla genovese, come quello di rucola, zucchine, di broccoli e così via. Oggi ci cimenteremo in cucina a prepararne uno, il pesto di salvia. È un pesto molto...
Cucina Etnica

Come fare la salsa burro e salvia

Uno dei piatti più gustosi e amati della nostra fantastica tradizione culinaria italiana sono i tortellini burro e salvia. Ma questo buonissimo ed economico condimento è perfetto per condire qualsiasi tipo di pasta ed è semplicissimo da preparare....
Vino e Alcolici

Come preparare il vino alla salvia

Nel tempo libero esistono una marea di attività da svolgere, ma ritengo che una delle più interessanti sia la preparazione di una ricetta. Gustarsi una propria produzione ci offre la possibilità di goderci i frutti del nostro lavoro, e questo ci fa...
Pesce

Come fare l'orata al pesto di salvia e rosmarino

L'orata al pesto di salvia e rosmarino è una portata davvero appetitosa ed invitante. È un secondo perfetto da presentare ad una cena tra amici. È ottimo da portare in tavola al pranzo della domenica. Il sapore inconfondibile dell'orata appena pescata,...
Pesce

Antipasto di mare: tortino di alici alla salvia

Il tortino di alici alla salvia rappresenta un gustosissimo antipasto, in cui i sapori di mare e terra si fondono creando un piatto dal sapore unico. Questa ricetta prevede l'utilizzo di pochi e semplici ingredienti e, pur essendo molto semplice da preparare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.