Come invecchiare il vino in botte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

I vini che traggono benefici dall'invecchiamento risultano essere esattamente i vini rossi che però devono essere conservati solamente per un certo periodo di tempo, il quale risulta essere precisamente diverso da vino a vino. Il modo per riconoscere lo stato di invecchiamento di un vino è molto semplice: basta guardare il colore!! Se il colore è rosso porpora vuol dire che il vino è molto giovane, se il colore rosso granato vuol dire che è invecchiato ma non ancora abbastanza. Il colore che dovete raggiungere è l'aranciato. Naturalmente, provvedendo da soli all'invecchiamento del vostro prezioso vino, non avrete la necessità di rivolgervi ad un professionista per farlo al posto vostro, in tal modo otterrete dunque un notevole risparmio economico. Continuate, quindi, a leggere questa interessante ed utile guida per apprendere in modo piuttosto semplice e veloce come invecchiare il vino in botte.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Botte di legno
  • Cantina per tenere la botte o un posto adeguato
35

I vini rossi si possono invecchiare in modo semplice nelle botti, dal momento che queste risultano essere sufficientemente porose per consentire l'interscambio con l'ambiente aereo che risulta essere estremamente pericoloso per i vini bianchi. Quindi, la prima cosa che dovrete fare risulta essere quella di disinfettare le botti a dovere, dopodiché versateci il vino e mettetele in un posto dove possono restare tutto il tempo necessario per far invecchiare il vostro vino. È molto importante sapere che il vino quando invecchia ha diverse fasi, le quali vi consentiranno di capire l'evoluzione dell'invecchiamento del vostro vino. La prima fase riguarda esattamente la fermentazione malolattica dove avvengono i primi ed importanti cambiamenti che rendono il vino più morbido. In questa fase il vino tenderà ad assumere esattamente il color rubino.

45

La seconda fase per l'invecchiamento del vostro vino, si chiama esattamente elevazione in fusti, nella quale il legno cede precisamente delle sostanze al vino che lo rendono più rotondo. Queste sostanze si chiamano precisamente aldeidi, cinnamica e vanillina. Dato che la botte è di legno il vino non riesce ad estrarre grandi quantità di aromi come succederebbe, al contrario, da botti del tutto nuove. In questa precisa fase il vino tenderà precisamente al color rosso granato.

Continua la lettura
55

Dopo che il vino è stato perfettamente conservato per il tempo necessario, si travasa accuratamente all'interno delle bottiglie. Tale specifico passaggio, consentirà al vostro vino di acquisire moltissimi nuovi aromi.
Una cosa molto importante in questa fase risulta essere esattamente quella di porre la bottiglia precisamente in orizzontale, per non far seccare fastidiosamente il tappo e farlo restare elastico, altrimenti nel vino avverrebbero scambi gassosi con l'esterno e prenderebbe un sapore sgradevole.
Le bottiglie, inoltre, dovrebbero essere di vetro scuro così che la luce non possa rovinare il vino conservato al loro interno, causando di conseguenza fenomeni di imbrunimento.
In questa precisa fase il vino tenderà al color aranciato e sarà al massimo del suo sapore. A questo punto, la fase di invecchiamento del vostro vino risulta essere terminata, potrete dunque gustare adesso un ottimo bicchiere di vino in compagnia di amici e familiari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare la grappa barricata

Chi di voi non ama gustare un bicchierino di grappa dopo un bel pranzo abbondante, rilassandosi comodamente su una belle poltrona? I tipi di grappa ...
Vino e Alcolici

Come scegliere un buon vino rosso

In questa guida, vogliamo cercare di proporre a tutti voi, cari lettori, un metodo per capire come poter scegliere un buon vino rosso, per gustarlo ...
Vino e Alcolici

Come barricare il vino

Un aspetto affascinante del vino è il percorso che compie prima di arrivare sulla nostre tavole. In estate e all'inizio dell'autunno l'uva ...
Vino e Alcolici

Come barricare il vino

Un aspetto affascinante del vino è il percorso che compie prima di arrivare sulla nostre tavole. In estate e all'inizio dell'autunno l'uva ...
Analcolici

Come fare il Vin Santo

Il Vin Santo, per dirla come la direbbero gli intellettuali chic, è un vino toscano da meditazione, un vino che accompagna il fine pasto e ...
Vino e Alcolici

Come catalogare il vino

Se siete degli amanti del vino sicuramente vi piace avere sempre in casa una vasta scelta di vini buoni, pregiati e di alta qualità. Ovviamente ...
Analcolici

Come fare un buon vino rosso

Il vino, si sa, è l'alcolico maggiormente apprezzato dagli italiani e, per questo, abbonda su ogni tavola, a prescindere dalla dislocazione geografica. Sono molte ...
Vino e Alcolici

Guida alle tecniche di tappatura delle bottiglie di vino

Naturalmente, quando si parla di tappatura delle bottiglie di vino, si fa riferimento ad un passaggio fondamentale nel lungo processo produttivo. Si tratta di una ...
Vino e Alcolici

Come servire e accompagnare il vino barricato

Il vino è una particolare bevanda alcolica, ottenuta dall'uva, mediante un particolare procedimento che prevede la fermentazione di tale frutto. Esistono moltissimi tipi di ...
Vino e Alcolici

Carne rossa: i vini da abbinare

Che sia cotta in maniera semplice ed essenziale o preparata secondo ricette più elaborate e sofisticate, la carne rossa rappresenta sicuramente una protagonista della classica ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.