Come marinare il tacchino in salamoia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se volete rendere il tacchino veramente gustoso, una scelta molto azzeccata sarà quella di marinarlo in salamoia. Si tratta di una procedura non particolarmente complessa e che inoltre non vi richiederà troppo tempo, e in questo modo sarete pienamente in grado di stupire i commensali in occasione di un pranzo della domenica. Vediamo ora, passo dopo passo, tutte le indicazioni utili su come marinare il tacchino in salamoia.

24

Innanzitutto è bene tenere presente che la salamoia andrà preparata almeno due giorni d’anticipo rispetto alla data in cui si prospetta la cottura del tacchino. Per cucinare la salamoia, sarà necessario sciogliere la quantità necessaria di sale e di zucchero all’interno di una pentola d’acqua bollente, successivamente lasciare a raffreddare e conservare in frigorifero per una notte.
Il giorno successivo potrete procedere a mescolare tutti i condimenti che preferite. Dunque procuratevi una zuppiera (che sia adatta alle dimensioni del tacchino) e versateci dentro dell’acqua calda. Aggiungete la soluzione di sale e zucchero che avevate lasciato a riposare durante la notte. A questo punto, potete aggiungere anche i condimenti. Procedete mescolando con cura la salamoia. Se preferite, anziché utilizzare dell’acqua potete impiegare del tè oppure del brodo.

34

Ora prendete il tacchino. Se vi sono delle corde intorno ad esso, procedete a rimuoverle con cura, per non incontrare problemi durante la successiva immersione nella salamoia. Sciacquatelo, sia internamente che esternamente. Una volta che la pulizia sia stata eseguita con attenzione, potete procedere ad immergere il tacchino nella salamoia. Poggiatelo all’interno della zuppiera, e fate in modo che risulti completamente coperto dalla salamoia. Se necessario, potete aggiungere dell’ulteriore acqua. Se per caso notate che il tacchino galleggia, con l’ausilio di un piccolo peso tenetelo immerso del tutto, ed evitate che si muova.

Continua la lettura
44

Lasciatelo in quella posizione per qualche ora. Una volta trascorso il tempo necessario, rimuovete il tacchino dalla salamoia, sciacquatelo di nuovo sotto l’acqua fredda ed asciugatelo, magari con l’ausilio di una carta assorbente. A questo punto, riponete a riposare il tacchino a temperatura ambiente per circa un’ora, in questo modo si semplificheranno e ridurranno i tempi di cottura. Adesso procedete a cuocerlo. Quando la fase di cottura sarà terminata, poggiatelo su di un piatto da portata e servitelo ben caldo a tutti gli altri commensali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: code di gamberi in salamoia

I gamberi sono dei crostacei molto apprezzati in cucina. Il loro sapore delicato e dolce consente di mangiarli anche crudi purché siano freschi. Con i gamberi si possono preparare sfiziosi antipasti, gustosi primi e appetitosi secondi piatti. In genere...
Dolci

Come preparare la salamoia di limoni

Non si sente molto spesso parlare della salamoia di limoni, ma se volete conoscere come preparare questa squisitezza seguite questa guida. Si tratta di una preparazione tipica del Marocco, Tunisia ed Algeria e consiste in una preparazione a base di limoni,...
Antipasti

Come preparare le olive in salamoia

Quotidianamente ci capita di avere a che fare con pietanze differenti: molte di queste non piacciono a tutti, anzi, le persone si riscoprono sempre diverse in quanto a sapori e gusti culinari. Uno degli ingredienti che accomuna quasi tutti, sono le olive....
Antipasti

Come fare gli asparagi in salamoia

Gli asparagi in salamoia sono un classico della tradizione italiana. La ricetta base è abbastanza semplice da realizzare, anche se occorre porre attenzione a tutti i passaggi. La sterilizzazione dei vasetti è di estrema importanza, in quanto garantirà...
Primi Piatti

Zuppa polacca ai cetrioli in salamoia

L'inverno è la stagione perfetta per preparare e gustare in compagnia un'ottima zuppa calda, ricca di sostanze nutrienti per l'organismo e, naturalmente, di sapori e profumi inebrianti. Ecco una ricetta inusuale ed originale per una zuppa dai sapori...
Antipasti

Fagottini di prosciutto e formaggio

I fagottini di prosciutto e formaggio, grazie alla loro originalità e semplicità, sono un ottimo modo di iniziare un aperitivo. Essi rappresentano un antipasto freddo quindi è consigliabile mangiarli durante il periodo estivo, proprio per rinfrescarsi....
Pesce

Come fare le alici al peperoncino

L'alice o acciuga è un pesce osseo che vive in branco insieme ad altre specie facenti parte del cosiddetto pesce azzurro. È di grande importanza economica, diffuso nell'Oceano Atlantico orientale oltre che nel Mediterraneo e nel Mar Nero. È più presente...
Consigli di Cucina

Come togliere l'amaro dalle olive

È risaputo che la terra ci regala tanti frutti, dalle mele alle arance, dai limoni ai mandarini, fino ad arrivare alle olive. Gli alberi che producono queste ultime stanno attraversando un periodo piuttosto brutto, in quanto sono infestate da un parassita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.