Come preparare gli involtini di trippa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida forniremo alcuni semplici consigli su come preparare gli involtini di trippa in modo facile e veloce, ottimizzando al massimo tempo ed energie. Si tratta di una ricetta tipica della regione Lazio che richiede una cottura paziente ed attenta ma il risultato finale vi ripagherà certamente degli sforzi ed otterrete un secondo piatto decisamente gustoso. Vediamo come procedere.

27

Occorrente

  • 600 gr. di trippa vaccina
  • 100 gr. di mortadella
  • 100 gr. di pecorino
  • 2 uova sode
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 kg. di passata di pomodoro
  • due spicchi d'aglio
  • prezzemolo
  • una carota
  • sedano
  • mezza cipolla
37

Preparazione trippa

Come prima cosa procuratevi la trippa presso una macelleria di fiducia quindi, una volta a casa, pulitela accuratamente, eliminando tutte le parti scure e lavatela più volte immergendola in acqua ed aceto. Una volta perfettamente pulita mettete la trippa in una pentola capiente, immersa in acqua e scottatela giusto il tempo necessario per farla ammorbidire. Scolatela, adagiatela su un tagliere e, dopo averla lasciata raffreddare, tagliatela in modo da ottenere tanti piccoli fazzolettini, che andrete a farcire. Arrivati a questo punto preparate il ripieno per gli involtini. Tagliate la mortadella ed il pecorino a cubetti, affettate le uova sode in quarti e tritate finemente aglio e prezzemolo quindi mescolate bene tutti gli ingredienti all'interno di una ciotola capiente.

47

Preparazione ripieno

Quando il vostro "impasto" sarà ben amalgamato prendetene un cucchiaio abbondante e farcite piano piano ogni involtino, collocando il ripieno esattamente nel mezzo di ciascun pezzetto di trippa, sul lato liscio. Arrotolate bene e chiudete ciascun involtino con un pezzetto di filo di cotone oppure con le budella lavate e pulite. Qualora usiate il filo ricordatevi di tagliarlo ed eliminarlo prima di servire il vostro piatto in tavola ai vari commensali poiché non è commestibile. Successivamente, in una padella antiaderente, fate scaldare tre cucchiai d’olio extravergine d’oliva ed un trito di sedano, carota e cipolla quindi rosolate a fuoco alto gli involtini fino a dorarli e sfumate con il vino bianco.

Continua la lettura
57

Cottura

Quando il vino sarà evaporato aggiungete la passata di pomodoro, allungata con mezzo bicchiere d’acqua, ed una spolverata di prezzemolo tritato; regolate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso, con coperchio, per almeno 2 ore, avendo cura di mescolare di tanto in tanto fino a far "restringere" la salsa. Ricordatevi che il segreto della ricetta risiede nella cottura lenta.
Una volta pronti servite gli involtini adagiati in un piatto fondo e bagnati con abbondante sugo, preferibilmente con l’aggiunta di un pizzico di peperoncino piccante ed una bella spolverata di pecorino grattugiato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare la trippa alla romana

La trippa alla romana rappresenta senza dubbio uno dei piatti tipici della tradizione gastronomica dell'Italia centrale e in particolare del Lazio. Si tratta essenzialmente di una ricetta davvero piuttosto semplice da preparare e anche molto economica....
Primi Piatti

Trippa alla romana: ricetta tradizionale

La ricetta tradizionale della trippa alla romana è un classico della cucina italiana. Il sapore è deciso e sicuramente inconfondibile. Tutti gli ingredienti sono mixati alla perfezione, dal guanciale, al pomodoro fino alla freschissima menta. Immancabile...
Carne

Come preparare la trippa alla canadese

La trippa è uno dei piatti tipici della tradizione culinaria romana. Molti non sanno che però questo piatto è diffuso anche all'estero e si presenta in tantissimi modi diversi. La trippa, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è affatto...
Primi Piatti

Maccheroni con la trippa

La trippa viene ricavata dallo stomaco del bovino. Nella tradizione italiana, era considerato un piatto povero ma allo stesso tempo molto diffuso. Infatti sono numerosissime le ricette che prevedono l'utilizzo della trippa. La cucina savonese propone...
Carne

Come cuocere la trippa di manzo

La trippa è un alimento che affonda le sue radici nella notte dei tempi, si tratta infatti di un piatto con origini molto antiche. In ogni regione è possibile trovare numerose varianti per cucinare questo piatto come ad esempio alla milanese, alla romana...
Carne

Ricetta per trippa con i carciofi

La trippa altro non è che una parte dello stomaco dei bovini macellati. Abitualmente si acquista già cotta in quanto la sua bollitura iniziale richiederebbe molte ore; tuttavia è necessaria una seconda lessatura di circa un paio d'ore. Quest'ultima...
Carne

Ricetta per la trippa alla fiorentina

La trippa alla fiorentina è un piatto tipico delle trattorie, ma presente anche in alcuni ristoranti molto rinomati. Con questa ricetta, che vede l'aggiunta finale del parmigiano grattugiato, anche un ingrediente che può destare qualche perplessità...
Carne

Come preparare la trippa alla bolognese

La trippa alla bolognese è un piatto tipico della tradizione romagnola che viene preparato in inverno. Ha un sapore ricco e può essere servita anche come piatto unico se si accompagna con polenta calda oppure con un abbondante contorno di verdure stufate....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.