Come preparare gli scialatielli al ragù bianco speziato

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare gli scialatielli al ragù bianco speziato
15

Introduzione

Se intendete preparare un ragù, anziché farlo con il pomodoro quindi dal classico colore rosso, potete optare per quello bianco arricchendolo con delle spezie da inserire durante le varie fasi di lavorazione. In riferimento a ciò, ecco una guida con le istruzioni su come preparare gli scialatielli al ragù speziato.

25

Occorrente

  • Scialatielli 500 gr.
  • Verdure miste 200 fr.
  • Chiodi di garofano 20 gr.
  • Rosmarino 20 gr.
  • Cannella 5 gr.
  • Olio d'oliva q.b.
  • Carne macinata di vitello 200 gr.
  • Zafferano 1 bustina
  • Vino bianco (1 bicchiere)
35

Prima di iniziare parliamo subito della specie di pasta da usare per elaborare la ricetta, e quindi degli scialatielli, che vengono realizzati semplicemente con acqua e farina; infatti, dopo aver creato l’impasto, con le mani si modella un lungo serpentello che poi si arrotola, facendolo diventare di una forma elicoidale, e poi si taglia a pezzetti di circa 8 centimetri cadauno. Una volta preparati li lasciate riposare, e vi dedicate alla preparazione del ragù speziato. Gli scialatielli come si evince dal nome stesso, rappresentano una delle paste fatte in casa più diffuse della Campania ed in particolare della zona dei Campi Flegrei.

45

Per iniziare tritate le verdure che avete scelto, dopo ovviamente averle lavate e pulite. Prendete poi una padella ed aggiungeteci un filo d'olio d’oliva facendolo scaldare, e inserite le suddette verdure e rosolatele. Quando iniziano a soffriggere aggiungeteci poi dei chiodi di garofano, del rosmarino e un pizzico di cannella, e continuate la cottura girando spesso per evitare che possano bruciarsi. A questo punto terminata la prima fase di cottura del ragù e quindi di tutte le verdure, passate alla carne. Nello specifico aggiungete quella macinata di vitello, e girate frequentemente per farla cuocere in modo uniforme. Quando avrà raggiunto il colore marroncino tipico della carne cotta, aggiungete del vino sfumandolo subito dopo.

Continua la lettura
55

A questo punto inserite anche un po' di acqua calda e dello zafferano, dopodiché coprite il composto con un coperchio, e fate cuocere a fiamma bassissima per almeno 120 minuti, ed ogni mezz'ora controllate se si asciuga troppo, e in tal caso aggiungete ancora dell’acqua. Trascorse le suddette due ore il ragù speziato è pronto, per cui non vi resta che lasciarlo riposare, e poi dopo una buona mezz’ora mettete la pentola sul fuoco con l’acqua, salatela e quando bolle versate gli scialatielli preparati in precedenza. Appena cotti ossia dopo circa 6-8 minuti, li scolate e li condite con il ragù che nel frattempo raffreddandosi si è perfettamente compattato. Alla fine, servite il piatto in tavola con abbondante parmigiano grattugiato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: scialatielli allo zenzero e curcuma

Gli scialatielli sono un tipo di pasta simile, nell'aspetto, alle fettuccine, anche se appaiono più spessi ed il loro sapore è decisamente particolare Sono tipici della cucina campana e vengono realizzati in casa da abili mani esperte, per un gusto...
Primi Piatti

Ricetta: scialatielli ai cannolicchi e pomodorini

Una delle ricette più golose è senz'altro un bel piatto di scialatielli ai cannolicchi e pomodorini.È una portata assolutamente gustosa, fresca e saporita che rende speciale ogni vostro pranzo o cena che sia, adatta ad ogni occasione e perfetta per...
Primi Piatti

Ricetta: scialatiello alle cozze su crema di pistacchi

Ecco una nuova ed interessante ricetta, che ci permetterà di portare in tavola, tutto il sapore del mare, in particolar modo durante questo periodo estivo, che stiamo vivendo. Nello specifico cercheremo di utilizzare le cozze, un prodotto che durante...
Primi Piatti

Come preparare il ragù di cavallo

La tradizione della cucina mediterranea, con le proprie sfumature che caratterizzano le diverse regioni italiane vuole che, un pranzo domenicale che si rispetti, abbia come prima portata il ragù. Tuttavia, nelle Puglie il ragù viene spesso abbinato...
Pizze e Focacce

Guida ai piatti tipici della Campania

L'Italia è un paese che ha una rinomata tradizione culinaria; infatti, vengono preparati tantissimi piatti squisiti. Ciascuna regione ha delle ricette semplici e sopraffine, ma ad ognuna di esse corrisponde il proprio cavallo di battaglia. Leggendo questa...
Vino e Alcolici

Guida ai vini campani

La Campania è nota nel mondo per essere terra di sole, di archeologia, musica e storia. È conosciuta per il Vesuvio, la pizza, il mandolino ma anche per i suoi vini eccellenti. La tradizione dei vini campani risale all'antichità classica quando prima...
Consigli di Cucina

Consigli per un ragù succulento

Il ragù è un condimento tipico della tradizione gastronomica italiana. Si tratta di un sugo a base di carne trita, unito a salsa di pomodoro ed a un soffritto di sedano, carote e cipolle, tritati finemente. La peculiarità del ragù è data dalla sua...
Primi Piatti

Ricetta: tortello al ragù alla bolognese

Per preparare un primo in grande stile, basta scegliere la pasta e il condimento giusto. Tanto che, il tortello al ragù alla bolognese fa parte di questa lista. Infatti, viene preparato spesso durante le feste. Ma, anche la domenica quando a tavola si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.