Come preparare gli struffoli napoletani senza glutine

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se siete di Napoli, o comunque delle zone limitrofe, conoscerete sicuramente gli struffoli napoletani, questi ultimi sono una ricetta tipicamente natalizia e consistono nella preparazione di palline di pasta fritte che successivamente vengono ricoperte da una glassa a base di miele e quindi guarnite con canditi. Se siete interessati a questo argomento, in seguito vi verrà spiegato nel modo più semplice e chiaro possibile come preparare gli struffoli napoletani senza glutine, adatti per esempio a chi soffre di celiachia.

27

Occorrente

  • Per l'impasto degli struffoli: 500 gr di farina (quella senza glutine), 4 uova, 50 gr di burro o margarina, 2 cucchiai di zucchero, un bicchierino di anice o di liquore Strega, la buccia grattugiata di mezzo limone, un pizzico di sale, olio di semi per friggere
  • Per la glassa: 400 gr di miele, 50 gr di zucchero, 25 gr di acqua
  • Per decorare: canditi, codette colorate
37

Primi passi

Come prima operazione da compiere per iniziare la preparazione dei vostri struffoli napoletani senza glutine, è sicuramente quella di procedere nella realizzazione dell'impasto, ossia le caratteristiche "palline". Per prima cosa, dovrete andare a setacciare la farina, ricordatevi naturalmente di utilizzare la farina che non contiene glutin. A questo punto dovrete fare un incavo nel centro e versate tutte quante le uova, il burro ben ammorbidito, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, il liquore e un pizzico di sale.

47

Fase intermedia del lavoro

In seguito, come seconda fase del vostro lavoro, dovrete procedere andando ad impastare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Trascorsa un ora di riposo, dovrete procedere andando a prendere l'impasto e successivamente realizzare dei bastoncini grossi come una matita, tagliateli quindi a pezzettini, dopodiché immergeteli, poco per volta, nell'olio bollente ma non fumante. Non appena le palline si saranno dorate, scolatele e quindi lasciatele raffreddare su un foglio di carta assorbente. Vediamo ora come preparare la glassa e guarnire le palline per creare gli struffoli. In una casseruola, fate scaldare il miele, lo zucchero e l'acqua.

Continua la lettura
57

Ultima fase

Quando il miele sarà diventato di un bel colore d'oro scuro, starà a significare che dovrete andare a togliere la casseruola dal fuoco e quindi versare gli struffoli nel miele. A questo punto, dovrete mescolare per bene il tutto, dopodiché versate il vostro preparato in un piatto unto cercando di dargli una forma che ricordi quella di una ciambella con un grosso buco in mezzo. Infine cospargete la superficie di canditi e codette colorate senza glutine. Gli struffoli si conservano anche per una settimana. A questo punto, il lavoro risulta ormai terminato, non vi resterà altro che gustarvi il tutto. Farete senza dubbio un'ottima figura sia con i vostri familiari, che con eventuali ospiti presenti a tavola.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: struffoli al cioccolato

Gli struffoli sono un dolce tipico della regione Campania. La loro preparazione, non richiede molto tempo da dedicare e si tratta di una ricetta molto divertente ed estremamente semplice da realizzare con l'utilizzo di pochi ingredienti. Di struffoli...
Dolci

Ricetta: struffoli al caramello e cioccolato bianco

Tipici della cucina napoletana, gli struffoli sono ormai un must del periodo natalizio. La forma più classica di questo dolce è quella sferica. Allo sguardo sembra quasi di avere a che fare con delle polpette dolci. Ma appena si assaporano, ci si accorge...
Dolci

Come fare la pignolata calabrese

La pignolata calabrese per la sua composizione è simile agli struffoli napoletani, si differenzia soltanto per pochi ingredienti e per la classica disposizione a pigna. Il dolce va decorato con miele liquido e diavoletti colorati. La pignolata calabrese...
Consigli di Cucina

5 utilizzi del miele in cucina

Se siete abituati ad utilizzare il miele solo come dolcificante di infusi e tisane, allora possiamo dirvi che state veramente perdendo il meglio che questo prodotto può offrire. Non a caso, in passato ma talvolta ancora oggi, esso è soprannominato "il...
Dolci

5 ricette per dolci di carnevale senza glutine

Il freddo grigiore invernale sembra fermarsi un momento quando il periodo di Carnevale irrompe con i suoi colori vivaci! Coriandoli, maschere e musica rallegrano l'uggioso panorama, regalandoci una ventata giocosa e spensierata. Carnevale è anche il...
Dolci

Pasqua: dolci tipici napoletani

Nell'occasione delle festività pasquali, la cucina napoletana è particolarmente ricca e festaiola, e tramite questa guida potremo assistere ad una carrellata di dolci tipici napoletani preparati per il periodo della Pasqua. Potremo provare a scegliere...
Dolci

Come preparare cannoli siciliani alla napoletana

I cannoli siciliani e i cannoli napoletani, nonostante siano due tipologie di dolci profondamente differenti, allo stesso tempo sono legati da un grandissimo successo da parte di tutti i palati del mondo. Con la guida di seguito, proveremo a fare un esperimento:...
Pizze e Focacce

Guida ai piatti tipici della Campania

L'Italia è un paese che ha una rinomata tradizione culinaria; infatti, vengono preparati tantissimi piatti squisiti. Ciascuna regione ha delle ricette semplici e sopraffine, ma ad ognuna di esse corrisponde il proprio cavallo di battaglia. Leggendo questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.