Come preparare i funghi trifolati

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare i funghi trifolati
16

Introduzione

I funghi trifolati sono una specialità molto gustosa, esclusivamente italiana. La parola "trifolato" deriva dal nome del tartufo in dialetto "trifola", e significa preparato come un tartufo, cioè cucinato con aglio e prezzemolo in olio d'oliva. Si tratta di una ricetta molto semplice da preparare, eccellente se servita con una bistecca. I funghi trifolati vengono preparati utilizzando i porcini selvatici, che sono quelli migliori e più gustosi e si possono trovare appunto solo in Italia. L'autunno è la stagione migliore per mangiarli, quando si possono trovare freschi sia nei negozi che nei ristoranti. Ma ora vediamo come preparare i funghi trifolati.

26

Occorrente

  • Cipolla
  • Olio
  • Funghi Champignon
  • prezzemolo
36

Pulire per bene i funghi

C'è da precisare, come prima cosa, che in questa ricetta si possono utilizzare diverse tipologie di funghi in assenza dei porcini, come anche un misto di funghi o solo gli Champignon per via della loro leggerezza e del profumo delicato. Il primo passo da fare è pulire bene i funghi, raschiandoli attentamente con uno straccio umido e strofinandoli bene, di modo da togliere il terriccio in eccesso. Solitamente, infatti, troverete molta terra attaccata ai funghi, (a meno che non vengon acquistati surgelati) per cui bisognerà lavarli bene per evitare che questa rimanga attaccata alla cuticola.

46

Tagliare i funghi a fettine sottili

Una volta lavati e puliti, tagliare i funghi a fettine abbastanza sottili; tagliare la cipolla molto finemente e nel frattempo mettere a scaldare l'olio nella padella (in alternativa è possibile utilizzare il burro al posto dell'olio). Porre la cipolla affettata nella padella e lasciarla soffriggere fino a quando non si sarà dorata, stando sempre attendi a non bruciarla. Ora si possono aggiungere i funghi con una spruzzata di vino bianco.

Continua la lettura
56

Rivoltare i funghi durante la cottura

Molto importante è rivoltare spesso i funghi durante la cottura onde evitare che si attacchino alla padella; i tempi di cottura dipendono dallo spessore delle fettine di funghi, anche se mediamente per preparare i funghi trifolati non ci vogliono al massimo 20-30 minuti. È importante accertarsi che i funghi siano realmente cotti, perché se restassero un po' crudi risulterebbero più pesanti ed indigesti. Altrettanto importante è anche tenere il coperchio sulla padella per evitare che i liquidi evaporino troppo durante la cottura e che i funghi si brucino. Infine, nel momento in cui ci si accorge che i funghi sono quasi del tutto cotti, aggiungere, secondo i propri gusti, il prezzemolo tritato e mescolare per insaporire bene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come fare i bocconcini di pollo ai funghi trifolati

I bocconcini di pollo ai funghi trifolati rappresentano una deliziosa alternativa alle pepite di pollo, in più la presenza di funghi offre un ottimo apporto di proteine vegetali e di vitamina D. Sono, quindi, un ottimo modo per far mangiare la carne...
Antipasti

Come prepare i carciofi trifolati

I carciofi trifolati si preparano praticamente in tutta Italia. Esistono numerose variazioni di ricette regionali sul tema e, per arricchire questo gustoso piatto, in ognuna di esse si aggiungono vari ingredienti, anche locali. Si tratta inoltre di una...
Antipasti

Come preparare I Finferli Trifolati

I finferli sono una particolare tipologia di funghi ideali da utilizzare in cucina non solo durante la preparazione di primi piatti come ad esempio i risotti, ma anche secondi e contorni grazie alla loro versatilità. Se si hanno ospiti all'ultimo momento...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare i funghi

I funghi costituiscono uno degli ingredienti base della cucina. Le tante varietà poi, permettono preparazioni davvero variegate. Specie nelle zone di collina, o comunque con molte aree verdi e boschi, i funghi porcini fanno da padroni. Ma anche i più...
Carne

Vitello gratinato con funghi e parmigiano

I funghi vengono utilizzati in tantissime ricette in quanto si sposano benissimo con tutti gli ingredienti. Infatti, essi sono adatti sia per la preparazione di antipasti che per primi e secondi piatti e naturalmente anche per contorni. Leggendo questo...
Antipasti

Ricetta: tramezzini con rucola e crema di pecorino

Se siete in cerca di un invitante finger food in previsione di una gita fuori porta o un weekend in famiglia da trascorrere all'aria aperta o desiderate servire uno sfizioso antipasto in occasione di una cena estiva in terrazzo insieme ai vostri più...
Antipasti

Come pulire e cuocere carciofi

In cucina i carciofi sono un ingrediente davvero molto versatile: si possono fare trifolati, fritti oppure bolliti. Potete cucinarli in tantissimi modi e utilizzarli in diversi piatti. È necessario, però, essere in grado di pulirli in maniera piuttosto...
Antipasti

Come pulire e conservare i funghi porcini

Questa guida vi insegnerà come pulire e conservare i funghi porcini. Il boleto, così viene chiamato in tante parti di Italia, è la preda più ambita dal raccoglitore di funghi. Questa specie è la più venduta in assoluta grazie alla compattezza e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.