Come preparare i gianduiotti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare i gianduiotti
15

Introduzione

Quando si vogliono deliziare gli ospiti con qualcosa di dolce ma non richieda troppo tempo nella preparazione, è possibile senza dubbio optare per degli sfiziosi gianduiotti. Si tratta di una ricetta davvero molto semplice da realizzare, che necessita di pochissimi ingredienti ed è in grado di soddisfare il palato sia dei grandi che dei più piccoli. Questi dolcetti sono ottimi per essere gustati in qualsiasi occasione e in qualsiasi periodo dell'anno. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter preparare efficacemente dei deliziosi gianduiotti.

25

Occorrente

  • Cioccolato fondente, almeno 50% cacao.
  • Crema di nocciole.
  • Stampo per gianduiotti.
  • Termometro digitale per alimenti.
  • Spatola in silicone.
  • Terrina.
35

Sminuzzare il cioccolato

Per preparare questi gianduiotti è indispensabile un termometro elettronico per pasticceria. Monitorare la temperatura è molto importante nella preparazione dei gianduiotti. Nella lavorazione di cioccolato e praline la precisione fa la differenza tra un buon prodotto e uno mediocre. Per cominciare sminuzziamo il cioccolato fondente con un coltello. Otterremo delle scaglie che cercheremo di rendere il più possibile regolari. Teniamo da parte un terzo delle scaglie, che utilizzeremo più avanti nella ricetta. Versiamo la parte rimanente in una terrina in vetro.

45

Temperare il cioccolato

A questo punto comincia la fase più delicata della ricetta, cioè temperare il cioccolato. Mettiamo la ciotola contenente le scaglie nel microonde a 800 w per otto minuti. Estraiamo la ciotola e misuriamo la temperatura del cioccolato. Procediamo con intervalli di dieci secondi fino a raggiungere i 50°C. Una volta pronto uniamo il cioccolato fuso alle scaglie a parte. Mescoliamo con una spatola in silicone fino a raggiungere i 32°C. Ma per avere dei gianduiotti come si deve ci serve il gusto delle nocciole. Uniamo dunque la crema di nocciole al composto. Ne servirà una dose pari alla metà del peso del cioccolato. Mescoliamo fino ad avere un composto omogeneo.

Continua la lettura
55

Mettere in frigo

Disponiamo la crema gianduia in un apposito stampo per gianduiotti. Sbattiamo lo stampo con forza su un piano, per far fuoriuscire le bolle d'aria. Spatoliamo via l'eccesso di crema e riponiamo in frigo per trenta minuti. È consigliabile usare uno stampo in silicone, poiché sarà più facile estrarre i gianduiotti. Al termine della mezz'ora riprendiamo lo stampo per estrarre i cioccolatini. Disponiamo i gianduiotti all'interno della carta in alluminio in modo tale da preservarne le caratteristiche. Prima di servire in tavola questi deliziosi dolcetti mettiamoli in frigo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: cestini di pasta frolla alle nocciole

I cestini di pasta frolla alle nocciole sono dei dolcetti molto golosi che richiedono un po' di tempo per la loro realizzazione. L'impasto base è formato dalla classica pasta frolla arricchita dall'aggiunta delle nocciole, una delizia che può essere...
Consigli di Cucina

5 modi per utilizzare il panettone avanzato

Quando arriva Natale si acquistano e ricevono sempre molti panettoni. Un dolce della tradizione natalizia parecchio apprezzato e simbolo della festività. Una volta finite le feste, spesso si ci ritrova con grandi quantità di panettone avanzato. Quindi...
Dolci

Ricetta: cheesecake al Ferrero Rocher

I Ferrero Rocher sono dei deliziosi dolcetti tipici di questa famosa casa: si tratta di palline di cioccolato ricoperte da granella di nocciole che contengono al loro interno un ripieno di cioccolato con nocciola intera. È uno di quei dolcetti che amano...
Dolci

Come fare la frutta secca con il cioccolato

Per preparare dei deliziosi dolcetti, non servono doti da grande chef! Bastano solamente tantissima fantasia e pochi semplici ingredienti. Per preparare uno snack veloce e delizioso da sgranocchiare durante lo studio, o davanti alla televisione, bastano...
Dolci

Come preaparare i cupcake alla nutella

La nutella dà la possibilità di poter realizzare un'infinita di dolci. Questa deliziosa crema a base di cioccolato e nocciole si può abbinare ai dolci e ad alcune pietanze salate. Inoltre, la nutella si abbina bene anche con i dolci che hanno origini...
Dolci

Come preparare i pasticcini con crema al liquore

I pasticcini, come si rileva dal nome, sono dei piccoli e deliziosi dolci. Si chiamano anche "mignon" ed appartengono alla gastronomia pasticcera. Sono comuni in tutta Europa, ma specialmente in Italia. Si compongono solitamente con una base di pasta...
Dolci

Ricetta: baci di dama alla nutella

Se siete amanti dei dolci non potete rinunciare alla ricetta di oggi. I baci di dama sono un dolce di origine piemontese. Il nome deriva dalla forma assunta da questo dolce. Infatti le due cupolette di pasta ricordano da vicino due labbra che baciano....
Dolci

Ricetta dei macarones con crema alla nocciola

Siete state in vacanza a Parigi e non potete più fare a meno dei macarones? Avete scoperto una pasticceria di alto livello che li prepara anche nella vostra città e state spendendo una fortuna per acquistare questi deliziosi dolcetti? State tranquille,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.