Come preparare i tartufi di cioccolato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare i tartufi di cioccolato
16

Introduzione

Se siete alla ricerca di una ricetta raffinata e gustosa, vi consigliamo di orientarvi verso i tartufi al cioccolato. La preparazione di questo originalissimo piatto non è difficile ed esistono diverse varianti che di certo saranno in grado di incontrare i gusti di tutti. I tartufi possono essere guarniti con cacao amaro, farina di cocco, granella di nocciole, pistacchi, zucchero a velo. Insomma, c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Ecco come preparare i tartufi al cioccolato.

26

Occorrente

  • 150 ml di panna
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 150 gr di cioccolato al latte
  • Cacao
  • Liquore per dolci
36

Versare la panna

Iniziate tagliando a pezzi piuttosto piccoli i due tipi di cioccolato e metteteli in un recipiente che sia in grado di resistere al calore. Mettete la panna in un pentolino e fatele raggiungere l'ebollizione, usando fuoco debole. In seguito versatela sul cioccolato, mescolando al punto di far fondere le scaglie: dovrà risultarne un composto cremoso e privo di grumi. Quando sarete soddisfatti del risultato, potrete aggiungervi 2 cucchiai di un liquore adatto ai dolci, come il cognac o il rum. Una volta giunto a temperatura ambiente, copritelo con un po' di pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per un tempo sufficiente a farlo solidificare: solitamente si tratta di alcune ore.

46

Formare le deliziose palline

Quando vi accorgerete che il composto sarà divenuto piuttosto solido, potrete toglierlo dal frigo. Iniziate ora a formare i deliziosi dolcetti a forma di tartufo. Lo strumento più efficace per svolgere questa azione è senza dubbio lo scavino per il melone. Qualora non disponiate di questo utensile, potrete agire anche con un semplice cucchiaino. Prendete ora una quantità pari ad uno scavino o a un cucchiaino e create una pallina, dopodiché collocatela in un piatto o sulla carta da forno.

Continua la lettura
56

Ricoprire di cioccolato

Adesso versate il cacao amaro in una scodella e fateci rotolare dentro le palline. Prestate attenzione affinché il cacao ricopra tutto il dolcetto. Questi dolci si possono anche ricoprire con gustoso tartufo fuso: se desiderate prepararli così, fate sciogliere il tipo di cioccolato che più vi piace (fondente, al latte oppure bianco) a bagnomaria. Poi immergete i dolcetti nel cioccolato ed in seguito estraeteli usando una forchetta, facendo attenzione a far colare bene il cioccolato in eccesso. Dopo aver ricoperto per bene, mettete il tartufo in un pirottino di carta. Disponetelo su un vassoio ed effettuate l'operazione per tutti gli altri dolcetti. Metteteli a riposare in frigorifero fino al momento di servirli. Ricordate che se li chiudete proteggendoli con un coperchio, possono durare ottimamente anche una decina di giorni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete sostituire il cognac con il rum o l'amaretto oppure con del caffè.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come conservare i tartufi

L'Italia è uno dei paesi più importanti per la produzione ed esportazione delle varie specie di tartufo. La crescita dei tartufi avviene in modo spontaneo ed è legata a fattori ambientali e stagionali; per questo, essendo piuttosto raro, è molto costoso....
Antipasti

Frittata coi tartufi: la ricetta classica

Il tartufo, si sa, è uno degli alimenti più pregiati. Che sia bianco o nero, il profumo e il sapore sono assolutamente inconfondibili. Si sposa alla perfezione con qualsiasi pietanza, anche la più semplice. Qui vedremo infatti come realizzare la ricetta...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza ai tartufi

La pizza è il piatto italiano più conosciuto al mondo. Da sempre amata da grandi e bambini. Oltre alla sua bontà, la pizza tutti l' apprezzano per essere un piatto genuino. Relativamente economico Inoltre, un perfetto modo per passare una serata...
Antipasti

Come fare il paté di tartufi

Come tutti sanno il tartufo è un alimento molto pregiato, che ha un elevato costo e che deve essere utilizzato nella maniera corretta per non essere sprecato e per essere gustato al meglio. Molte sono le ricette che prevedono l'utilizzo del tartufo e...
Antipasti

Come riconoscere i tartufi

Il tartufo può essere considerato come un fungo di tipo ipogeo, il cui ciclo di vita inizia sotto terra. Generalmente cresce vicino agli alberi o nei pressi degli arbusti, per cui è facile trovarlo in prossimità delle querce o delle larici. Si conoscono...
Dolci

Tartufi di cioccolato e rum

Oggi vi mostrerò passo dopo passo come preparare degli squisiti tartufi di cioccolato e rum. Per la preparazione utilizzerò, per i tartufi: panna fresca, cioccolato fondente, tagliato a scaglie, miele e rum. A seconda dei propri gusti il cioccolato...
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti ai tartufi di mare

Il tartufo di mare o Arsella è un mollusco che vive nel Mar Mediterraneo e cresce tra le foglie di una pianta sottomarina che prende il nome di Posidonia Oceanica. Vive in zone caratterizzate dai fondali sabbiosi. Esternamente è molto simile ad una...
Dolci

Ricetta: tartufi al cioccolato e Philadelphia

Se ti sei stancata di preparare torte fatte in casa ma ogni giorno hai voglia di mettere sotto i denti qualcosa di dolce e semplice da preparare prosegui con la lettura perché troverai una ricetta che fa al caso tuo. Il caldo soffocante di questi giorni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.