Come preparare il caffè alla turca

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il caffè non è semplicemente una bevanda corroborante, ma una vera e propria tradizione che affonda le radici nella storia. Il caffè è un rituale, un momento prezioso che ancora oggi ci "concediamo" come pausa dallo stress frenetico della nostra società. Non solo, il caffè è la bevanda che più frequentemente offriamo come segno d'ospitalità. Il suo aroma inconfondibile poi, evoca in noi il senso di convivialità. Il caffè però non è tutto uguale e ogni cultura lo prepara in modo diverso. Il caffè alla turca è sicuramente una delle varianti più famose e antiche, tanto che l'Unesco lo ha inserito nella lista dei beni immateriali che appartengono al patrimonio dell'umanità. Andiamo allora a scoprire insieme come preparare il caffè alla turca.

27

Occorrente

  • Chicci di caffè da macinare oppure 2 cucchiai di caffè in polvere
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • Acqua
  • Cardamomo
  • Cannella
37

Per preparare un caffè alla turca davvero indimenticabile, avremo bisogno di 2 cucchiaini di caffè in polvere per ogni tazza che andremo a preparare. Possiamo scegliere la qualità che preferiamo in base al nostro gusto personale. Il consiglio però è quello di preferire un caffè in chicchi. Quindi andiamo a macinarlo al momento, in modo da esaltarne il gusto. La polvere di caffè dovrà poi essere molto fine (tipo farina). Questo per favorire lo sprigionarsi degli aromi. Nel caso optassimo per un caffè già macinato, assicuriamoci che abbia una grana abbastanza fine. In caso contrario, possiamo passarlo nel frullatore.

47

Una volta effettuata la scelta del caffè, prendiamo un pentolino lungo e stretto e versiamoci una tazza d'acqua. Aggiungiamo quindi 2 cucchiaini di caffè e un cucchiaino di zucchero. Mescoliamo il tutto in modo da far amalgamare gli ingredienti. Poniamo il pentolino sul fuoco e aspettiamo il momento dell'ebollizione. A questo punto noteremo che inizierà a formarsi un po' di schiuma. Non appena inizierà a salire, togliamo il pentolino dal fuoco e con l'aiuto di un cucchiaio facciamo scendere la schiuma dentro le varie tazzine. Riportiamo quindi il pentolino sul fuoco. Quando il caffè riprenderà a bollire, spegniamo il fuoco e versiamolo nelle tazzine sopra la schiuma. In Turchia, la preparazione del caffè avviene utilizzando un pentolino speciale che prende il nome di "cezve". In realtà si tratta di un bricco in rame, o in ottone, dotato di un manico particolarmente lungo.

Continua la lettura
57

Una volta versato il caffè nelle tazzine possiamo procedere con il tocco finale! Ovvero l'aggiunta di alcune spezie come la cannella e il cardamomo. Una volta aggiunte le spezie (senza esagerare) mescoliamo leggermente. Lasciamo quindi riposare un paio di minuti il caffè prima di gustarne l'aroma e il ricco sapore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per gustare tutto il voluttuoso sapore del nostro caffè Turco, serviamolo accompagnato da un bicchiere di acqua
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare la parmigiana di melanzane

Una delle ricette più gustose della cucina italiana è sicuramente la parmigiana di melanzane. Questo è un piatto che può essere mangiato sia caldo sia freddo, quindi adatto a tutte le stagioni. In questa breve guida infatti, andremo a vedere insieme...
Dolci

I migliori dolci greci

La tradizione gastronomica greca vanta una storia plurisecolare: sin dall’antichità ha influenzato la cultura dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, venendone a sua volta arricchita. I dolci greci sono infatti diffusi in tutto il territorio...
Analcolici

Come fare un tè turco

Se si pensa alla bevanda turca per eccellenza, di sicuro viene in mente il caffè. Ebbene, è tempo di sfatare questo mito perché, da Istanbul ad Ankara, a farla da padrone ad ogni ora del giorno è il tè, passione incondizionata del popolo turco, servito...
Dolci

5 dolci con il miele

Il miele è uno dei dolcificanti più utilizzati al mondo insieme allo zucchero, ma rispetto a quest'ultimo ha molte più proprietà benefiche e fa meno male all'organismo. Si può usare perciò il miele, per la preparazione di molti dolci in sostituzione...
Cucina Etnica

Ricetta: insalata fredda di bulgur

La ricetta di oggi è una vera delizia vegan! Vede come ingrediente principe il bulgur, un alimento cardine della cucina turca costituito fondamentalmente da grano che viene prima fatto germogliare e poi viene spezzato più o meno grossolanamente. Il...
Pizze e Focacce

Ricetta: kebab all'italiana

Il kebab è un piatto che si presta benissimo a molte varianti. È di origine turca ma, per la sua comodità, si è ormai diffuso anche nelle tavole degli italiani. La sua fortuna è indubbiamente dovuta alla velocità nella preparazione, al valore nutrizionale...
Cucina Etnica

Ricetta: frittata egizia

La cucina egizia è molto simile a quella turca, greca, libanese, palestinese e mediorientale per l'ampio impiego di spezie ed ortaggi. Tra le ricette tipiche della tradizione culinaria egiziana si annovera la frittata nota anche come "egga" o "eggah"....
Cucina Etnica

Ricetta: cevapcici

I Cevapcici sono un piatto tipico delle regioni balcaniche: di origine turca, questa particolare ricetta a base di tre carni diverse (agnello, vitello e maiale) ha attraversato tutta la regione dell'Est Europa, tanto da poter essere trovata perfino a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.