Come preparare il kebab in casa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il kebab in casa
16

Introduzione

Il kebab è originario dell'oriente ed il suo nome è persiano; la tradizione araba dice che il piatto sia nato nel medioevo e cucinato dai militi persiani che usavano le proprie spade per grigliare la carne. In India veniva invece consumato nei palazzi signorili, ma anche le persone comuni lo mangiavano a colazione. Vediamo quindi, con questa guida, come preparare un ottimo kebab in casa.

26

Prima di tutto preparate il pane da farcire, poi, con il ripieno. Mescolate la farina, l'acqua, l'olio extra vergine di oliva, un cucchiaio di sale e mezzo cubetto di lievito di birra in una terrina capiente e, dopo averlo impastato con le mani, formate una palla con l'impasto e lasciatelo lievitare per circa un'ora in un luogo caldo. Quando sarà raddoppiato in volume riprendete l'impasto, dividetelo in 10 palline e lasciate nuovamente lievitare per circa mezz'ora. Con l'aiuto di un piccolo mattarello, stendete le palline in modo da ottenere sfoglie sottili, e cuocetele in un tegame antiaderente molto caldo, lasciandole solo un minuto per parte.
Potete anche cuocerle in forno a 200°C per due o tre minuti.

36

Passate quindi alla carne, fondamentale per preparare un buon kebab. Questa deve essere lasciata a marinare per alcune ore con le spezie, dopo essere stata tagliata in piccoli pezzi, coperta da una pellicola in frigorifero. Dopo aver scolato il tutto e conservato il liquido in cui era immersa la carne per il kebab, portate il forno ad una temperatura di 200°C e ponetevi la carne marinata, il pomodoro a cubetti, il peperone e le cipolle sminuzzate in una carta stagnola. Prima di iniziare la cottura, arrotolate il tutto per bene in modo che sia sigillato. Solo adesso potete iniziare a cuocere il kebab per circa trenta minuti.

Continua la lettura
46

Togliete, a questo punto, la carta stagnola e riponete tutto nella teglia sopra la carta da forno, continuando la cottura per altri 20 minuti nel ripiano più alto e con il grill acceso. Ora per completare il kebab, bisogna preparare la salsa con cui guarnire il kebab: la salsa tahina scura.

56

Spadellate i semi di sesamo continuando a muoverli in una teglia antiaderente e, quando iniziano a scoppiettare, togliete la padella dal fuoco e lasciate raffreddare muovendoli finché non saranno freddi. Mettete in un frullatore il sale, una parte di acqua, l'olio extravergine di oliva ed i nostri semini e frullate il tutto.

66

Ora che avete preparato tutti gli ingredienti prendete il pane, farcitelo con una foglia di insalata, la carne e la salsa tahine scura. Il kebab è pronto ma potete completarlo come preferite aggiungendo altri ingredienti a seconda del vostro gusto, come yogurt o formaggio greco fuso o altro ancora.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare il shish kebab

La carne di tacchino, contrariamente a quanto si possa pensare, non è una carne facile da grigliare, perché deve essere ben cotta. Spesso però, per raggiungere tale scopo, ci si ritrova con una pietanza stopposa e di una consistenza legnosa. Per tale...
Pizze e Focacce

Ricetta: kebab all'italiana

Il kebab è un piatto che si presta benissimo a molte varianti. È di origine turca ma, per la sua comodità, si è ormai diffuso anche nelle tavole degli italiani. La sua fortuna è indubbiamente dovuta alla velocità nella preparazione, al valore nutrizionale...
Cucina Etnica

Come fare il kebab

Siete a spasso, è l'ora di pranzo, avete una fame cieca, passate davanti a uno di quei locali in cui si fa il kebab, sentite quel profumo per qualcuno irresistibile, e la tentazione vi divora ma pensate alla dieta, avete pregiudizi su chi maneggia il...
Cucina Etnica

Come cucinare un adana kebab

Il Adana kebab è una variante da barbecue del kebab che solitamente siamo abituati a mangiare. Esso è un mix tra le spezie e la carne macinata e prende questo nome dalla città turca che letteralmente significa proprio kebab di carne macinata. Nella...
Dolci

Come preparare il kebab al cioccolato

In questa guida verranno dati utili consigli su come preparare il kebab al cioccolato. Esso normalmente viene chiamato anche "choco kebab", ed è molto semplice da realizzare. Il piatto tradizionale e classico è a base di carne, tipicamente turco, che...
Pesce

Come fare un kebab di salmone con salsa yogurt

Il kebab di salmone con salsa yogurt è un piatto che si può preparare in breve tempo, è indicato per il periodo estivo e rappresenta una degna alternativa al classico kebab di carne mista. In questa pietanza il sapore del salmone si contrappone a quello...
Carne

Come fare la carne per kebab in casa

Il termine "kebab" significa letteralmente "carne arrostita" e rappresenta un piatto tipico della cucina araba. Esso è diventato ormai piuttosto famoso e apprezzato in tutto il mondo grazie al suo gusto particolare. Per la preparazione di questo speciale...
Carne

Come cucinare kebab in casa

Il kebab, prelibato piatto tipico della cucina turca, persiana ed araba, è una gustosa pietanza a base di carne di agnello, di manzo o di pollo, aromatizzata sapientemente con le spezie, ed accompagnata da diverse verdure e squisite salse: il tutto servito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.