Come preparare il pasticcio di maccheroni

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La guida che andremo a sviluppare nei prossimi tre passi avrà come tematica la preparazione di un'ottima ricetta: il pasticcio di maccheroni. Proveremo a spiegarvi tutti i passaggi utili per capire come preparare questo ottimo piatto. Cominciamo il percorso.
Il pasticcio di maccheroni è un primo piatto delizioso e veloce da preparare. Grazie al suo sapore, anche i bambini lo apprezzeranno anche perché fornirà loro tanta energia. Per questa ricetta occorre utilizzare la pasta avanzata il giorno prima e qualche altro ingrediente.
Vi ricordo che per poter preparare questa pietanza avrete bisogno di circa un'ora ma, qualora il tempo a vostra disposizione fosse minore, potrete comunque prepararlo dalla sera precedente.

24

Preparare la besciamella e il ragù

Inizialmente, dovrete concentrarvi nella preparazione della besciamella.
Una volta che sarete arrivati a questo punto, dovrete dedicarvi alla preparazione del ragù di carne o, in alternativa, potreste optare per un ragù di carne pronto.
Per preparare il pasticcio si possono usare sia i maccheroni della sera prima oppure si possono cuocere nuovamente. Una volta preparata la besciamella, il ragù e i maccheroni, si prende una teglia da forno. Questa può essere di forma quadrata, rettangolare o rotonda. Procedere ad imburrarla e stendere la sfoglia surgelata. Fare attenzione a non farla fuoriuscire dal bordo della teglia. Inserirla quindi in modo uniforme senza far formare delle pieghe.

34

Predisporre il pasticcio nella teglia

A questo punto disponete uno strato di pasta, uno di besciamella e uno di pasta e poi uno di ragù. Procedete in questo modo fino a quando non si finisce la besciamella. Chiudete la sfoglia in modo da coprire tutta la preparazione. È importante anche fare dei forellini con la forchetta. In questo modo si evita che la pasta sfoglia si gonfi e si rovini. Accendete il forno a 200° e mettete la teglia in forno per circa mezz'ora.
Nel momento in cui noterete la che la sfoglia abbia assunto una superficie croccante e dorata, potrete rimuoverla dal forno, per poi lasciarla raffreddare per qualche minuto prima di poterla servire.

Continua la lettura
44

Servire il pasticcio

Quando si sarà raffreddata, dovrete capovolgere il pasticcio su un piatto da portata, per poi andare a tagliare il tutto a fette, servendo il piatto.
Per accompagnare quest'ottima ricetta, potreste optare per un vino come il Sangiovese romagnolo, ottimo vino rosso, con un profumo tendente alla viola. Servitelo con una temperatura di diciotto gradi centigradi, per poterne esaltare completamente il sapore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i maccheroni ripieni

I maccheroni è un tipo di pasta molto conosciuto e apprezzato in Campania e nel Lazio soprattutto, ma certamente è noto e diffuso un po’ in tutta Italia. Per una buona riuscita di un piatto costituito da maccheroni, è di fondamentale importanza la...
Primi Piatti

Ricetta: maccheroni con ragù di zucca, salsiccia e funghi

Ogni buon piatto di pasta nasconde un segreto. Ovvero il sugo! Proprio nella preparazione del condimento infatti è celato il vero cuore di un primo piatto gustoso e prelibato. Il ragù, tanto caro alla gastronomia bolognese, è un sugo particolarmente...
Primi Piatti

Come fare il pasticcio di lasagne ai quattro formaggi

La lasagna è una pasta all'uovo. La si prepara con il ragù alla bolognese, la besciamella e il parmigiano. Nelle varie regioni d'Italia sono tante le varianti di tale piatto. È il piatto tipico della domenica che piace a grandi e piccini. In questa...
Primi Piatti

Come preparare i maccheroni gratinati con il Bimby

Il Bimby è uno strumento di cucina molto diffuso, in quanto consente di preparare un'infinità di ricette, dolci e salate, tagliando, impastando e cucinando moltissimi ingredienti. È uno strumento usato molto da chi non possiede dimestichezza in cucina...
Primi Piatti

Ricetta: pasticcio di carne e melanzane

A livello culinario è indubbio il fatto che possiamo annoverare la cucina italiana tra le più complete ed equilibrate del mondo. Generalmente la cultura per l'alimentazione deriva anche dalla base, dai prodotti che la nostra stessa terra ci ha offerto...
Primi Piatti

Come preparare i maccheroni al ragù di nasello

Il nasello o merluzzo è uno dei pesci più ricercati al mondo, perché da esso, i pescatori lo sanno bene, non si butta via mai niente. Dalla coda e dalla testa si ricavano le famose farine di pesce, dal fegato, l'olio di fegato di merluzzo, ricco di...
Primi Piatti

Ricetta: maccheroni al gratin

In casa vengono preparate molte ricette appetitose all'interno della propria cucina. Infatti in base ai propri gusti personali si possono inventare ed elaborare nuove ricette. Tra le classiche ricette preparate, troviamo la pasta con la salsa, la pasta...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di tagliatelle

Il timballo è uno sformato ripieno avvolto in una crosta di pasta sfoglia o brisè. Pur avendo origini remote, la ricetta del timballo presenta numerose varianti regionali: in Sicilia si usa preparare il timballo di maccheroni, in Abruzzo quello di crepes....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.