Come preparare il polpo ubriaco

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il polpo ubriaco
16

Introduzione

Il polpo ubriaco rappresenta una ricetta che può essere rivisitata in moltissime e deliziose varianti. Ottimo per condire un primo piatto di spaghetti, il polpo ubriaco risulta eccezionale se lasciato raffreddare e servito in insalata. Si tratta di una vera prelibatezza che merita di essere assaggiata! Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come preparare il polpo ubriaco.

26

Occorrente

  • Polpo
  • 1 spicchio di aglio
  • Prezzemolo fresco
  • 1/2 L di vino rosso
  • Peperoncino
  • Foglie di alloro
  • Sale q.b.
  • 1/2 bicchiere di olio extra vergine d'oliva
36

Pulire il polpo

Il primo importantissimo step, per la corretta preparazione del polpo ubriaco, è la pulitura. Andiamo quindi a prendere il nostro mollusco e posizionandoci sotto acqua corrente, procediamo con la pulitura del polpo. Per prima cosa, eliminiamo il becco corneo. Lo troveremo posizionato al centro dell'animale. Andiamo quindi ad eliminare gli occhi, le viscere e la pellicola esterna. Nel caso che l'operazione di pulitura ci risulti poco piacevole, possiamo chiedere direttamente in pescheria di pulirci il polpo. Diamo quindi una vigorosa sciacquata e procediamo con la preparazione del nostro polpo ubriaco.

46

Tagliare e cuocere il polpo

Posizionando il polpo su un tagliere, iniziamo a prepararlo. Procediamo tagliando per primi i tentacoli, per poi finire col resto del corpo. Le dimensioni dei "tocchetti" non devono superare i 2 cm, altrimenti rischiamo di allungare i tempi di cottura. A questo punto in una padella, versiamo dell'olio extra vergine di oliva, aglio e del peperoncino tagliato a pezzettini. Lasciamo soffriggere il tutto aggiungendo delle foglie d'alloro. Ovviamente in base ai gusti, possiamo eliminare i pezzetti più grossi del peperoncino. Aggiungiamo ora l'elemento principale del piatto, il polpo. Lasciamolo saltare per un paio di minuti, poi andiamo a sfumare con del vino rosso.

Continua la lettura
56

Impiattare e servire

A questo punto, copriamo la padella con un coperchio e lasciamo cuocere per un 45/50 minuti (tutto dipenderà dalla grandezza dei tocchetti di polpo). In questo modo lentamente il vino sfumerà. Nel caso che la cottura si asciughi eccessivamente, possiamo aggiungere fino ad un paio di bicchieri di acqua tiepida. Verso la fine della cottura, aggiustiamo di sale e aggiungiamo del prezzemolo fresco tritato. Il polpo ubriaco è finalmente pronto da gustare! Utilizziamolo per rendere gustoso e particolare un piatto di linguine oppure possiamo usarlo per guarnire delle bruschette. Il polpo ubriaco è davvero un piatto duttile, che ben si sposa con molti sapori. Non ci resta che metterci ai fornelli e preparare questa deliziosa ricetta per una cena speciale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come cucinare il polpo alla griglia

Siete pronti a realizzare una ricetta che vi farà sicuramente leccare i baffi? Quella che vi illustreremo è davvero facile, sana e soprattutto gustosa: si tratta del polpo alla griglia! Vi occorreranno soltanto 15 minuti per prepararla, e potrete così...
Antipasti

Ricetta: insalata di polpo con sedano e noci

In estate è preferibile preparare dei piatti freddi. Sono tanti i piatti che si possono cucinare con anticipo, in modo tale che al momento del pranzo o della cena, sono già pronti. Al momento del pasto, basta mettere la pietanza a tavola e gustarla....
Primi Piatti

Spaghetti alla chitarra con ragù di polpo

Il profumo del mare in tavola è qualcosa di unico e chi vive in una zona balneare è molto fortunato, perché non è facile trovare del pesce fresco tutti i giorni. Tra i piatti più amati della cucina italiana di mare, vi sono quelli a base di polpo....
Pesce

Ricetta: carpaccio di polpo in bottiglia

Se volete inserire in un menù particolare un antipasto insolito, allora provate a fare il carpaccio di polpo in bottiglia. Questa è una ricetta che dovete preparare in maniera tradizionale. Per poi, inserire il polpo dentro una bottiglia e farlo riposare...
Pesce

Ricetta: polpo al limone

il polpo è uno dei pesci maggiormente utilizzati in cucina anche perché può essere preparato in diversi modi: al sugo, in bianco, con il limone, bollito, brasato o in brodo. Quest'ultimo è particolarmente rinomato a Napoli, mentre il sugo è ottimo...
Pesce

Ricetta: spiedini di polpo arrosto al rosmarino con pancetta e pane

Quando si cucina il pesce, è possibile sbizzarrirsi in vari modi per non cadere sempre nelle solite classiche ricette viste e riviste. Molto spesso ci si può inventare davvero di tutto ed è possibile, creare delle meraviglie molto saporite da servire...
Pesce

Come pulire e cuocere un polpo

Se pulire e cuocere il polpo vi sembra un'impresa impossibile, sono sicura che leggendo questa guida cambierete idea: infatti la pulizia di questo mollusco è davvero semplice e non richiede poi così tanti accorgimenti. Già che ci siamo vedremo anche...
Antipasti

Ricetta: insalata tiepida di polpo e verdure

L'insalata tiepida di polpo e verdure è uno dei grandi classici antipasti all'italiana. Servita persino nei ristoranti e i take away di ogni categoria, è una ricetta molto semplice che si presta a numerose piccole varianti per venire incontro ai gusti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.