Come preparare il risotto alla scarola

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il risotto alla scarola
16

Introduzione

Il riso è un alimento altamente digeribile e versatile. Molte sono le ricette in cui si usa questo ingrediente principale, in tutti i tipi di portate, dagli antipasti ai dolci. Inoltre è possibile accompagnarlo con formaggi, salsicce o altri prodotti a piacere, senza esagerare, per non coprire il sapore tipico della scarola. Ecco come preparare il risotto alla scarola.

26

Occorrente

  • riso, cipolla, scarola, brodo vegetale fatto in casa, vino bianco, sale e pepe, prezzemolo, formaggio grattugiato.
36

Il risotto

Prepariamo ora il soffritto per il nostro risotto: tagliuzziamo finemente metà cipolla di media grandezza. Rosoliamola in un tegame con olio extravergine di oliva e quando sarà appassita, ma non bruciata aggiungiamo il riso. Lasciamolo tostare per due o tre minuti, per fare in modo che mantenga la cottura e quindi aggiungiamo un po' di vino bianco. Alziamo la fiamma e mescoliamo, per fare evaporare tutto l'alcol presente nel vino. Aggiungiamo ora il brodo vegetale e copriamo con un coperchio. Lasciamo cuore per circa una decina di minuti. Ricordiamo che il brodo vegetale dovrà ricoprire il riso.

46

Il brodo vegetale

La scarola è un tipo di insalata tenerissima e croccante, una verdura ricca di fibre e di sali minerali. Il risotto alla scarola, è un primo piatto, tra i più gustosi, leggeri e facili da realizzare, anche da chi non è un esperto cuoco. Per preparare il brodo vegetale con le verdure fresche colte dall'orto, o acquistate dal nostro fruttivendolo di fiducia, mettiamo a bollire: carote, una patate, sedano, mezza cipolla, del prezzemolo e qualche fogliolina di alloro. Dovranno essere immerse in almeno un paio di litri di acqua a cui uniremo del sale grosso a piacere. Lasciamo bollire per almeno tre quarti d'ora, a fuoco basso, quando la verdura sarà cotta, scoliamo. Abbiamo ottenuto il brodo vegetale.

Continua la lettura
56

La cottura e l'impiattamento

Immergiamo la scarola nel brodo rimasto, lasciamo cuocere per un paio di minuti e scoliamo. Tagliamo ora la scarola cotta a pezzetti ed aggiungiamola al riso, che abbiamo precotto. Se il risotto appare troppo asciutto, aggiungiamo ancora brodo vegetale, quindi ultimiamo la cottura. Aggiustiamo con il sale e mettiamo del pepe, mantechiamo e lasciamo riposare per un paio di minuti. Serviamo il nostro risotto alla scarola caldo. Se amiamo il contrasto di sapori, come ad esempio l'agrodolce, abbiamo la possibilità di aggiungere pezzetti di frutta al nostro risotto. La mela, la pera, la fragola andranno benissimo per arricchire il risotto con la scarola. Innanzi tutto prepariamo un brodo vegetale, oppure acquistiamo i preparati liofilizzati o in quadretti con cui farlo, senza utilizzare la verdura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aggiungete anche delle cozze per dare un sapore molto forte di mare al risotto con la scarola.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: involtini di verza ripieni di riso e scarola

La verza è una verdura molto gustosa e allo stesso tempo molto salutare. Mangiarla bollita però, non è il massimo della bontà, per cui si cercano delle ricette in grado di renderla più appetitosa. Tra le tante ricette, qui di seguito ne presentiamo...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di scarola

La zuppa di scarola è un piatto tipico siciliano, che tutte le famiglie preparano durante il periodo invernale. Questa ricetta è molto leggera e facile da preparare e può essere arricchita con legumi, pasta o pezzi di pane raffermo da utilizzare come...
Pesce

Ricetta: calamari ripieni di scarola al forno

I calamari ripieni sono uno dei grandi classici della cucina di mare. Si tratta di una ricetta piuttosto semplice da realizzare ma di sicuro effetto. Le varianti sono moltissime, in quanto per il ripieno dei calamari potete dare sfogo a tutta la vostra...
Antipasti

Come fare la scarola con acciughe e pinoli

La scarola è una verdura a foglia larga molto usata in Campania. La ricetta seguente si prepara a Napoli durante le feste natalizie e il suo sapore è particolare poiché c'è il contrasto tra il dolce e il salato. La preparazione è molto facile, basta...
Antipasti

Frittelle di scarola

Capita a tutti di avere un blocco di ispirazione e di non avere la più pallida idea di cosa preparare per cena o come antipasto durante un pranzo in famiglia. Questa guida vi aiuterà ad uscire da questo dilemma, proponendovi un semplice e sfizioso piatto....
Pizze e Focacce

Come preparare calzoncini di scarola

I calzoni sono dei fagottini rustici tipici della tradizione culinaria meridionale, che fritti o al forno possono essere declinati in mille varianti a seconda di come li si preferisce farcire: da un semplice pomodoro e mozzarella, fino ai ripieni più...
Dolci

Ricetta: Polpette di scarola

Se siamo alle prime armi con il mondo della cucina e stiamo cercando piano piano di riuscire a cucinare pietanze sempre differenti, un buon modo per iniziare è sicuramente quello di ricercare su internet, fra le moltissime ricette esistenti, quelle relative...
Antipasti

Come preparare le frittelle di scarola

Cucinare è una delle passioni che noi italiani abbiamo e gustare piatti sempre nuovi e sfiziosi ci riesce particolarmente bene. La nostra cucina è così rinomata e apprezzata che molti turisti vengono nel nostro paese per assaporarla. Le frittelle di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.