Come preparare il vero gulasch ungherese

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il lavoro ai fornelli può nascondere diverse insidie e ostacoli. Il segreto per effettuare un buon lavoro in cucina sta nel seguire pedissequamente tutti i passaggi necessari alla preparazione di una ricetta. Purtroppo non esistono scorciatoie e bisogna armarsi di tanta pazienza. In questa guida vedremo una ricetta originaria di un altro paese. Più specificatamente vedremo la ricetta originale del gulasch ungherese. Esistono tantissime varianti di questo piatto tipico della tradizione culinaria ungherese. In realtà però ci focalizzeremo sulla ricetta originale. Vediamo, dunque, come preparare il vero gulasch ungherese. La tradizione vuole che la ricetta originale sia abbastanza povera. Questo perché essa risale al periodo nel quale i gulyàs, cioè i mandriani, migravano dalla Poszta all'estero per commerciare la carne di manzo nei vari mercati.

27

Occorrente

  • 1 litro di brodo di carne
  • 500 grammi di patate
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 carota
  • 400 grammi di cipolle
  • 50 grammi di burro (strutto nella ricetta originale)
  • 1 cucchiaio di cumino in polvere
  • 1 cucchiaio di paprika dolce in polvere
  • 800 grammi di polpa di vitello
  • 2 peperoni verdi o rossi
  • 1 pomodoro rosso
37

Prima di tutto per la preparazione del vero gulasch ungherese occorre effettuare il taglio delle cipolle a piccole fette. Quindi dobbiamo farle appassire nel burro in una pentola piuttosto grande, antiaderente e alta. Lasciamo la cipolla a cuocere per venti minuti circa. Evitiamo comunque di farla bruciare. Aggiungiamo a questo punto anche l'aglio, precedentemente schiacciato, il cumino e la carota a cubetti.

47

Tagliamo la carne di vitello e quindi inseriamola all'interno della pentola. Lasciamola rosolare per qualche minuto, continuando però a mescolare. Così che dalla carne stessa fuoriesca il liquido che permetterà alle cipolle di non bruciare. Quindi aggiungiamo anche il sale e la paprika a nostro piacimento. Mescoliamo per bene e poi copriamo il tutto con un coperchio. Lasciamo cuocere la carne a fuoco basso, rimescolando ogni tanto. Attendiamo quindi sessanta minuti, aggiungendo, qualora fosse necessario, del brodo. Tutto questo si rende particolarmente necessario per evitare che la carne possa bruciare.

Continua la lettura
57

A questo punto possiamo pelare e tagliare a cubetti le patate. Quindi puliamo ed eliminiamo i semi dal pomodoro e dai peperoni. Poi possiamo anch'essi tagliarli a cubetti. Una volta terminata l'ora di cottura, possiamo aggiungere in pentola anche i peperoni e il pomodoro. Quindi ricopriamo il tutto con il brodo e attendiamo un'altra ora circa. Poi possiamo inserire nella pentola anche le patate, lasciando il tutto a cuocere per tre quarti d'ora circa. Quindi, prima di servire e gustare il vero gulasch ungherese, bisogna assaggiare il tutto. Aggiustiamo di sale se necessario e portiamolo in tavola ancora molto caldo, cremoso e denso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il gulash lo si può conservare per due o tre giorni in frigo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Le 10 spezie da avere in cucina

Le spezie in cucina sono aiuti fondamentali per esaltare il sapore dei piatti o addirittura diventarne le protagoniste principali. La cucina mediterranea ne fa ampio uso, ma anche per sperimentare con piatti da tutto il mondo, è essenziale avere sempre...
Cucina Etnica

Ricetta ungherese: il porkolt

L'Ungheria è un paese ricco di tradizioni, leggende affascinanti e misteriose, storia, cultura... E buona cucina! Ogni ricetta ungherese è un tripudio di gusto speziato e di gioia per il palato, da quello più semplice a quello più esigente e sofisticato....
Pizze e Focacce

Pizza a portafoglio con salame ungherese

Se in casa intendiamo preparare una pizza leggermente diversa dalla tradizionale margherita o marinara, possiamo cimentarci nell'elaborazione di una sfoglia tonda da farcire con ricotta e salame ungherese. Questa ricetta ci consente di ottenere la cosiddetta...
Cucina Etnica

Come fare il Gulash Ungherese

Sono numerose le ricette provenienti dalle tradizioni culinarie dei Paesi esteri che vengono importate nella nostra cultura gastronomica. Questo fenomeno è dato sia dall'immigrazione di persone provenienti da altre nazioni, sia dalla curiosità di molta...
Cucina Etnica

Ricetta: il gulash

Il gulash è un secondo piatto della cucina ungherese molto conosciuto ed apprezzato anche nel resto d'Europa. In passato il gulash veniva mangiato dalla povera gente ma in epoche successive ha avuto enorme successo anche nelle famiglie borghesi in virtù...
Cucina Etnica

Come cucinare il pollo alla paprika

Cucinare è certamente la passione di noi italiani che davanti ai fornelli diamo il meglio di noi. Tanto che la nostra cucina è rinomata in tutto il mondo. Ma anche se il nostro ricettario è pieno di ricette prelibate e pressoché imitate da quasi l'intera...
Antipasti

Come preparare le piadine con salame e scamorza

Avete mai preparato le piadine in casa? Se fino ad adesso pensavate che fosse difficile realizzare in piena autonomia deliziose piadine romagnole da farcire, dovrete ricredervi. Seguendo passo dopo passo questa ricetta, anche i meno abili ai fornelli...
Consigli di Cucina

Come usare la paprica in cucina

La paprica è una spezia che si presta ad una vasta gamma di usi e gusti. È stata creata combinando la frutta secca con i peperoni dolci o piccanti in varie proporzioni, con conseguente paprica dolce o piccante. Questa spezia è spesso associata con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.