Come preparare la millefoglie di trippa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La trippa è un tipico secondo piatto romano, molto ricco e saporito. Una simpatica reinterpretazione del piatto è quella di renderlo una gustosa millefoglie, che possa sorprendere a tavola per originalità e bontà; vediamo quindi come prepararla. Ricordando che la trippa viene solitamente venduta già precotta, qui andremo ad illustrare un procedimento che tiene conto di partire da una materia prima cruda e quindi da pulire in un primo momento. Ingredienti per quattro persone.

27

Occorrente

  • Terrina di terracotta (una per ogni commensale), Carote 40 g, Sedano 40 g, cipolla 80 g, Pecorino 100 g, Vino bianco 50 g, Guanciale 80 g, Pane, Passata di pomodoro 400 g, Basilico, Sale, Olio, Chiodi di garofano, Basilico, Mentuccia
37

Pulire la trippa

Per pulire la trippa ed effettuare una prima cottura prendiamo una padella abbastanza grande, riempiamola d'acqua e portiamola ad ebollizione. Appena l'acqua bolle versiamo al suo interno un bicchiere di aceto e successivamente la trippa tagliata a striscioline. Lasciamola in cottura per dieci/quindici minuti fino a che non è pulita e tenera.

47

Cuocerla

Dopo aver pulito la trippa dalle sue impurità è l'ora di passare alla cottura vera e propria. Prendiamo quindi una padella o una terrina bella grande, versiamo un filo d'olio e mettiamo al suo interno le carote, la cipolla, il sedano, i chiodi di garofano la mentuccia e il basilico. Sopra alle nostre verdure e ai nostri odori mettiamo la trippa e ricopriamo con uno strato abbondante di pecorino grattugiato. Mescoliamo bene il tutto, copriamo con un coperchio e mettiamo sul fuoco per una mezz'oretta. Passati trenta minuti sfumiamo con del vino bianco e aggiungiamo la salsa di pomodoro per permetterle di cuocere. Dopo altri quarantacinque minuti il tutto sarà cotto a puntino e la trippa risulterà insaporita e profumata.

Continua la lettura
57

Preparazione componenti

Ora tagliamo il pane in fettine e tostiamolo finché non risulterà dorato e procuriamoci le terrine in cui andremo a creare le nostre le nostre porzioni. Prendiamo le nostre fettine di guanciale tagliato sottile, qualche fettina di mentuccia e grattugiamo altro pecorino da aggiungere su ogni strato. Siamo finalmente pronti per la composizione!

67

Composizione

Prendiamo le terrine e mettiamo sul fondo un filo d'olio e un primo strato di trippa. Successivamente aggiungiamo un po' del sugo della trippa e poniamo sopra le fette di guanciale fino a formare una copertura omogenea. Spolveriamo con abbondante pecorino e ripetiamo l'operazione per tre/quattro volte, in base alla profondità delle terrine. Terminato il procedimento possiamo infornare il tutto per dieci/quindici minuti, a 180 gradi di temperatura; tiriamo fuori le infornate, inseriamo a piacimento le nostre bruschette di pane e guarniamo al centro con qualche foglioliolina di menta. La nostra millefoglie di trippa è ora pronta per essere gustata a tavola e a sorprendere chiunque abbia la fortuna di assaggiare la vostra originalissima idea!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuratevi che la trippa non sia precotta. Qualora la trippa abbia già ricevuto una cottura la dovrete saltare la prima fase!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come cucinare la trippa

Moltissimi piatti della tradizione culinaria arrivano dalla cultura popolare. Qualche tempo fa queste pietanze erano il cibo di quelle persone che non potevano permettersi di meglio. Attualmente, con la diminuzione della povertà, molte di queste delizie...
Carne

Come preparare la trippa alla canadese

La trippa è uno dei piatti tipici della tradizione culinaria romana. Molti non sanno che però questo piatto è diffuso anche all'estero e si presenta in tantissimi modi diversi. La trippa, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è affatto...
Carne

Come preparare gli involtini di trippa

In questa guida forniremo alcuni semplici consigli su come preparare gli involtini di trippa in modo facile e veloce, ottimizzando al massimo tempo ed energie. Si tratta di una ricetta tipica della regione Lazio che richiede una cottura paziente ed attenta...
Primi Piatti

Maccheroni con la trippa

La trippa viene ricavata dallo stomaco del bovino. Nella tradizione italiana, era considerato un piatto povero ma allo stesso tempo molto diffuso. Infatti sono numerosissime le ricette che prevedono l'utilizzo della trippa. La cucina savonese propone...
Carne

Come cuocere la trippa di manzo

La trippa è un alimento che affonda le sue radici nella notte dei tempi, si tratta infatti di un piatto con origini molto antiche. In ogni regione è possibile trovare numerose varianti per cucinare questo piatto come ad esempio alla milanese, alla romana...
Carne

Ricetta per trippa con i carciofi

La trippa altro non è che una parte dello stomaco dei bovini macellati. Abitualmente si acquista già cotta in quanto la sua bollitura iniziale richiederebbe molte ore; tuttavia è necessaria una seconda lessatura di circa un paio d'ore. Quest'ultima...
Carne

Ricetta per la trippa alla fiorentina

La trippa alla fiorentina è un piatto tipico delle trattorie, ma presente anche in alcuni ristoranti molto rinomati. Con questa ricetta, che vede l'aggiunta finale del parmigiano grattugiato, anche un ingrediente che può destare qualche perplessità...
Carne

Come preparare la trippa alla bolognese

La trippa alla bolognese è un piatto tipico della tradizione romagnola che viene preparato in inverno. Ha un sapore ricco e può essere servita anche come piatto unico se si accompagna con polenta calda oppure con un abbondante contorno di verdure stufate....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.