Come preparare la palamita in agrodolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se amate il pesce fresco e volete proporre in tavola una golosa specialità che possa piacere proprio a tutti, ecco a voi la palamita in agrodolce. La palamita è un tipo particolare di sarda molto più grande e gustosa. È abbastanza semplice da cucinare, è meno costosa che il tonno ma per certi aspetti è molti simile. Abbinando i filetti di palamita all’uvetta e ai pinoli otterrete un piatto saporito e irresistibile. Leggendo la guida a seguire, non vi risulterà particolarmente difficile comprendere come preparare una deliziosa palamita in agrodolce.

27

Occorrente

  • 350 g di filetti di palamita
  • 100 g di friggitelli
  • Olio extravergine d’oliva
  • Due fette di pane casereccio
  • sale
  • Un cucchiaio di miele
  • Un mazzetto di timo
  • Un cucchiaio di pinoli
  • Un cucchiaio di uvetta
  • Un cucchiaio di capperi
  • Aceto di vino rosso
37

Preparare la salsa agrodolce

Per prima cosa procuratevi una padella di medie dimensioni antiaderente e versateci dentro il miele che avete a disposizione. Se amate i sapori decisi optate per un miele di castagno o di corbezzolo mentre chi preferisce gli aromi più delicati, potrà optare per un miele millefiori o d’acacia. Aggiungete le foglie di timo fresche o essiccate, l’uvetta, i pinoli e i capperi sott’aceto ben strizzati. Mettete la padella sul fuoco a fiamma media e scaldate il contenuto mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Dopo qualche minuto unite anche l’aceto di vino rosso proseguite la cottura della salsa.

47

Preparare la palamita e i friggitelli

Quando avrete ottenuto una salsa un po’ legata e densa, unite anche i filetti di palamita accostandoli gli uni agli altri. Coprite la padella con un coperchio di adeguate dimensioni e proseguite la cottura del pesce a fuoco molto basso. Intanto lavate i friggitelli accuratamente e tagliateli a rondelle. Trasferite le rondelle in una padella, aggiungete poco olio extravergine d’oliva e fateli soffriggere a fiamma moderata. Dopo cinque minuti versate quanto ottenuto nella padella contenente il pesce e lasciate insaporire per non più di un minuto a fuoco molto dolce per evitare di cuocere eccessivamente la palamita.

Continua la lettura
57

Preparare il pane e servire la palamita

Sistemate il pane sopra una placca e tostatelo in forno già caldo impostato sui 180°C. Quando sarà ben dorato, sfornatelo e insaporitelo con un filo di olio extravergine d’oliva. Versateci sopra la palamita con i friggitelli e portate subito in tavola prima che si raffreddi la vostra preparazione. Abbinate un vino bianco secco ben refrigerato. Le dosi indicate sono per due persone ma potete sempre raddoppiarle o triplicarle mantenendo la medesima proporzione fra gli ingredienti se desiderate servire la vostra specialità a molte più persone.
Se amate i sapori più decisi e i piatti sostanziosi, sostituite la palamita con la medesima quantità di filetti di salmone fresco o di tonno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Alla fine aggiungete un po' di prezzemolo fresco sminuzzato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: carciofi in agrodolce

I carciofi in agrodolce sono un ottimo piatto, di facile realizzazione, molto apprezzato per il suo gusto forte e deciso. L'uvetta e i pinoli lasceranno in bocca un sapore dolce che sicuramente coprirà abbondantemente l'amaro dei carciofi. Un piatto...
Carne

Come preparare la lepre in agrodolce

Tanti piatti sono in grado di rendere un pranzo o una cena speciale. Tra questi, segnaliamo la lepre in agrodolce. Stiamo parlando di un secondo di carne molto sfizioso, un corretto mix tra il sapore deciso della lepre con l'aceto aspro e il dolce dei...
Pesce

Come fare il rombo in salsa agrodolce

Il rombo è un pesce molto pregiato, la cui carne, in pescheria, è venduta a prezzi abbastanza alti. Solitamente non viene acquistato da molte persone e per questo motivo molte ricette non sono conosciute ed anche nei ricettari sono rare da trovare....
Antipasti

Ricetta: zucchine in agrodolce alla siciliana

Se desiderate cucinare un contorno gustoso, ideale per accompagnare qualsiasi secondo piatto, potete cimentarvi nella preparazione delle zucchine in agrodolce alla siciliana. Le preparazioni in agrodolce solo tipiche della cucina siciliana e prevedono...
Pesce

Ricetta: filetti di sgombro con cipolle in agrodolce

Il pesce specie quello azzurro oltre ad essere molto gustoso, è anche ricco di proprietà benefiche per l'organismo umano. Tra i tanti esemplari che il mare ci regala ci sono le sarde, le alici, il maccarello e lo sgombro. A tale proposito, ecco una...
Antipasti

Come preparare le cipolline con uvetta in agrodolce

Se desiderate preparare un ottimo contorno a base di verdure da servire assieme a carni arrosto o stufate, sia bianche che rosse, ecco a voi la ricetta ideale: le cipolline in agrodolce. Sono semplici da realizzare ma per ottenere un eccellente risultato...
Pesce

Sgombro in agrodolce con peperoni

La cucina italiana è ricca di piatti per tutti i gusti dai risotti ai contorni, dalla carne al pesce, alcuni elaborati, altri più semplici e veloci da preparare. Soprattutto in estate l'ingrediente principale nelle portate è il pesce, fresco, leggero...
Pesce

Come preparare la trota in salsa agrodolce

Se credete che preparare il pesce richieda troppo tempo e molto spesso lo sacrificate, rinunciandovi, forse con questa guida vi faremo ricredere. Il pesce è un alimento importantissimo, ricco di antiossidanti e omega-3, gli acidi grassi cosiddetti "buoni",...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.