Come preparare la pasta per la pizza

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pizza è uno degli alimenti preferiti sia dagli adulti che dai più piccoli. Spesso è capitato di mangiare la pizza in alcuni ristoranti e di non riuscire a digerirla per bene a causa di una cattiva o assente lievitazione. Per evitare un problema di questo tipo, perché non provare a preparare una gustosissima pizza in casa? Fare l'impasto della pizza per chi non è un grande esperto, non è molto semplice. Esistono diversi impasti per poter fare una meravigliosa pizza: quello napoletano o l'impasto alla romana. La pizza napoletana è più alta di quella romana e in genere l'impasto è più complicato da fare in casa, perché il forno casalingo non raggiunge temperature elevate. La guida di oggi, vi insegnerà come fare la pasta della pizza bassa e croccante alla romana.

26

Occorrente

  • farina 00 200g
  • farina Manitoba 120g
  • acqua a 37 gradi 160g circa
  • olio di semi 10g
  • zucchero 1 cucchiaino
  • sale q.b.
  • lievito di birra disidratato 1 bustina
36

Per fare un'ottima pasta per pizza vi è bisogno di un ambiente caldo. Questa accortezza vi aiuterà per la perfetta lievitazione dell'impasto. Procuratevi la classica tavola per impasti e create la solita "fontana" con la farina. Usate sempre entrambe le farine: 00 e manitoba. Quest'ultima è una farina di origine canadese perfetta per gli impasti del pane e della pizza, una farina di grande prestigio largamente usata dai fornai. In mezzo alla fontana, mettete lo zucchero e l'olio di semi. Questi due ingredienti vi aiuteranno a sopperire alla mancanza del forno a legna e doneranno alla vostra pizza la croccantezza ed il colore tipico della pizza di pizzeria.

46

Aggiungete l'acqua a 37 gradi, e versate il lievito di birra disidratato, sicuramente più pratico di quello fresco. Cominciate ad impastare e, solo dopo un po', aggiungete il sale. Questo perché il sale a contatto con il lievito non permetterebbe una corretta lievitazione e tutto il vostro lavoro andrebbe perduto. Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto morbido, non appiccicoso.

Continua la lettura
56

Con l'impasto ben lavorato, create una palla e mettetela al calduccio coperta con un canovaccio pulito. L'impasto dovrà lievitare la prima volta un'ora in estate e due in inverno. Passata la prima lievitazione, prendete l'impasto lavoratelo nuovamente e dividetelo in 4 palle dello stesso peso. Copritele con un canovaccio e fatele nuovamente lievitare per lo stesso tempo di prima. Dovranno raddoppiare di volume, perché solo così in cottura avrete le classiche bolle della pizza. Adesso, è importante usare il forno al massimo della temperatura e mettere le pizze a cuocere nella parte più bassa. Fate molta attenzione a non bruciarle e dopo 3-4 minuti, continuate la cottura spostando le pizze a metà altezza del vostro forno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'impasto andrebbe steso a mano ma può andar bene anche l'uso del mattarello.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla romana

Nella guida che svilupperemo nei tre passi che seguiranno ci occuperemo di alimentazione, in quanto tratteremo la preparazione di una ricetta. Come avrete potuto notare leggendovi il titolo che accompagna la guida, ora proveremo a offrirvi delle informazioni...
Pizze e Focacce

10 consigli per fare l'impasto della pizza

Una buona pizza si mangia sempre volentieri, ma per ottenere un capolavoro occorre una certa attenzione negli ingredienti e nel modo di lavorare l'impasto. Per noi italiani che vantiamo il titolo di migliori pizzaioli non ci è concesso sbagliare, ecco...
Pizze e Focacce

Come far lievitare l'impasto per la pizza

Pizza, pane, brioches, ma anche plumcake, muffin e torte, cosa hanno in comune? Sono tutte paste lievitate. Acqua, farina e lievito sono alla base di queste preparazioni che, in relazione all'aggiunta di sale, zucchero, grassi e altri ingredienti, si...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza di melenzane e provola

Per allietare le serate con gli amici è sempre una buona idea quella di preparare un’ottima pizza, soprattutto se avete a disposizione in giardino un forno a legna. I gusti più gettonati sono di solito a base di pomodoro, ma riscuotono molto successo...
Pizze e Focacce

Come preparare l'impasto della pizza

È difficile trovare una persona che, posta davanti ad una pizza fumante, rinunci a mangiarne almeno una fetta. Sia adulti che bambini sono inesorabilmente attratti da questa preparazione a base di acqua, farina e lievito, che può essere arricchita con...
Pizze e Focacce

3 ricette senza lievito: come preparare gli impasti

Non tutte le persone hanno la fortuna di non essere allergici a qualcosa. Chi ad un animale, chi ad una pianta, e c'è anche chi può essere allergico o intollerante al lievito. Eh si, esiste anche un allergia per questo alimento che serve per far, appunto,...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza com bordo ripieno

Essendo noi italiani, amanti della buona pizza, abbiamo pensato di proporre a tutti voi, una guida che riguardi proprio quest'argomento. Nello specifico vogliamo proporre un articolo, che spieghi, come poter preparare, in modo semplice e veloce, la pizza,...
Pizze e Focacce

Pizza fritta di scarola

Ecco una nuova ed interessante ricetta, attraverso il cui aiuto poter preparare nella nostra cucina un sapore veramente unico. Abbiamo pensato di proporre ai nostri lettori, il modo per imparare a realizzare una buonissima pizza fritta di scarola.E’...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.