Come preparare la pizza con la farina di quinoa

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La quinoa è un vegetale dalla cui pianta erbacea si ricavano sia frutti che semi. Appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae ed è tipica dei territori delle Ande del sud America, dove viene coltivata in abbondanza. La quinoa è ricca di amido; proteine; sali minerali quali magnesio, fosforo, calcio e ferro; vitamine in particolare la A e la E ma, soprattutto, non contiene glutine, pertanto può essere consumata, tranquillamente, da tutti coloro che soffrono sia di intolleranze che di allergie alimentari, primi tra tutti i celiaci. Va tenuto presente che al suo interno vi è un'elevata quantità di saponine, ossia molecole che conferiscono alla quinoa uno sgradevole sapore amarognolo, inconveniente che può essere eliminato mediante un lavaggio industriale e, successivamente, con l’essicazione. La quinoa secca viene consumata per intero oppure sotto forma di farina ricavata dalla macinatura dei suoi semi. Vediamo, con questa guida, come preparare al pizza con farina di quinoa.

28

Occorrente

  • Ingredienti per la pasta di base per 6 persone: 350 grammi di farina di quinoa, 100 grammi di farina di riso, 30 grammi di lievito di birra o se si preferisce la stessa quantità di lievito madre, un bicchiere circa di acqua a 20 gradi, un cucchiaino di sale fino, un cucchiaio di olio d’oliva extra vergine, mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio.
38

Pre preparare questo tipo di pizza, dovrai setacciare sul tuo piano da lavoro sia la farina di quinoa che quella di riso miscelandole insieme. Aggiungi il bicarbonato di sodio e rimesta di nuovo. Dopo aver formato la fontana versarci al suo centro l’acqua, nella quale avrai, precedentemente, sciolto il lievito di birra ed il sale. Lavora, con energia, la pasta fino a quando risulterà liscia e ben omogenea ma anche piuttosto morbida. Raccoglila a palla e sistemala in un contenitore sul fondo del quale avrai sparso un leggero strato di farina, di quinoa o di riso a tua scelta. Copri il recipiente con un canovaccio e lascia lievitare, in luogo tiepido, fino a quando l’impasto si sarà raddoppiato di volume. Ti rammento che la fermentazione avverrà in circa due ore.

48

A lievitazione avvenuta, rovescia la pasta sulla spianatoia infarinata, lavorala per alcuni minuti allargandola. Metti al suo centro l’olio d’oliva extra vergine, quindi riprendi ad impastare fino al completo assorbimento del condimento. Ricrea di nuovo una palla e adagiala sul tuo tavolo da lavoro lasciandola riposare per un quarto d’ora.

Continua la lettura
58

Trascorso il tempo, la tua pasta sarà pronta. Dovrai dividerla in sei porzioni uguali, ognuna delle quali dovrai schiacciare con le mani cercando di estenderla il più possibile. Se la pasta ti sembrerà troppo elastica, ti suggerisco di effettuare questa operazione con l’ausilio di un mattarello infarinato. Distendila nello spessore di circa mezzo centimetro e conferiscile la grandezza che desideri. Ora ti trovi ad un bivio: puoi condire ora la pizza oppure potrai farlo successivamente.

68

Nel caso tu voglia condire la pizza prima di cuocerla dovrai fare attenzione a rendere il centro delle tue pizze leggermente più sottile: in questo modo gli ingredienti non rimarranno poco cotti. Questo metodo è consigliatissimo per le pizze con una base di salsa. Una volta guarnita la pizza inforna a 200 gradi per circa quindici minuti.

78

Nel caso invece tu voglia presentare una preparazione un po' più originale o esotica ti consiglio di cuocere prima l'impasto della pizza: in questo modo il gusto degli ingredienti che ti consiglierò sarà esaltato. Sistema, con la punta delle dita, l'impasto base delle tue pizze collocandole in recipienti rivesti con carta da forno. Ungi la superficie con un leggero strato di olio extra vergine di oliva, spruzzandolo o pennellandolo. A questo punto, dopo averla cotta, in forno preriscaldato a 200 gradi per quindici minuti, potrai farcirla secondo la ricetta che hai scelto.

88

Un ottimo modo di guarnire una pizza senza salsa di pomodoro è quella di utilizzare cibi dal sapore deciso, come del mais dolce al vapore, o comunque verdure: spinaci, peperoni, melanzane, zucchine, anche funghi! Se il risultato vi sembra comunque secco potete usare come base un fresco pesto. Qui potete vedere come si prepara un pesto di fave che si presta benissimo a questo tipo di farina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: polpette di quinoa e verdure

Ecco qui pronta una nuova ed anche molto interessante guida, attraverso il cui aiuto, pratico e del tutto veloce, poter imparare come realizzare una nuova ricetta, con l'aiuto del nostro senso di creatività e voglia di fare. Cercheremo di realizzare...
Consigli di Cucina

Come fare la pizza con farina di mais

In questo tutorial vi spiegheremo come fare la pizza con farina di mais. La pizza è una pietanza classica della cucina italiana. Se voi oppure i vostri bambini sono intolleranti al glutine, la miglior soluzione a tal problema c'è: occorre infatti fare...
Dolci

5 gustosi dolci con la quinoa

Molti di voi sicuramente non sanno ancora cos'è la quinoa ed è davvero un peccato, perché si tratta di un ingrediente davvero molto speciale, soprattutto per fare dei dolci deliziosi. Si tratta di una pianta dai cui semi è possibile ottenere, tramite...
Consigli di Cucina

5 errori da evitare se cucinate con la quinoa

Per antonomasia, la quinoa è considerata la madre di tutti i semi. È una pianta dal fusto erbaceo, originaria del Sud America, dalle elevate proprietà nutritive, che può essere adoperata in diversi modi in cucina, con ricette gustose e creative. È...
Antipasti

Ricetta: bocconcini di quinoa

Questa ricetta gustosa e salutare, è ricca di proprietà nutritive e benefiche (tra cui: fosforo, zinco, ferro e magnesio). La quinoa viene considerata uno pseudocereale. Anche se rappresenta l'elemento base dell'alimentazione delle popolazioni andine,...
Primi Piatti

Quinoa alla curcuma con seppie e piselli

La quinoa è un alimento molto sano e ricco di nutrienti. Questa fantastica pianta che appartiene alla famiglia delle Chinopidacee contiene moltissime proteine, è ricca di carboidrati ma ugualmente ipocalorica, e non avendo glutine è indicata anche...
Antipasti

Ricetta: polpettine di quinoa con cavolfiore e radicchio

Ecco una nuova ed interessante ricetta, che vogliamo proporre a tutti i nostri lettori, in maniera tale che gli stessi, possano portarla in tavola e servirla ai propri ospiti, in questo periodo estivo, che ci accingiamo a vivere. Nello specifico cercheremo...
Consigli di Cucina

Quinoa: 5 ricette invernali

Vi piace molto mettervi ai fornelli con degli ingredienti sempre originali e nuovi? Vi piace davvero molto la buona cucina? Allora tale articolo è proprio quello che state cercando. In seguito vi descriveremo 5 ricette invernali dove presentano la quinoa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.