Come preparare la trippa alla canadese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare la trippa alla canadese
16

Introduzione

La trippa è uno dei piatti tipici della tradizione culinaria romana. Molti non sanno che però questo piatto è diffuso anche all'estero e si presenta in tantissimi modi diversi. La trippa, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è affatto un alimento grasso, l'unica problematica che comporta è la difficoltà nella digestione. Per questo va mangiata una tantum e cucinata come consiglia la tradizione, in modo da poterla gustare appieno. Tra le tante ricette con le quali si può preparare la trippa, c'è ne una che viene dal nord America. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come preparare la trippa alla canadese.

26

Occorrente

  • 1 Kg. di trippa; 1 bicchiere di latte; 1 cipolla; 30 gr. di burro; pepe; sale.
36

La prima cosa da fare è quella di cucinare per bene la trippa in acqua bollente. Prendete una pentola abbastanza capiente da ospitare la trippa. Riempitela di acqua e scaldate sul fuoco. Aggiungete la trippa e fate cuocere. Dovrà lessare per non meno di due ore. A cottura ultimata spegnete il fuoco e scolatela accuratamente. Trasferitela su un tagliere e tagliate la trippa a cubetti regolari. Prestate attenzione al tempo di cottura, infatti se la scolate troppo presto risulterà troppo spugnosa e potrebbe dare cattivo odore.

46

A questo punto dovete prendere un altro tegame e versare i cubetti di trippa. Ha ora inizio la seconda fase di cottura, la quale serve a insaporire il piatto e a togliere il forte odore della trippa. Nel tegame con i cubetti di trippa, versate del latte intero, seguito dalla cipolla bianca, dal sale e dal pepe. Accendete nuovamente la fiamma e fate cuocere a fuoco medio. Dovrete proseguire finché il latte non si addenserà. Questo breve lasso di tempo è sufficiente affinché la trippa assorba tutti i sapori. Al termine di questa seconda fase potete spegnere il gas e trasferire la trippa su piatti da portata. Ma prima dobbiamo aggiungere qualche piccolo tocco finale.

Continua la lettura
56

Prendete il burro e ricavatene dei fiocchetti. Questo lavoro è più semplice se il burro è a temperatura ambiente. Cospargete con qualche fiocchetto di burro ogni piatto di trippa, per dare ancora più sapore al pasto. Se non siete amanti del burro potete comunque sostituirlo con un filo di olio d'oliva. Per accompagnare il piatto pulite delle patate e tagliatele a rondelle. Stendetele su una teglia coperta di carta forno e spennellatele con olio. Aggiungete un po' di sale e rosmarino. Cuocete in forno, fino a doratura. Volendo è possibile cucinare le patate insieme alla trippa, però potrebbero non dorarsi alla perfezione. Impiattate servendo la trippa accompagnata dalle patate. Buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Su questo piatto è da abbinare un vino rosso forte, come il Primitivo di Manduria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Trippa alla romana: ricetta tradizionale

La ricetta tradizionale della trippa alla romana è un classico della cucina italiana. Il sapore è deciso e sicuramente inconfondibile. Tutti gli ingredienti sono mixati alla perfezione, dal guanciale, al pomodoro fino alla freschissima menta. Immancabile...
Primi Piatti

Maccheroni con la trippa

La trippa viene ricavata dallo stomaco del bovino. Nella tradizione italiana, era considerato un piatto povero ma allo stesso tempo molto diffuso. Infatti sono numerosissime le ricette che prevedono l'utilizzo della trippa. La cucina savonese propone...
Carne

Come cuocere la trippa di manzo

La trippa è un alimento che affonda le sue radici nella notte dei tempi, si tratta infatti di un piatto con origini molto antiche. In ogni regione è possibile trovare numerose varianti per cucinare questo piatto come ad esempio alla milanese, alla romana...
Carne

Ricetta per trippa con i carciofi

La trippa altro non è che una parte dello stomaco dei bovini macellati. Abitualmente si acquista già cotta in quanto la sua bollitura iniziale richiederebbe molte ore; tuttavia è necessaria una seconda lessatura di circa un paio d'ore. Quest'ultima...
Carne

Ricetta per la trippa alla fiorentina

La trippa alla fiorentina è un piatto tipico delle trattorie, ma presente anche in alcuni ristoranti molto rinomati. Con questa ricetta, che vede l'aggiunta finale del parmigiano grattugiato, anche un ingrediente che può destare qualche perplessità...
Carne

Come preparare la millefoglie di trippa

La trippa è un tipico secondo piatto romano, molto ricco e saporito. Una simpatica reinterpretazione del piatto è quella di renderlo una gustosa millefoglie, che possa sorprendere a tavola per originalità e bontà; vediamo quindi come prepararla. Ricordando...
Carne

Come preparare la trippa alla bolognese

La trippa alla bolognese è un piatto tipico della tradizione romagnola che viene preparato in inverno. Ha un sapore ricco e può essere servita anche come piatto unico se si accompagna con polenta calda oppure con un abbondante contorno di verdure stufate....
Antipasti

Come preparare la frittata in trippa

Le uova hanno un ruolo estremamente importante nell'alimentazione, contengono proteine, zinco, ferro e vitamine, elementi necessari per la nostra crescita. Con un po' di fantasia si possono realizzare tante ricette che sapranno accontentare anche i palati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.