Come preparare le piadine senza strutto

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La piadina è senza ombra di dubbio il piatto principe che identifica l'Emilia Romagna. Si hanno documenti con la descrizione delle piadine (definite come una sorta di galletta schiacciata) che risalgono al 170 avanti Cristo. Essa è un buon sostituto del pane. La ricetta classica prevede l'utilizzo dello strutto, un grasso animale che non solo è poco salutare (sopratutto per le persone in sovrappeso essendo un grasso saturo), ma le rende anche "pesanti" e pastose. Non tutti lo amiamo e soprattutto non tutti lo abbiamo sempre a disposizione. Esistono tante varianti alla classica piadina che non prevedono l'uso dello strutto. Le piadine saranno ugualmente buone ma molto più leggere e salutari. Vediamo insieme come preparare le piadine senza strutto.

28

Occorrente

  • 400 gr di farina
  • 2 gr di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 5 cucchiai di olio extavergine d’oliva
  • 200 ml di acqua e/o latte
38

Preparazione dell'impasto

Per prima cosa assicuratevi di avere tutti gli ingredienti a disposizione, che sono davvero pochi. Prendete la farina 0 e aggiungete un pizzico di sale e di bicarbonato. Mescolate bene e create la classica fontana. All'interno di questa mettete l'olio extravergine di oliva, che sostituirà lo strutto, e versate a poco a poco l'acqua. Quest'ultima dovrà essere a temperatura ambiente. Iniziate a impastare finché non ottenete una palla di impasto liscia e compatta. Coprite con la pellicola e lasciate riposare per trenta minuti.

48

Realizzazione delle piadine

Riprendete l’impasto, lavoratelo velocemente e ricavate sei palle dello stesso peso. Usando un matterello stendete ogni palla a un’altezza di 3-4 mm ricavandone sei dischi da 23-25 cm l’uno. Per dare la forma ai dischi potete aiutarvi con il coperchio di una padella ritagliandone i bordi seguendo il profilo.

Continua la lettura
58

Cottura delle piadine

Scaldate una padella antiaderente e, una volta bollente, adagiate una piadina per volta e lasciate cuocere per un paio di minuti su ogni lato fin quando non si formano delle bolle in superficie da appiattire con una forchetta. Togliete le piadine dalla padella. A questo punto potete farcirle e servirle.

68

Personalizzazione degli ingredienti

In alternativa all'acqua potete utilizzare una miscela di latte e acqua. Inoltre per delle piadine più particolari potete giocare anche sulla tipologia di farina da utilizzare. Quindi scegliere tra farina di ceci, la farina di farro o di orzo per delle piadine ad alto contenuto proteico.
In conclusione ricordate che il miglior modo per assaggiare un piatto tipico è recarsi nel luogo di produzione, che in questo caso è l'Emilia Romagna. Qui la piadina viene riproposta con piccole varianti a seconda della zona in cui ci si trova, ma tutte prevedono lo strutto.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Piadina con petto di pollo e mais

La piadina è un golosa ricetta tutta romagnola. Facile e veloce da preparare, può essere farcita con tantissimi ripieni a seconda del nostro gusto. Perfetta servida fredda per un pranzo estivo, la piadina è ottima gustata anche calda e fragrante! Per...
Antipasti

Ricetta: rotolini di piadina con radicchio, funghi e speck

La piadina è senza ombra di dubbio il fiore all'occhiello della gastronomia romagnola. Una semplice sfoglia di pastella, dalla forma arrotondata, che nasconde un cuore ricco di golose farciture. La semplicità di questa preparazione è pari solo alla...
Antipasti

Ricetta: dischetti di piadina con salmone, rucola e grana

La piadina è un capolavoro della gastronomia romagnola che possiamo apprezzare in numerose varianti. Si tratta principalmente di un disco molto sottile che si compone di farina di grano o kamut, lievito e acqua. Ogni versione di questo sfizioso alimento...
Pizze e Focacce

Come fare una piadina vegana

Chi decide di intraprendere un regime alimentare vegano sa che esso è completamente vegetale. Non potendo mangiare carne, pesce, formaggi, miele e latticini, sono molte le ricette tradizionali proibite. Per fortuna esistono alimenti e metodi alternativi...
Antipasti

Come preparare le piadine con salame e scamorza

Avete mai preparato le piadine in casa? Se fino ad adesso pensavate che fosse difficile realizzare in piena autonomia deliziose piadine romagnole da farcire, dovrete ricredervi. Seguendo passo dopo passo questa ricetta, anche i meno abili ai fornelli...
Cucina Etnica

Come preparare le quesadillas ai peperoni

Le ricette culinarie straniere spesso incuriosiscono per le loro stranezze legate alla preparazione delle stesse. In questa guida vedremo come preparare le quesadillas ai peperoni, ossia delle specie di piadine ripiene di formaggio morbido spalmabile...
Antipasti

Come preparare le piadine con dadolata di verdure

La piadina è una squisita soluzione per preparare un'ottima e sfiziosa cena, per rallegrare un buffet o un aperitivo, o per aprire un pasto tra amici: le sue radici affondano in Romagna, una terra calorosa e piena di vita, che ha fatto della piadina...
Cucina Etnica

Ricetta orientale: le piadine turche

Le piadine turche rappresentano un piatto orientale che ha riscosso molto successo anche dalle nostre parti. I motivi sono molteplici, e comprendono l'economicità, le quasi infinite possibilità d'utilizzo, in quanto esistono centinaia di ripieni diversi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.