Come preparare le scaloppine ai porri

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le scaloppine ai porri rappresentano senza dubbio un piatto molto particolare ma al contempo molto facile da realizzare. Si tratta di una ricetta che può essere preparata in qualsiasi periodo dell'anno e che non richiede troppo tempo. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come preparare le scaloppine ai porri.

27

Occorrente

  • 550 g di scaloppine di vitello
  • 40 g di farina
  • 150 g di porri
  • foglie di menta
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pentola media
  • batticarne
  • tagliere o tavolo piano
  • Padella medio/grande
37

Lavare i porri

Iniziare lavando in maniera accuratamente i porri sotto acqua corrente per poi tagliarli a rondelle non eccessivamente spesse. Dopo aver preso una pentola di medie dimensioni, versare un filo d'olio extravergine d'oliva facendo rosolare le rondelle ottenute dai porri girando costantemente il tutto per evitare che si bruci. Aggiungere qualche fogliolina di menta e mezzo bicchiere di vino bianco, successivamente aggiungere il sale in base ai propri gusti. Coprire la pentola con il coperchio e continuare la cottura per circa cinque minuti, controllando la pietanza di tanto in tanto.

47

Appiattire la carne

A questo punto è necessario prendere le scaloppine e disporle su un tavolo. Dopodiché bisogna coprire quest'ultimo con della pellicola trasparente e cominciare ad appiattirle le scaloppine energicamente adoperando un comune batticarne.

Continua la lettura
57

Girare la carne nella farina

Successivamente, dopo aver cosparso adeguatamente del sale su tutti e due i lati delle scaloppine, bisogna passarle in abbondante farina in maniera delicata. In seguito bisogna lasciare la carne a temperatura ambiente per circa una mezz'ora.

67

Cuocere

Adesso versare al interno di una padella antiaderente di dimensioni abbastanza grandi un filo d'olio extravergine di oliva. Dopo aver lasciato scaldare l'olio poggiare con attenzione le scaloppine di vitello nella padella, per poi lasciarle rosolare girandole di tanto in tanto in modo che la cottura sia uniforme su entrambi i lati della scaloppina. A cottura ultimata, prendere la carne dalla padella e spostarla in un tegame asciutto.

77

Servire

Dopo aver ripulito la padella precedentemente usata dal grasso residuo dalla cottura della carne, adagiarvi con attenzione le scaloppine ed aggiungere i porri precedentemente preparati. Bagnare con un poco di vino bianco il contenuto della padella, per poi lasciarlo evaporare a fiamma bassa. Aggiustare il sapore della pietanza con del sale se necessario e continuare a scaldare le scaloppine di vitello ed i porri per circa due minuti. A cottura ultimata poggiare in un piatto le scaloppine e guarnire il tutto con i porri, successivamente servire la pietanza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Scaloppine prosciutto cotto e provola

Quello che vi propongo oggi è un secondo piatto tipico della cucina italiana, saporito e gustoso. Molto semplice e veloce da realizzare, sto parlando delle scaloppine prosciutto cotto e provola. Possiamo rispettare la ricetta della tradizione utilizzando...
Carne

Come preparare le scaloppine di vitello

Le scaloppine sono delle fettine di carne molto sottili di vitello, maiale o tacchino che si possono preparare in diversi modi, come ad esempio con il limone, il vino o con il prezzemolo. La ricetta è molto semplice da realizzare, occorrono pochi ingredienti...
Carne

Ricetta: scaloppine di vitello al taleggio

Per portare in tavola un goloso secondo a base di carne, perché non lasciarci ispirare da una ricetta easy come le scaloppine di vitello al taleggio? Una variante della classica scaloppina, impreziosita dalla presenza robusta del taleggio. Questa ricetta...
Carne

Ricetta: scaloppine di vitello alle noci

Le scaloppine sono fettine di carne tagliata in maniera sottile. Anche se generalmente si prepara con la carne di manzo, la scaloppina può essere anche di pollo o di maiale. La preparazione delle scaloppine varia in base alle tradizione gastronomiche....
Carne

Come preparare le scaloppine alla romana

Le scaloppine alla romana (o saltimbocca) possono essere il perfetto secondo piatto, da accompagnare con un contorno a scelta, per un ottimo pranzo in compagnia. Le scaloppine alla romana, infatti, possono essere preparate facilmente ed in tempi ridotti,...
Carne

Scaloppine di vitello alla Valdostana

Quando si hanno a cena degli ospiti e si vuole preparare un piatto delizioso ed invitante in grado di stupirli, si può senz'altro optare per delle scaloppine di vitello alla Valdostana. Si tratta di una ricetta estremamente gustosa che è in grado di...
Carne

Come preparare le scaloppine al vin santo con funghi e tartufo

Tipico secondo piatto a base di carne di origine lombarda, le scaloppine sono molto amate e gettonate in tutte le regioni italiane. Nell'arte culinaria, questa pietanza viene preparata con delle fettine di vitello infarinate e fatte friggere nel olio...
Carne

Ricetta: scaloppine ai funghi

Le scaloppine sono un modo semplice e gustoso per cucinare la carne. Si può usare carne di maiale o di vitello, ma ricordate che è importante dosarla in modo equilibrato nella dieta. Unendo i funghi alla carne, risulterà una ricetta equilibrata che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.