Come preparare le tigelle modenesi

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare le tigelle modenesi
16

Introduzione

Ora andremo a occuparci di cucina e di ricette tipiche. Ci sposteremo nel territorio italiano, fino ad arrivare al modenese, in quanto vi spiegheremo tutti i passaggi per comprendere come preparare le tigelle modenesi. Cominciamo subito.
Le tigelle sono un pane tipico modenese, solitamente usato per accompagnare salumi e formaggi tipici della zona romagnola. Sono preparate con ingredienti semplici e si prestano bene per una cena fredda o per un aperitivo informale con gli amici. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come preparare le tigelle modenesi.

26

Occorrente

  • Farina
  • Lievito di birra
  • Acqua
  • Strutto
  • Sale
  • Zucchero
36

Preparazione del lievito

Cominciamo subito prendendo un recipiente e sbricioliamoci dentro circa 25 grammi di lievito di birra, quindi semplicemente un panetto di quelli che troverete in vendita al market. Inoltre, aggiungiamo un cucchiaino di zucchero e duecento millilitri di acqua tiepida. Mescolate bene il tutto fino a quando il lievito sarà sciolto perfettamente. Aspettate qualche minuto, affinché si formi in superficie una leggera schiuma.

46

Preparazione dell'impasto

Una volta che saremo arrivati fino a questo punto, dovremo andare a disporre 500 grammi di farina nella spianatoia, per poi proseguire versando del lievito sciolto nel centro e 80 grammi di strutto. Lavorate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, molto simile a quello della pizza. Fate una palla e con la punta di un coltello affilato praticate una croce sulla superficie. Questo gesto permetterà all'impasto di lievitare maggiormente. Lasciatelo riposare per due ore coperto da un panno pulito e in un ambiente tiepido. Se siete nel periodo invernale potete preriscaldare il forno per qualche minuto e lasciar lievitare l'impasto nel forno stesso.

Continua la lettura
56

Taglio e cottura

Stendete l'impasto aiutandovi con un mattarello fino a formare una sfoglia di 3 mm di spessore. Tagliate dei dischi di 10 cm di diametro. Di solito le tigelle devono essere cotte in un'apposita teglia, composta da spazi predefiniti, ma qualora non disponete della tigellatrice potete cuocerle in una padella antiaderente schiacciandole bene con il dorso di una forchetta. Qualunque sia il metodo di cottura che sceglierete, dovete sempre cospargere la padella con il lardo.
Il pane dovrà cuocere per un periodo di 10 minuti e durante la sua cottura dovrà essere girato in continuazione. Dovrete servire le vostre tigelle ben calde in tavola, magari con un accompagnamento rappresentato da dei salumi o la cunza con lardo, aglio e rosmarino.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: fettuccine alla modenese

Nella ricetta delle fettuccine alla modenese si respira il profumo delizioso della storia e della tradizione di una terra meravigliosa. Gli ingredienti che andremo ad utilizzare sono irresistibili e sono proprio caratteristici di questa zona: il sapore...
Antipasti

Come preparare lo gnocco fritto alle erbe aromatiche

Lo gnocco fritto è un piatto tipico modenese particolarmente gustoso. Può essere servito come antipasto o come goloso spezza fame in qualsiasi momento della giornata. Questa è una variante alle erbe aromatiche, adatta per essere accompagnata con salumi...
Antipasti

Come preparare le bruschette al lardo

In cucina vengono preparati delle ottime ricette. Come il tiramisù, la semplice torta al cioccolato, la torta di mele, la crostata di marmellata ai frutti di bosco, il tortino di cioccolato fondente. Oltre ai dolci, troviamo i piatti salati, come la...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza ai funghi porcini e lardo di colonnata

La pizza è senza dubbio l'alimento che più di tutti rappresenta l'Italia all'estero. Nata nella versione con pomodoro, mozzarella e basilico, negli anni ha subito decine e decine di variazioni grazie al l'aggiunta di diversi ingredienti. Oggi ve la...
Consigli di Cucina

I migliori salumi italiani

I salumi sono un tipo di alimenti a base di carne, sapientemente lavorati, al fine di caratterizzarne il sapore ed aumentarne la capacità di conservazione. Esistono diversi trattamenti per la produzione dei salumi: tra questi ovviamente l'affumicatura,...
Carne

I diversi tagli del suino

I tagli del suino rientrano nella lista di muscoli bianchi perché dopo la macellazione assumono un colore chiaro rispetto al manzo o al cavallo. È sempre importante farla cuocere bene, per raggiungere il massimo delle proprietà organolettiche, e per...
Carne

Come preparare il lardo in casa

Il lardo costituisce allo stesso tempo gioia e dolore della tavola, gioia perché conferisce sapore e aroma alle ricette nelle quali viene utilizzato, dolore in quanto il lardo è ricco di grassi che aumentano il colesterolo. Evitato come la peste dai...
Antipasti

Come fare l'insalata di radicchio al lardo

Quando ci ritroviamo ad organizzare una cena tra amici, spesso non abbiamo molte idee sul menù. Intanto dobbiamo trovare dei piatti che possano essere di gradimento a tutti e poi sarebbe il caso di scegliere ricette facili e veloci. Tra i piatti più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.