Come preparare le trofie alla trapanese con mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La cucina siciliana è risaputamente ricca e saporita e spesso è il frutto di una rielaborazione ricercata di altre cucine. Ne è un esempio il pesto alla trapanese nato dall'incontro del pesto alla genovese importato dai marinai liguri di passaggio, con i prodotti dell'isola, pomodori e mandorle. E per onorare maggiormente l'origine della ricetta, oggi vogliamo proporvi di gustarlo con un buon piatto di trofie, preferibilmente fatte in casa. Abbondate con le porzioni e, se riuscirete a resistere alla tentazione di arrivare fino al fondo della pentola, godetevi il piacere di gustare freddo l'avanzo. C'è un solo modo per soddisfare il desiderio e quietare l'acquolina che inonda oramai la vostra bocca: scoprire come preparare le trofie alla trapanese con mandorle e mettervi all'opera.

28

Occorrente

  • Trofie
  • Basilico fresco 50 gr
  • Pomodori perini o ramati maturi e sodi 250 gr
  • Mandorle sgusciate 50 gr
  • Pecorino grattugiato 1 cucchiaio
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio evo 1 cucchiaio abbondante
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
38

Se ne avete il tempo e la possibilità, preparate voi stessi le trofie. È un tipo di pasta piuttosto semplice e veloce da preparare, se si ha l'accortezza di creare un impasto piuttosto sodo. Ma se non doveste riuscire, per vari motivi, a fare da voi, potete reperire le trofie ormai ovunque, nei supermercati o nelle gastronomie. Concentratevi sul condimento e il risultato sarà comunque sublime.

48

Preparate prima di tutto le mandorle che dovranno essere pelate. Sbollentatele allora in acqua bollente per pochi minuti, quindi scolatele e lasciatele asciugare su un vassoio ricoperto di carta assorbente. Una volta fredde sarà semplice separarle dalla buccia con una leggera pressione. Passate ora ai pomodori, meglio se perini o ramati. Dopo averli lavati, scottateli in acqua bollente per 2 o 3 minuti, scolateli, lasciateli raffreddare poi pelateli.

Continua la lettura
58

Ora ponete i pomodori in un mortaio dove aggiungerete anche il basilico, le mandorle e l'aglio. Pestate per bene gli ingredienti fino a sminuzzarli e, quando avrete ottenuto un composto omogeneo, aggiungete il pecorino e mescolate. Potete ora spostare il pesto in una ciotola più comoda, aggiungere l'olio extravergine d'oliva, aggiustare con sale e pepe e amalgamare. Se non avete un mortaio o non sapete come usarlo, potete servirvi di un semplice frullatore o di un mixer. Se avrete scelto sapientemente gli ingredienti, potrete gustare lo stesso un pesto delizioso.

68

Il vostro pesto è pronto. Non vi resta che cuocere le trofie al dente e avvolgerle in questa salsa sublime. Gustate il vostro piatto di trofie alla trapanese con mandorle immaginando la nascita di questa ricetta, il connubio di esperienze tra marinai venuti da lontano, uomini di mondo, e cuochi, cultori in casa di sapori dal mondo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Provate il pesto alla trapanese sulla pasta sia calda che fredda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la pasta col pesto alla trapanese

Il pesto è uno dei condimenti più famosi fra i piatti tipici italiani. Il pesto più conosciuto è sicuramente quello genovese, realizzato con basilico, pinoli, parmigiano, pecorino e aglio, dal tipico colore verde acceso. Tuttavia esistono moltissimi...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con pancetta, noci e gorgonzola

Per un primo piatto veloce e goloso, la ricetta delle trofie con pancetta, noci e gorgonzola è l'ideale. Il sapore avvolgerà morbidamente il palato dei nostri commensali. Mentre il gusto piccante del gorgonzola si fonderà perfettamente con quello dolce...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con zucchine e speck

Le trofie sono un tipo di pasta alimentare sottile, di forma allungata ed attorcigliata di origine ligure. Simili a trucioli di legno, le trofie trovano nel termine genovese strufuggià ("strofinare") la propria origine etimologica: tale termine indica...
Primi Piatti

Ricetta: trofie ai porri, salsiccia e radicchio

Quando la fame inizia a farsi sentire, un buon piatto di pasta è sempre la soluzione ideale. La pasta è senza dubbio la regina delle nostre tavole. Piace praticamente a tutti, grazie alla sua caratteristica migliore: abbinarsi a tanti condimenti diversi....
Primi Piatti

Come preparare le trofie con sugo d'anatra

Le trofie sono perfette con il pesto, come suggerisce la tradizione ligure. Tuttavia, esistono anche altre varianti che rendono questa pasta decisamente interessante. Qui vedremo come preparare le trofie con sugo d'anatra. Il primo piatto è perfetto...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con salsiccia, pomodorini e porcini

Se si pensa alla gastronomia ligure, non si può non pensare alle trofie: tipiche infatti di questa regione, le trofie sono un tipo di pasta fresca adattissime ad esaltare e a catturare al loro interno qualsiasi condimento o salsa proprio grazie alla...
Primi Piatti

Come preparare le trofie alla crema di spinaci

Le trofie sono un tipo di pasta, tipica della cucina ligure. Gli ingredienti sono farina e patate e si prestano alla realizzazione di piatti molto succulenti. Il condimento principe è il locale pesto, a base di basilico genovese. Tuttavia si associano...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con salsina alle noci e rosmarino

Se intendete preparare un primo piatto davvero gustoso e nel contempo veloce, potete cimentarvi nell'elaborazione di una ricetta che prevede delle trofie con salsina alle noci e rosmarino. Il procedimento elencato nei passi successivi se eseguito a regola...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.