Come preparare un cocktail Negroni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare un cocktail Negroni
14

Introduzione

Il Negroni è un cocktail che col passar del tempo è diventato un drink classico da bere come digestivo. I suoi componenti sono: Vermouth Rosso; Gin e Bitter Campari. Il Negroni nasce in Italia, nel Bar di Fosco Scarselli a Firenze; il primo a richiederlo fu il Conte Camillo Negroni. Esso non è altro che una variante del classico "Americano", a cui bisogna aggiungere del Gin. In questo tutorial viene spiegato, in modo semplice e preciso, come preparare un Negroni; è un procedimento facile e veloce. È consigliabile, per chi non è esperto, misurare con attenzione le quantità da versare, per mantenere corretta la proporzione.

24

Prestare attenzione alla miscelazione

Il Negroni è uno dei cocktail più forti e pesanti che esistono pertanto bisogna berlo a stomaco pieno oppure prima di una ricca cena. Secondo la ricetta originale il tasso alcolico del Negroni è di circa 30% Vol. Ed il suo apporto calorico è di circa 114 calorie. Per questo motivo se siamo a dieta dobbiamo fare attenzione; questo cocktail ha un gusto piacevole, se viene miscelato bene, altrimenti, se viene miscelato male, si rischia di rovinare il gusto. Quando lo prepariamo bisogna prestare molta attenzione ed è fondamentale seguire passo passo le istruzioni.

34

Scegliere un bicchiere basso e largo

Gli ingredienti che si utilizzano sono: 1/3 di Gin, 1/3 di Bitter Campari, 1/3 di Martini Rosso. Per 1/3 di una porzione singola s'intende circa 30 ml; il cocktail deve essere preparato direttamente nel bicchiere. È opportuno scegliere un bicchiere basso e largo, quello che in gergo viene chiamato "tumbler basso" oppure "old fashioned". Occorre versare nel bicchiere le 3 parti uguali degli ingredienti che abbiamo citato prima. La parte più delicata è il miscelamento; esso deve essere fatto con molta delicatezza, con un movimento continuo e non frenetico, aiutandosi con un cucchiaio da bar, conosciuto in gergo come "bar spoon". È preferibile nella versione classica e non "liscia" mettere 3/4 cubetti di ghiaccio ed una fetta d'arancia. È fondamentale mettere il ghiaccio prima di versare gli ingredienti; inoltre esso deve essere mescolato leggermente per raffreddare il bicchiere.

Continua la lettura
44

Una variante estiva

Una variante "estiva" per il Negroni può essere l'allungamento del cocktail con una spruzzata di soda o di selz. Questa operazione lo rende più dissetante ed al tempo stesso abbassa il livello alcolico; per questo motivo è molto indicato per un lungo "sorseggio" estivo. Il Negroni è ottimo anche come aperitivo nell'accompagnamento degli stuzzichini oppure come digestivo per cene pesanti e con molte portate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

5 cocktail da aperitivo

Sta arrivando l'estate e cosa c'è di meglio di un aperitivo in compagnia degli amici si sempre?Magari senza dover andare sempre al bar si può improvvisare la preparazione di un cocktail nella propria terrazza e dare il via ad un inizio serata diverso...
Analcolici

Come fare un cocktail con il Campari

il Campari, tipico bitter italiano dal colore rosso rubino e dal sapore intenso, ha una lunga storia. Ampiamente diffuso all'estero, in ben 190 Paesi, è il prodotto di punta del Gruppo Campari dal 1860. Si ottiene dall'infusione in acqua ed alcol di...
Vino e Alcolici

I migliori cocktail da aperitivo

Attualmente, l'aperitivo rappresenta un appuntamento fisso successivo all'uscita dal posto di lavoro o semplicemente un rito di incontro con gli amici confidenziali, il quale aiuta molto a spezzare e accantonare temporaneamente lo stress accumulato durante...
Vino e Alcolici

Come preparare un cocktail 'Sbagliato'

In questo semplicissimo e pratico tutorial vengono dati alcuni utili consigli su come preparare un cocktail "sbagliato". Cerchiamo di vedere cosa bisogna fare per la preparazione di questo cocktail. Per la realizzazione di un buon sbagliato occorre procurarsi...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di gin

Il gin è ormai noto in tutto il mondo come ingrediente fondamentale di molti cocktail famosi. Sebbene sia nato in Inghilterra, il successo dello gin risiede in Olanda, infatti è in queste regioni che è stato usato per la prima volta come aromatizzatore...
Vino e Alcolici

5 cocktail che non possono mancare ad una festa

Esistono cocktail di ogni tipo e per ogni occasione, cocktail dolci o amari, cocktail ghiacciati o flambé, delicati o esplosivi. Non tutti sanno preparare un cocktail con maestria, ma tutti ci possono provare e, con la pratica, raggiungere buoni livelli....
Consigli di Cucina

5 consigli per organizzare un aperitivo

L'aperitivo, una creazione tutta italiana esportata con successo in tutto il mondo, pare sia nato a Torino nel 1786 quando fu inventato il vermut. Il termine “Aperitivo” deriva dal latino “aperire”, significa “aprire” ed identifica un rituale...
Antipasti

Come allestire un aperitivo

Quando si hanno ospiti a casa, a volta basta davvero poco per dare all'incontro, pranzo o cena che sia, un tono più elegante e un qualcosa in più che vi distingua rispetto agli altri. Ci sono molte tipologie di aperitivo ad esempio analcolico e alcolico....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.