Come preparare un perfetto chapati indiano

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Il chapati è un tipico pane indiano che iniziamo a conoscere anche qui grazie alle comunità provenienti dall'estero e ancora legate alle loro tradizioni. È un pane molto semplice da preparare, che richiede soltano la farina, l'acqua e il sale. Non deve lievitare e si cuoce direttamente in padella. Le donne indiane lo preparano generalmente la mattina, in pochi minuti. È perfetto per accompagnare il pollo tandoori e tante altre ricette tipiche. Possiamo provare a cimentarci anche noi, seguendo questa ricetta per rispettare la tradizione indiana. Vediamo quindi come preparare un perfetto chapati indiano.

28

Occorrente

  • farina per chapati 260 gr
  • acqua 180 ml
  • sale fino 1/2 cucchiaino
38

Mettiamo in una ciotola i 240 gr di farina per chapati. Se non riusciamo a trovarla possiamo utilizzare un misto di 160 gr di farina integrale e 80 gr di farina 0 o 00. In un'altra ciotola facciamo sciogliere il sale nell'acqua a temperatura ambiente. Versiamo l'acqua poco per volta nella farina e mischiamo l'impasto per il chapati prima con un cucchiaio e poi con le dita. Lavoriamo bene per almeno altri 10 minuti, finché la pasta non diventa liscia e soda. Formiamo una palla, mettiamola in una ciotola e copriamola con un canovaccio. Quindi lasciamola riposare per almeno 20 minuti. Poi lavoriamo di nuovo la pasta e diamole una forma allungata.

48

Dividiamo l'impasto in 8 pezzi e facciamoci delle palline. Ogni pallina di chapati dovrebbe pesare circa 50 grammi. Lavoriamo ogni pallina su una spianatoia e formiamo dei dischi sottili con l'aiuto del mattarello. Ricordiamoci di infarinare la spianatoia e il mattarello per non far attaccare la pasta. Cerchiamo di ottenere dei dischi di circa 15 centimetri di diametro.

Continua la lettura
58

Mettiamo a scaldare sul fornello una padella per le crepes o una padella antiaderente. Quando è ben calda mettiamo i dischi di pasta uno per volta. Dopo pochi minuti dovrebbero formarsi delle bolle. A questo punto dobbiamo girare il chapati per cuocerlo dall'altro lato. Dopo pochi minuti togliamo il chapati dal fuoco e mettiamolo su un foglio di carta di alluminio con sopra la carta assorbente da cucina. Chiudiamo il foglio di alluminio per mantenere il chapati ben caldo. Seguiamo lo stesso procedimento per gli altri dischi.

68

Per preparare il chapati esiste una pentola apposita, il tawa, una padella di ferro. Se possiamo utilizzarla, i tempi di cottura si ridurranno tantissimo. Facciamo scaldare il tawa sopra la fiamma e mettiamo il disco di chapati. Dopo appena 30 secondi si formeranno le bolle e potremo girarlo. Quindi lasciamolo cuocere altri 30 secondi e poi togliamolo. Conserviamolo come nel caso delle padelle classiche per mantener morbido il chapati.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si può cuocere il chapati direttamente sul fuoco, con uno spargifiamma in acciaio inox
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

5 salse da abbinare al chapati

Il chapati è il pane tradizionale indiano, conosciuto in tutto il mondo. Questo pane ha un impasto privo di lievito e si prepara con la farina di grano integrale, acqua e sale, che viene modellato a forma di piadina e cotto sulla piastra. Per accompagnare...
Cucina Etnica

Consigli per ricette indiane

Ormai è diventata un'abitudine per quasi tutte le persone mangiare settimanalmente cucina internazionale. Anche sulle tavole italiane infatti è sempre più frequente veder comparire piatti di svariate origini di diversi paesi. Se anche voi amate la...
Pizze e Focacce

Come preparare la focaccia indiana

La crescita degli scambi internazionali nel corso del tempo è diventato sempre più fitto, producendo anche degli effetti sulle abitudini e sulle tradizioni alimentari. La gastronomia di ogni nazione rappresenta la sua storia e la sua cultura. Ormai...
Cucina Etnica

Chutney indiano alla menta

La cucina asiatica è tradizionalmente ricca di sapori e di spezie. Il chutney è una specialità indiana dal gusto agrodolce e piccante. Si prepara con frutta oppure verdura fresche. A queste si aggiungono erbe aromatiche locali, pimento e zucchero di...
Cucina Etnica

Come organizzare una cena in stile indiano

Lo stile indiano è uno stile molto caratteristico e colorato, con rifiniture ricercate e profumi e aromi molto speziati. La cucina infatti tratta spesso di sapori e aromi particolari ai quali la cucina italiana non ci ha abituati e che quindi non a tutti...
Cucina Etnica

Come preparare il gelato indiano

In cucina vengono preparate molte pietanze squisite. Tra dolci e salati ci si può sbizzarrire. Per esempio per colazione potete preparare una bella tazza di latte accompagnato ad un buon cornetto al cioccolato. Il pranzo prevedede la preparazione di...
Cucina Etnica

Come preparare il dahl indiano

Il dahl è una portata ideale per chi ama la cucina etnica ed è alla ricerca di sapori e gusti sempre nuovi. Si tratta di un piatto indiano a base di lenticchie, ingrediente molto diffuso e presente in India in numerose varietà. Per questa ricetta risultano...
Analcolici

Come preparare il chai indiano

Il chai indiano, è un tè aromatizzato con varie spezie e addolcito con latte e zucchero. La miscela di spezie utilizzata, viene chiamata masala. Questo infuso viene preparato in tutta l'India, tanto da poter essere considerato come la bevanda nazionale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.