Come preparare un semplice sugo al pomodoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per chi è alle prime armi in cucina voglio dedicare questa guida in modo da poter preparare un sugo al pomodoro semplice e saporito. La cosa migliore sarebbe comprare dei pomodori freschi ben maturi, farli bollire e passarli, per essere sicuri della freschezza del prodotto. Ma poichè siamo in una società dove si corre per ogni cosa, dove i tempi sembrano restringersi inesorabilmente e ci fidiamo dei prodotti in commercio, basta trovare un momento per fermarsi al supermercato e compare una bottiglia di passata di pomodoro. Da questo momento il passo per la preparazione è breve.

27

Occorrente

  • Per due persone: una bottiglia da 750 ml di passata di pomodoro, 1-2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale, 2-3 foglie di basilico fresco o essiccato, 1 spicchio d'aglio.
  • Strumenti: un tegame alto per il sugo, un cucchiaio di legno per mescolare.
37

Procuratevi tutti gli ingredienti e strumenti necessari per la ricetta. Ora mettete nel tegame l'olio extra vergine d'oliva e l'aglio. Collocate il tegame sul fuoco a fiamma media, non bassa. Attenzione: se volete un sugo leggero, vi suggerisco di mettere al massimo 2 cucchiai di olio di oliva extra vergine, quello consigliato dalla nostra dieta mediterranea, la più imitata e la più salutare, come si sa da anni, ormai. Inoltre, perché l'olio non raggiunga una temperatura nociva per la nostra salute, evitate di usare la fiamma altissima: regolatela su una erogazione media di gas/metano, in modo che l'olio non fumi e non sprigioni sostanze non salutari.

47

Appena l'aglio risulterà leggermente biondo, versatevi la passata di pomodoro, un pizzichino di sale e metà quantità del basilico che avete deciso di usare per la ricetta. Attenzione: la quantità di sale che verserete nel tegame deve rispondere anche alle vostre abitudini alimentari e ai vostri gusti. Naturalmente, vi suggerisco poco sale e, per chi ha qualche problema di ipertensione, del sale iodato.

Continua la lettura
57

Ora che tutti gli ingredienti sono stati versati nel tegame, non vi resta che coprirlo con un coperchio, assicurandovi di lasciare un piccolo spazio per la fuoriuscita del vapore acqueo. Insomma, non coprite del tutto il tegame col coperchio! Ciò consentirà al sugo di cuocere e di asciugarsi. Girate di tanto in tanto con il cucchiaio di legno e lasciate cuocere per un'ora almeno, avendo cura di controllare ogni 10-15 minuti.

67

Trascorso il tempo per la cottura, vi suggerisco di assaggiarlo, per rendervi conto se deve essere aggiustato di sale e se il pomodoro risulta cotto. Ora spegnete il fuoco e aggiungete al sugo l'ultima parte di basilico che avete lasciato da parte: questo è il momento di unirlo al sugo per un tocco di classe!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se siete fuori stagione e non avete a disposizione del basilico fresco, potete acquistare quello essiccato in granuli o quello congelato, al banco frizer di un supermercato..
  • Se non avete tempo e/o voglia di mettervi a sbucciare e sminuzzare lo spicchio d'aglio, potete servirvi di quello in polvere, in commercio nei supermercati.
  • Se non gradite l'aglio, potete sostituirlo con mezza cipolla che, comunque, potrete sostituire con alcuni granuli di quella essiccata, in vendita nei supermercati.
  • Questo tipo di sugo si sposa bene con dei rigatoni o con dei fusilli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.