Come pulire lo sgombro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il pesce è un alimento prezioso per la salute dell'organismo. Adatto a tutti per la sua facile digeribilità, è ricco di sostanze proteiche e minerali come fosforo, calcio, fluoro e iodio e non dovrebbe mai mancare dalle nostre tavole almeno una volta a settimana. Lo sgombro è un pesce azzurro, ricchissimo di proprietà benefiche per il nostro organismo, prima di tutte l'elevato contenuto di omega 3, ottimo alleato per le nostre arterie. Ecco come pulire lo sgombro nel modo giusto per poi gustarlo in tavola sicuri di averlo preparato nel modo più corretto.

26

Occorrente

  • Coltello, forbici, canovaccio di carta.
36

Quando acquistate lo sgombro, per prima cosa, dovete scartare quelli privi di testa, perché è proprio dalla testa che potete riconoscere quando è fresco. L'occhio deve essere vivace e le branchie di un colore rosso vivo. La sua carne deve essere soda, la pelle avere un colore brillante che va dal grigio bluastro sul dorso, al bianco argenteo sul ventre, con delle inconfondibili striature verticali nere situate all'altezza delle linee laterali. Dopo aver scelto lo sgombro giusto, ecco come dovrete procedere per una corretta pulizia.

46

Pulire bene il pesce è essenziale, sia per eliminarne completamente le interiora, che darebbero un sapore amarognolo al vostro piatto, sia per privarlo dei batteri contenuti nell’intestino. Cominciate rimuovendo col coltello o un paio di forbici tutte le pinne, eccetto la coda, senza dimenticare la dorsale. Afferrate quindi il pesce dalla coda ed aiutandovi con il retro della lama del coltello o con l’apposito squamatore, eliminate tutte le squame, grattando dalla coda alla testa in direzione contraria alla loro disposizione. Praticate poi un'incisione che vada dalla pancia (dove c'è un piccolo forellino) verso la testa, fino al centro delle branchie. Mettete quindi le dita sulle branchie e con un colpo deciso girate e tirate verso il basso per strappare branchie e interiora del pesce. In questo modo, in un solo movimento, avrete già pulito una buona parte del pesce. Fate molta attenzione peró a non rompere nulla, in particolare la cistifellea verde, che rilascerebbe un liquido poco gradevole.

Continua la lettura
56

Qualora foste riusciti a prelevare solo le interiora e voleste lasciargli la testa, dovete comunque eliminare le branchie. Apritele, poi incidete con la lama di un coltello all’altezza della gola e gettatele via. A questo punto il vostro sgombro sarebbe pulito. Se tuttavia, all’interno della pancia doveste notare residui di viscere, apritelo a farfalla e raschiate con un cucchiaio lungo la lisca. Terminata la pulizia, prendete il pesce e risciacquatelo bene con acqua fredda. Adagiatelo poi su un canovaccio o carta da cucina, affinché possa perdere l’acqua in eccesso e riponetelo nel frigorifero fino al momento in cui sarete pronti a cuocerlo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando pulite lo sgombro, fate molta attenzione a non rompere la cistifellea verde, che rilascerebbe un liquido poco gradevole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: filetti di sgombro al forno con limone

Il mare è una misteriosa e affascinante riserva di leggende e storie marinaresche, ma è anche popolato da una rigogliosa vita acquatica. Fonte preziosa per il nostro nutrimento, spesso ci dimentichiamo di quando in realtà sia delicato il suo bellissimo...
Pesce

5 modi diversi per cucinare lo sgombro

In questa lista vi elencherò 5 modi diversi per cucinare lo sgombro. Proprio così, perché si sa, la cucina italiana è quella che più varia al mondo. Comprende tantissime ricette con tantissime rivisitazioni una più gustosa dell'altra. Lo sgombro,...
Pesce

Come preparare lo sgombro al cartoccio

Lo sgombro insieme alla sardina è un alimento molto salutare, recenti studi hanno dimostrato che assumere 2 volte a settimana pesce "grasso" riduce di molto il rischio di malattie cardio-vascolari. Molto più utile assumere quest'alimento rispetto ai...
Pesce

5 usi dello sgombro in cucina

Al giorno d'oggi la cucina e ciò che si serve in tavola è un valore che noi italiani abbiamo ancora integrato nelle nostre radici e nella nostra traduzione. Per vivere sani e in modo genuino è importante mangiare almeno per tre volte alla settimana...
Pesce

3 ricette con lo sgombro

Lo sgombro è un pesce d'acqua salata che appartiene alla famiglia degli sgombridi, che comprende più di trenta specie diverse di pesci (come il tonno e la sarda). Lo sgombro vive principalmente nell'Oceano Atlantico e Pacifico e si può trovare durante...
Pesce

Come preparare lo sgombro marinato con lo yogurt alle erbe

Il pesce azzurro è uno degli alimenti più salutari della dieta mediterranea perché ricco di micronutrienti come gli omega 3, minerali e vitamine. Inoltre è anche buonissimo e si presta a moltissime ricette, semplici o più elaborate. Lo sgombro è...
Pesce

Ricetta: polpette di sgombro

Le polpette sono una delle preparazioni culinarie più golose e versatili. Amate sia dai grandi che dai piccini, permettono di creare un'infinità di gusti. Solitamente quando si pensa alle polpette, subito si immaginano quelle di carne, ma le polpette...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti con sgombro e pomodorini

Lo sgombro risulta essere un pesce azzurro, ricco di omega 3, proprio per questo motivo viene spesso raccomandato dai medici. Sono davvero molti i modi per cucinare questo particolare tipo di pesce, il quale viene apprezzato particolarmente sia dagli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.