Come realizzare delle tartarughe con il pane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sicuramente, il pane rappresenta uno degli alimenti maggiormente buoni ed apprezzati dagli italiani, specialmente quando esso è fresco e realizzato in casa utilizzando degli ingredienti naturali, sani e genuini.
Sarà possibile preparare con estrema facilità dei panini speciali (alle olive, alla pancetta e alle noci) oppure anche quelli più tradizionali (come le ciabattine e le tartarughe): nella presente completa e interessante guida che potrete seguire leggendo i passaggi susseguenti, vi spiegherò esaustivamente come bisogna realizzare correttamente delle tartarughe con il pane.

27

Occorrente

  • "500 gr" di farina 00
  • "200/250 gr" di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 1 cucchiaio e mezzo di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • Carta forno
  • Coltellino appuntito
  • Olio extravergine d'oliva e olive (eventuali)
  • Straccio o pellicola trasparente
  • Bacinella capiente
37

Innanzitutto, le operazioni di apertura che dovrete compiere per cominciare questa preparazione sono le seguenti:
- prendere una bacinella capiente e collocare dentro il lievito di birra fresco, lo zucchero, il sale e l'acqua;
- fare sciogliere perfettamente gli ingredienti con l'impiego di un cucchiaio e poi aggiungere la farina 00;
- impastare il tutto con le mani, mettendo progressivamente dell'acqua tiepida e finché non ottenete un composto veramente morbido ed omogeneo;
- posizionare uno straccio sopra la bacinella oppure sigillare la parte superiore della medesima con della pellicola trasparente.

47

Successivamente, il procedimento giusto da seguire prevede di effettuare le seguenti azioni elementari:
- posizionare la bacinella in un luogo fresco e asciutto della vostra casa, lontano dalle correnti d'aria;
- fare lievitare l'impasto per almeno 40/60 minuti e poi collocare della carta forno sopra una teglia;
- accendere il forno a circa 200°C e iniziare a formare delle palline aventi un peso di circa "100 gr", sistemandole ben distanti tra loro poiché il pane tende ad aumentare molto di volume durante la cottura;
- schiacciare leggermente le palline con il palmo delle mani e, adoperando un coltello, incidere i vari cubetti della vostra tartaruga un pochino in profondità, affinché il pane assuma la forma da voi desiderata durante la cottura.

Continua la lettura
57

Le operazioni finali che dovrete andare ad eseguire per completare la preparazione sono le seguenti:
- collocare la teglia nel forno caldo e fare cuocere le vostre tartarughe, finché non saranno ben dorate e leggermente croccanti (circa 25/30 minuti);
- proseguire la cottura del pane finché l'impasto non sarà completamente terminato;
- realizzare delle pizzette o dei grissini con le piccole quantità di composto eventualmente rimasto;
- servire le tartarughe di pane quando sono ancora calde, in modo da gustare appieno l'aroma.
Se lo gradite, avrete la possibilità di aggiungere qualche oliva nell'impasto e una piccola quantità di olio extravergine d'oliva, allo scopo di rendere il pane maggiormente buono e saporito.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se l'impasto di acqua e farina risulta eccessivamente colloso, aggiungete dell'altra farina 00: qualora esso dovesse essere troppo denso e grumoso, mettete ancora un pochino d'acqua.
  • Qualora lo vogliate, potrete anche congelare le tartarughe di pane dopo che si saranno raffreddate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.