Come riciclare gli avanzi di polenta

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come riciclare gli avanzi di polenta
14

Introduzione

La polenta è una pietanza dalle origini davvero remote. Per tantissimo tempo è stata il piatto povero principale dei contadini di molte regioni dell'Italia settentrionale. A base prevalentemente di farina di mais, che le conferisce il tipico colore giallo, la polenta si trova diffusamente, in altre versioni, nella gastronomia di diverse nazioni dell'Est dell'Europa, a Malta ed in Corsica. In ogni caso la polenta dà vita ad un piatto caldo e nutriente, ideale proprio per contrastare il freddo e l'appetito. Di semplice preparazione, specialmente con i tipi di polenta a cottura rapida, può succedere che rimangano degli avanzi. Purtroppo la polenta, una volta fredda, si rassoda. Ed è quindi complicato consumarla allo stesso modo dell'originaria preparazione. Ma ecco che la guida ci viene in aiuto. E, tramite le indicazioni qui appresso riportate, ci indica come riciclare gli avanzi di polenta.

24

Creare degli gnocchi

Gli avanzi di polenta si possono riciclare per creare degli gnocchi. In questo caso, incorporeremo un uovo intero, del burro fuso e una manciata generosa di parmigiano grattugiato. Impasteremo fino ad ottenere un composto omogeneo. Poi procederemo lavorando gli gnocchi nella maniera tradizionale. Stacchiamo dunque un po' di impasto alla volta e, dopo averlo allungato, ricaviamo dei tocchetti più o meno grandi, a seconda dei nostri gusti. A questo punto gli gnocchi saranno pronti. Li getteremo in acqua bollente, li scoleremo e li abbineremo alla tipologia di salsa o di condimento che preferiamo.

34

Una pizza

Un'ottima alternativa, per riciclare gli avanzi di polenta, è una pizza. Si tratta di una variante semplicissima. Dopo aver ben imburrato una teglia da forno, spianiamo la polenta con un mattarello, a mò di pizza. In superficie disporremo poi della passata di pomodoro, un po' di mozzarella e qualche foglia di basilico. Inforniamo a 180 gradi e, quando il formaggio risulterà ben fuso, potremo sfornarla e consumarla. Non dimentichiamo infine di utilizzare la polenta come ingrediente per i nostri timballi. Non c'è nulla di più semplice e gustoso che gratinarla con degli spinaci ripassati in padella, dei funghi o della salsiccia tagliata a tocchetti.

Continua la lettura
44

La polenta fritta

Esistono tante varianti del giorno dopo, per riciclare gli avanzi di polenta. Ad esempio una di queste, semplice ed ottima per il pranzo, è la polenta fritta. Dopo averla fatta freddare, tagliamola a bastoncini. Successivamente, in una padella versiamo dell'olio extravergine di oliva e friggiamo i bastoncini di polenta. Una volta ben dorati, scoliamoli con una schiumarola e poi posizioniamoli sulla carta assorbente. Attendiamo alcuni istanti e serviamoli con delle salse, tipo ketchup o maionese. Utilizzeremo questa preparazione come contorno, antipasto o come abbinamento a degli aperitivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: gnocchi di polenta

Se vi è avanzata della polenta e non sapete cosa farci, vi propongo una ricetta semplice per gustare la polenta in modo diverso. Gli gnocchi di polenta sono una variante che non ha nulla da invidiare a quelli classici. In poco tempo e pochissima fatica,...
Primi Piatti

Come fare gli gnocchi di polenta al gorgonzola

Gli gnocchi sono un tipico piatto della cucina italiana, molto amati dai bambini, e che, oltre al classico sugo di pomodoro e basilico, possono essere impreziositi da condimenti di verdure, carne o pesce. La preparazione tradizionale prevede l'utilizzo...
Carne

Come riciclare gli avanzi di cotechino

Il cotechino rappresenta un tipo di carne molto gustosa ma anche piuttosto calorica che solitamente si mangia durante il periodo delle feste natalizie. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter riciclare...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza di polenta con salame

La polenta è uno degli alimenti più conosciuti e diffusi in Italia, basti pensare che in molte zone del nord Italia, la polenta viene sostituita al pane. Oggi vi presentiamo un modo semplice e gustoso per portare in tavola la polenta, ovvero la trasformeremo...
Consigli di Cucina

Come condire la polenta

La tradizione gastronomica italiana si compone di differenti ricette, tutte tipiche di una particolare zona della nostra nazione. La polenta è uno di questi. In tempi lontani era il pasto di allevatori e contadini, che usavano farine di diversi cereali....
Consigli di Cucina

5 segreti per una polenta senza grumi

La polenta è un tipico piatto della nostra tradizione culinaria, proveniente più dai paesi del nord Italia. Questo delizioso e semplice piatto nasce naturalmente con la lavorazione della farina di mais e seguendo un procedimento molto accurato, che...
Consigli di Cucina

5 modi di servire la polenta

La polenta è una deliziosa pietanza originaria dell'Italia Settentrionale e attualmente diffusa in numerosi Paesi dell'Europa (come l'Ucraina, l'Austria, la Romania, la Svizzera e la Croazia) e nel Sud America (come l'Uruguay, il Cile, l'Argentina e...
Antipasti

Come preparare i bastoncini di polenta al grano saraceno

Volete preparare uno spuntino sano e nutriente che non richieda troppo del vostro tempo per essere preparato? Bene! Il piatto che fa al caso vostro, sia che vogliate proporlo come antipasto o come un secondo piatto leggero e ricco di fibre, sono i bastoncini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.