Come riciclare il cotechino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

il cotechino è una delle ricette più tradizionali che viene preparata durante le festività natalizie, soprattutto in occasione della serata dell'ultimo dell'anno, allorquando si è soliti abbinarlo con le lenticchie. Spesso, però, questa pietanza non viene consumata del tutto e il giorno seguente il sapore non è esattamente come quando appena preparato. Alcune persone lo riscaldano semplicemente, altre invece lo buttano via, ma esistono tantissimi modi per riutilizzarlo senza rinunciare al suo sapore. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come riciclare il cotechino.

25

Occorrente

  • Cipolle
  • Polenta
  • Pomodori
  • Uovo
  • Panna
  • Pasta sfoglia
35

Antipasto

Il cotechino lo possiamo trasformare in un goloso antipasto. Una prima ricetta è la millefoglie di cotechino e polenta; essa è facile da realizzare. Dobbiamo prendere il cotechino senza le lenticchie; questa operazione la facciamo utilizzando un foglio di carta da cucina. Poi, prepariamo la polenta, la stendiamo su un tagliere di legno e la lasciamo raffreddare. In seguito con uno stampo rotondo di 5/6 cm di diametro facciamo dei dischetti e li grigliamo. Adesso tagliamo il cotechino a fettine di mezzo cm di spessore e lo mettiamo su un piatto con delle fettine sottili di pomodoro rosso e assembliamo la mille foglie.

45

Condimento per la pasta all'uovo

Il cotechino avanzato lo possiamo trasformare anche in un ottimo condimento per la pasta all'uovo. Prendiamo una padella abbastanza larga e mettiamoci 2-3 cucchiai di olio extravergine e una cipolla tritata. Quando la cipolla sarà ben dorata, mettiamo il cotechino tagliato in piccoli pezzi e le lenticchie, lasciamo cuocere qualche minuto e poi spegniamo la fiamma. Nel frattempo mettiamo a bollire l'acqua per cuocere la pasta; dobbiamo fare attenzione alla quantità di sale che usiamo in quanto il cotechino è abbastanza salato. Scoliamo la pasta, la mantechiamo 2 minuti nella salsa e la serviamo ben calda.

Continua la lettura
55

Strudel di cotechino e lenticchie

Infine, si può preparare uno strudel di cotechino e lenticchie. Prendiamo le lenticchie ben fredde e le frulliamo con un mixer ad immersione, poi le mettiamo in una ciotola. Adesso su un rotolo di pasta sfoglia, che srotoliamo, stendiamo le lenticchie. Appoggiamo al centro il cotechino e chiudiamo la pasta sfoglia; essa va sigillata con un tuorlo d'uovo sbattuto e 2 cucchiai di panna. Spennelliamo la superficie dello strudel con il tuorlo d'uovo rimasto e pratichiamo 3 tagli sulla superficie per favorire la cottura all'interno. Lo strudel va lasciato in forno a 200 °C per 15/20 minuti e va servito tiepido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: torta di lenticchie e cotechino

Le lenticchie e il cotechino come ben sapete rappresentano un vero e proprio classico del cenone di Capodanno. Se amiamo sperimentare sempre, o comunque sia molto spesso, dei piatti nuovi e abbiamo invitato gli amici per festeggiare l'arrivo del nuovo...
Carne

Come riciclare gli avanzi di cotechino

Il cotechino rappresenta un tipo di carne molto gustosa ma anche piuttosto calorica che solitamente si mangia durante il periodo delle feste natalizie. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter riciclare...
Carne

Come cucinare il cotechino e lo zampone

Tutti attendono con ansia le festività natalizie, e non solo per l'atmosfera, le luci, i regali, ma anche per le tavole imbandite di ogni prelibatezza: molti sono, infatti, i manicaretti che possono essere e vegnono preparati durante il Natale, e tra...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli al burro con ripieno di cotechino

Oggi mi rivolgo agli amanti della cucina e a coloro che amano sperimentare piatti sempre nuovi. Vi propongo la ricetta dei ravioli al burro con ripieno di cotechino. Un piatto appetitoso che soddisfa tutta la famiglia, un'ottima idea da presentare anche...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cavolo nero al cotechino

Quando arriva l'inverno inevitabilmente il freddo la fa da padrone. Quindi è fondamentale contrastare il freddo magari adoperandosi in cucina. A tal proposito possiamo prendere in considerazione l'idea di preparare ai fornelli qualcosa di caldo, così,...
Carne

Ricetta: cotechino con verza

Nel nostro paese sappiamo bene quanto contino le tradizioni, specie quelle aventi una forte matrice religiosa. Ovviamente di queste, la più amata da grandi e piccoli è il Natale, che oltre ai regali ci offre anche molti pasti sostanziosi insieme ai...
Carne

Gateau di patate con cuore al cotechino

Senza dubbio il gateau di patate è una ricetta molto semplice e gustosa da preparare ed è un classico della cucina francese, anche se poi viene cucinato in tutto il mondo. È possibile proporlo come piatto unico arricchendolo con diversi ingredienti,...
Carne

Ricetta: Cotechino con salsa di mele

Se state cercando una ricetta facile e gustosa da servire ai vostri commensali durante le feste di Natale e Capodanno avete trovato la guida che fa per voi. Questa partifcolare e deliziosa ricetta è molto apprezzata, inoltre non risulta essere difficile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.