Come riconoscere la qualità di un salume

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tradizione gastronomica italiana vanta una gran varietà di salumi pregiati e rinomati. Si distinguono per provenienza regionale e per metodo di lavorazione. Alcuni, come lo Speck Alto Adige o il Prosciutto San Daniele, hanno fama mondiale e marchi di protezione IGP e DOP. Immancabile nell'alimentazione casalinga e quotidiana, il salume è anche una presenza fissa nei menu di pizzerie e ristoranti. Inoltre, si presta alla preparazione di numerose portate, come antipasti, primi piatti, secondi e torte salate. Il salume, se di qualità, è un ottimo sostituto della carne fresca. Il sapore inconfondibile di un salume eccellente è il risultato di diversi fattori. La qualità della materie prime, il processo di lavorazione e il metodo di conservazione garantiscono l'eccellenza di un salume. Accanto alle grandi marchi nazionali, esistono innumerevoli brand locali ed esteri spesso sconosciuti. È necessario saper riconoscere la qualità di un salume per districarsi nell'ampia offerta del mercato.

27

Occorrente

  • Etichetta
  • Ottima conoscenza dei processi di preparazione delle carni
  • Salumi vari
37

Considerare il tasso di umidità

Per riconoscere la qualità di un salume, bisogna considerare il tasso di umidità. Questo elemento si può osservare anche a occhio nudo. Nel caso dei prosciutti, deve essere inferiore al 75%. Assenza di polifosfati, proteine aggiunte, glutammato e amidi. Saper leggere l’etichetta è fondamentale. Il primo ingrediente in elenco deve essere riportare il genere di carne presente. È bene verificare la provenienza della carne e la percentuale di grasso. Quest'ultimo non dovrebbe superare il 30%.

47

Alterazioni che subiscono i salumi

Spesso un salume può subire delle alterazioni. Queste compromettono seriamente la sua qualità e bontà. Per il prosciutto crudo è facile riconoscere eventuali difetti. Una coscia intera, infatti, non deve avere un peso inferiore ai sette chili. Un prosciutto eccessivamente piccolo diventa insipido. Ogni fetta deve presentare un colore acceso, uniforme e contenere poco grasso al suo interno. Lo strato di grasso presente all'esterno, invece, è segno di ottima qualità. Si può riconoscere la stagionatura ottimale al momento del taglio. La fetta, tenera e soffice, si piega facilmente.

Continua la lettura
57

Osservare il colore

Per riconoscere la qualità di un salume famoso come lo speck, bisogna osservarne il colore. Al taglio deve essere rosso vivo. Il grasso esterno, morbido e saporito, grazie al processo di affumicatura. Macchie di fumo, fenditure, untuosità eccessiva, sono segnali di qualità scadente. L'odore caratteristico, legnoso, intenso e aromatico, è un importante segno di riconoscimento.

67

Contenuti grassi

La pancetta, per essere ottima, deve avere delle parti di grasso di colore bianco perlaceo. Di solito i contenuti grassi e magri in una fetta si compensano. Il prosciutto cotto migliore, invece, è quello preso dalla coscia completamente disossata, ma integra. La carne deve essere succulenta e poco vischiosa.
La bresaola di qualità, ideale per diete ipocaloriche, si può riconoscere attraverso alcuni indizi. Colore rosso scuro, sapore dolce ed equilibrato, consistenza morbida, ma soda.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare attenzione alla percentuale di grasso
  • Se possibile, assaggiare per scoprirne il sapore
  • Osservare il colore e annusarne l'odore
  • Prediligere i marchi protetti e di provenienza italiana
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare il carpaccio di ananas e bresaola

Spesso, capita di voler mangiare qualcosa che sia saporito, nutriente e leggero allo stesso tempo. In estate, abbiamo la tendenza a preparare piatti unici e freschi, sia per non appesantire la digestione, sia per evitare di sentire ancora più caldo....
Carne

Come preparare la nduja calabrese

La nduja calabrese è un insaccato morbido, preparato con ingredienti semplici quali carne suina, sale e peperoncino, senza aggiunta di coloranti o di conservanti. Nasce come piatto povero, infatti i contadini del luogo solevano prepararlo con i rimasugli...
Antipasti

Come conservare il salame

Coloro che amano la buona tavola cercano di non far mancare mai nessun alimento sulla propria tavola. I salumi, in particolar modo, si prestano per molti sfiziosi antipasti e fanno parte di quella che è la tradizione gastronomica del nostro paese. Solitamente,...
Antipasti

Come sgrassare il prosciutto crudo

Il prosciutto crudo è un salume tipico della nostra penisola e pertanto molto diffuso sulle tavole di tutti gli italiani. Si tratta di un prodotto che viene ottenuto salando a secco la coscia del maiale, in particolar modo di quelli che hanno raggiunto...
Antipasti

Come conservare il prosciutto cotto

Se decidete di fare un cena con degli amici ed acquistate del prosciutto cotto in abbondanza per fare un gustoso antipasto, può sorgere il problema di come conservarlo correttamente per evitare che vada a male. Il prosciutto è un salume ottenuto a seguito...
Carne

Come preparare le polpette piccanti

Le polpette piccanti rappresentano un secondo piatto sfizioso ed invitante; per la loro realizzazione si può contare su una vasta gamma di ricette sia nazionali che straniere. Una delle più riuscite ed apprezzate per chi ama i cibi forti è quella che...
Carne

Come cucinare il prosciutto

Il prosciutto è un alimento classico della tradizione gastronomica mediterranea. Questo salume viene ottenuto da un taglio di carne suina tenera e dal gusto molto delicato. Di conseguenza il prosciutto è ideale per venir mangiato crudo, tagliandolo...
Primi Piatti

Ricetta: gratin di pasta al forno

Capita spesso, in piovosi pomeriggio di inverno, di farsi prendere dalla matta voglia di cucinare, un po' per "ammazzare il tempo" e anche per soddisfare il proprio palato e quello di chi ci sta intorno. Parlando di inverno, abbiamo pensato oggi di sottoporvi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.